First look Crash - Stagione 1

Tratto dal film vincitore di tre premi Oscar, la nuova serie del canale Starz

Articolo a cura di

Quando un serial si ispira...

Il concetto di serie “tratta da”, e non ideata originalmente, non sempre si rivela essere una scelta felice, vuoi perché il prodotto a cui la serie stessa si rifà era di alto livello, non raggiunto dalla trasposizione, vuoi perché potrebbe trattarsi di un prodotto originariamente scadente, e di conseguenza far scemare anche l’interesse per la serie che lo ricorda. Crash, pur ponendosi nella prima categoria, non sembra far rimpiangere il film di Paul Haggis, riprendendo non le storie trattate bensì le tematiche, e riproponendo lo stesso schema di intrecci che ha fatto la fortuna di molti altri film simili, come Magnolia di Paul Thomas Anderson o il più datato America Oggi (Short Cuts in originale) di Robert Altman.

Un film da Oscar?

"Crash-Contatto fisico" vinse tre Oscar, tra cui quello di miglior film dell'anno per cui fu oggetto di pesanti critiche, non essendo ritenuto da tutti meritevole di tale riconoscimento

La struttura generale

Proprio come il film a cui si ispira, la serie Crash, in onda sul canale via cavo “Starz”, pone al centro dell’attenzione la convivenza di diverse culture all’interno della stessa realtà, quella di Los Angeles, trattando con particolare enfasi la tematica della tolleranza. Le storie che si intrecciano sono diverse, trattate tutte con lo stesso riguardo, tanto da non far capire quale sia quella principale. Tredici saranno gli episodi che ci condurranno attraverso questa prima stagione: la principale preoccupazione degli autori è quella di riuscire a mantenere alto l’interesse dello spettatore anche dopo un considerevole numero di episodi, in modo tale da poter creare le basi per una futura prosecuzione della serie.

Le storie, l'intreccio

Dennis Hopper interpreta un noto produttore discografico, Ben Cendars, che viene abbandonato dalla propria collaboratrice dopo l’ennesima provocazione sessuale subita. La scelta del nuovo braccio destro cadrà su un giovane afroamericano, Anthony Adams che si accorgerà ben presto dello strano carattere del proprio datore di lavoro.
Come nel film, anche qui il corpo di polizia svolge un ruolo fondamentale, attraverso tre personaggi principali e altrettante storie che li riguardano. Oltre ad un adulterio tra due colleghi, Axel Finet e Bebe Arcel, troveremo l’agente Kenny Battaglia che si innamora della ragazza che ha ingiustamente arrestato- Inez, di chiare origini latine - ed uno strano caso di omicidio avvenuto a Korea-Town che ci introdurrà un ulteriore personaggio, Eddie Choi, avvolto da un alone di mistero a causa delle sue conoscenze pericolose.
Infine, Christine Emory è la protagonista di una storia atipica, che in parte si discosta dalle altre, riguardante un problema famigliare ed i continui litigi tra il proprio marito ed il padre, costretti a convivere sotto lo stesso tetto.

Alta qualità

Sicuramente l’intento dei creatori della serie, tra cui troviamo oltre a Paul Haggis anche Don Cheadle, che aveva recitato nel film, era quello di trasporre le tematiche del film e riuscire a mantenere un livello qualitativo adeguato. E sulla carta Crash si pone molto in alto rispetto alla media, proponendo nomi altisonanti non solo tra i produttori ma anche tra gli attori (Dennis Hopper e probabilmente in futuro lo stesso Don Cheadle). Indubbiamente le storie proposte sono tutte interessanti, alcune più di altre, ed ancora più interessante è scoprire i motivi che portano ai vari intrecci tra i protagonisti del serial. Un buon inizio, dunque, per una serie che potrebbe rivelarsi la vera sorpresa di questa nuova stagione televisiva.

Crash - Stagione 1 Crash è una serie atipica: nella storia dei telefilm è il secondo esperimento di serial tratto da un film vincitore di premio Oscar, e ciò lascia intendere quali siano le aspettative del pubblico nei confronti di un prodotto del genere. Nonostante ciò l'inizio della serie promette benissimo, attraverso un gruppo di personaggi molto ben caratterizzati, con Dennis Hopper una spanna sopra a tutti. Molto interessante il concetto dell'intreccio tra le diverse storie che, nonostante non sia del tutto originale, aiuta a mantenere alto l'interesse dello spettatore anche in una serie del genere, che sarebbe altrimenti alquanto statica.

Altri contenuti per Crash - Stagione 1