First look Better Call Saul - Stagione 1

Lo spin-off di Breaking Bad convince senza problemi al suo debutto, per la gioia dei fan di Breaking Bad ma non solo

first look Better Call Saul - Stagione 1
Articolo a cura di

Dopo l'enorme successo riscosso dalla serie "rivelazione" Breaking Bad, gli sceneggiatori Vince Gilligan e Peter Gould decidono di intraprendere con coraggio la pericolosa strada dello spin-off. Una scelta decisamente azzardata che potenzialmente rischia di dividere la fan base di aficionados riunitasi attorno alle criminali gesta del professor White. Tuttavia, l'attore Bob Odernkirk non se l'è fatto ripetere due volte quando gli è stata offerta la possibilità di rimettere i panni del controverso avvocato Saul Goodman in un serial che lo vedrà nel ruolo di protagonista indiscusso. Persino Jonathan Banks ha dato la sua piena collaborazione riprendendo il ruolo del mitico ex-poliziotto Mike in una produzione che riunisce ancora una volta quasi tutte le persone che diedero vita alla serie originale. In questo grande ritrovo di famiglia viene rispolverata persino la città di Albuquerque, con location inedite ed altre invece ben conosciute. Gli ingredienti per fare un serial di successo ci sono tutti, ma la vera domanda è: Better Call Saul riuscirà a intraprendere un proprio cammino sopravvivendo allo schiacciante successo dello show da cui è tratto, oppure si presenterà come la solita minestra riscaldata?

Tra passato e presente

La storia comincia proprio dove l'avevamo lasciata, con il nostro Saul Goodman braccato dalla giustizia e dalla mala costretto a vivere sotto falso nome. Un'overture magistralmente diretta in bianco e nero lo mostra rassegnato, costretto a guadagnarsi il pane come "pasticcere" della grande distribuzione in un centro commerciale. Poi le sequenze si colorano appena il protagonista, in preda alla malinconia, comincia a ricordare gli esordi della sua vita da giurista in quella piccola Albuquerque già nota a molti telespettatori. Sin dai primi minuti la serie prende le distanze da Breaking Bad se non sfiorandolo di tanto in tanto con qualche personaggio e location.

Un prodotto di qualità

Il Saul Goodman di sette anni fa, meglio noto come l'avvocato d'ufficio James McGill, è una persona piena di debiti sino al collo che non riesce a sbarcare il lunario. Tra assurde arringhe per difendere clienti già condannati da prove schiaccianti e truffe ordite per accaparrarsi cause da privatista, l'intrattenimento offerto da Better Call Saul è assolutamente irresistibile. Il merito va sopratutto all' interpretazione di Odernkirk e agli sceneggiatori che hanno focalizzato molte sequenze sui dialoghi e monologhi del giovane Saul/James. Con questo espediente la serie assume una vena che definiremmo quasi "tarantiniana" e che ha saputo deliziarci in questi primi due episodi. Brevi ma divertenti sequenze hanno coinvolto anche Mike (Jonhatan Banks) negli improbabili panni del custode del parcheggio del tribunale, un ruolo decisamente minore, anche se sappiamo quale piega assumerà il personaggio in futuro.

Better Call Saul - Stagione 1 Sembra che ancora una volta i creatori di Breaking Bad siano riusciti a colpire nel segno. Il pilot Better Call Saul pone ottime premesse per un'altra grande serie pronta ad accogliere il plauso sia da parte della critica sia del pubblico. Il merito va sopratutto alla sceneggiatura e agli interpreti, Odernkirk in primis, che riescono fin da subito ad esplorare e tratteggiare un personaggio complesso come quello di Saul Goodman e renderlo adorabile agli occhi degli telespettatori. Naturalmente la visione di questa prima stagione è consigliatissima, non solo ai fan della storia di Walter White, perché Better Call Saul ha già tutte le carte in regola per diventare lo show dell'anno!