First look Boardwalk Empire - Stagione 5

Si avvicina alla sua conclusione la serie HBO prodotta da Martin Scorsese

Articolo a cura di

Tutto ha una fine ed anche le serie di qualità, proprio per rimanere tali, trovano sempre un epilogo, che lasci, nelle speranze di autori e produttori, un segno indelebile nei ricordi e nei discorsi degli appassionati.
E’ giunto questo momento anche per Boardwalk Empire, la serie prodotta da Martin Scorsese arrivata ora all’epilogo con la quinta stagione, attualmente in onda negli Stati Uniti.
Il progetto televisivo ha raccontato i primi anni del proibizionismo americano dal punto di vista di un criminale, Enoch “Nucky” Thompson, in quel di Atlantic City, non disdegnando l’attenzione per alcuni personaggi storici dell’epoca come un giovanissimo Al Capone, mostrato prima che diventasse l’uomo che uccideva le persone con una mazza da baseball.
La serie si è saputa distinguere non solo per l’originalità del contenuto, almeno in televisione, ma anche per la splendida realizzazione ed il livello molto alto degli attori, che hanno contribuito a renderla un must assoluto per ogni appassionato.

Il ritorno alla legalità

La quinta stagione di Boardwalk Empire si apre con Nucky Thompson (Steve Buscemi) a Cuba, in esilio forzato assieme a Sally Whett (Patricia Arquette). La sua permanenza a L'Avana ha però, naturalmente, un fine ben preciso: quello di riuscire a cambiare la politica presidenziale al fine di eliminare il proibizionismo e diventare il maggiore distributore di alcol legale nei territori da lui controllati.
Per ottenere l’appalto tanto desiderato, Nucky sta trattando con la Bacardi Rum Company per l’importazione del loro prodotto su suolo americano.
Intanto la narrazione è intervallata da flashback sull’adolescenza di Nucky, in puro spirito Padrino parte seconda. Lo spettatore assiste inoltre alla conoscenza del protagonista con il Commodoro.
Gli autori non si sono dimenticati affatto degli altri protagonisti che si sono mossi tra le fila della malavita americana in quegli anni. Lucky Luciano riesce ad entrare nella famiglia Maranzano, dopo aver orchestrato l’omicidio di Joe Masseria, mentre Chalky White sta bevendo dall’amaro calice e provando le sofferenze della prigionia.

Noioso proibizionismo

Boardwalk Empire all’inizio della sua parabola, fu acclamata tra le serie più innovative e meglio realizzate di tutti i tempi. Tra i suoi produttori c’era infatti un “certo” Martin Scorsese, la cui esperienza poteva contribuire a costruire un universo narrativo coeso e coerente.
Il punto di vista del criminale costituiva ancora una novità e l’ambientazione era sicuramente interessante ed accattivante. Il fatto che venissero raffigurati sullo schermo criminali realmente esistiti in periodi della loro vita mai raccontati, si pensi al giovane Al Capone usualmente ritratto nel pieno del suo potere criminale, rendeva ancora più interessante la visione.
Con l’andare delle stagioni, però, il potere dirompente degli elementi citati è andato a scemare, il pubblico si è abituato ai personaggi ed anche la storia si è arrotolata su se stessa.
L’inizio della quinta stagione risente di questa stanchezza, ormai le situazioni si ripetono e solo l’iniziale ambientazione cubana dà respiro alla storia.
Alla prima occhiata sembra che la trama orizzontale della stagione si snodi attraverso i tentativi di Nucky di far abolire il proibizionismo e di inserirsi nel commercio legale dell’alcol. Al contrario, i flashback sulla adolescenza di Nucky riempiono la narrazione di elementi originali che approfondiscono lì dove possono, un personaggio che ha ormai detto tutto e si avvia al suo naturale epilogo.
Più interessante può apparire la trama che segue, dal secondo episodio in verità, Al Capone ormai all’apice del suo successo, salutato come una rockstar addirittura da fan di tutto il mondo, che gli scrivono accorate lettere.
La quinta stagione di Boardwalk Empire sembra sia incentrata tutta sulla battaglia di Nucky per ripulirsi dalla sua reputazione di gangster, cercando di dare legalità alla sua attività. Nulla di originale , insomma, pur proponendo una trama che può garantire interesse nello spettatore.

Boardwalk Empire - Stagione 5 La quinta stagione dello show mantiene il livello qualitativo della messa in scena rispetto alle precedenti stagioni, ma ormai tutte le serie di alto profilo e nella fattispecie quelle della HBO ci hanno abituato a tanto, e si propone come un viaggio verso il finale di una serie che ha rappresentato tanto nel panorama seriale mondiale, ma a cui non resta che mettere la parola fine. Gli ultimi otto episodi saranno quindi più un tributo ai personaggi ed agli stessi spettatori che hanno il tempo di mettersi di nuovo a loro agio con Boardwalk Empire, prima di assistere ad un climax finale da cui, considerando la serie e gli autori, ci si aspetta molto.