First look Damages - Stagione 1

Anche nella giustizia il fine giustifica i mezzi, il resto? Solo danni collaterali

first look Damages - Stagione 1
Articolo a cura di

La legge non è uguale per tutti ( i serial )

I grandi casi legali sono spesso materiale adatto al cinema più che al piccolo schermo. Non stupisce dunque che i casi trattati dalle rare, almeno rispetto ad altri gereri, digressioni televesive di tipo legale si limitino a casi risolvibili nell’arco del singolo episodio o, al limite, della doppia puntata.
Piccola digressione per chiarire quanto “Damages” si differenzi dai presunti compagni di merende tanto nella struttura quanto nella realizzazione artistica. La singola stagione tratta infatti ogni aspetto di un unico e complesso caso giuziario che in questo specifico caso presenta forti richiami al caso Enron, mentre l’aspetto registico coadiuvato da un cast, televisivamente parlando, di altissimo livello raggiunge a nostro avviso i vertici della categoria. Chi ha tirato in ballo CSI?

Il volto oscuro della legge

La giovane neolaureata Ellen Parsons ( Rose Byrne ) riceve un’offerta quasi irrifiutabile: un posto assai ben retribuito in un noto studio legale. Il quasi sta ad indicare un’incertezza di fondo cui il lauto mensile non è in grado di porre rimedio. La ragazza cova infatti un’ambizione, peraltro legittimata da un colloquio che, faticosamente, è riuscita ad ottenere presso lo studio Hewes & Associati, diretto con pugno di ferro da Patty Hewes ( Glenn Close ), un avvocato di fama avezzo a metodi non sempre ineccepibili. Ma le parole che con tono profetico escono dalla bocca di chi, un istante prima, le aveva offerto l’occasione della vita, turbano la ragazza: “Lei ti cambierà”.
Non sarà facile per Rose destreggiarsi tra il matrimonio della sorella, i preparativi per il suo con David (Noah Bean), e la totale disponibilità richiesta da Patty che, con sorpresa, si presenta al matrimonio della sorella di Rose per vedere in faccia l’unica persona ad aver rinunciato ad un colloquio con lei per “motivi familiari”. Inutile dire che le scelte di Patty si rivelano sempre azzeccate e l’idea fattasi di Ellen non pone alcun problema al suo inserimento nello staff.
Ecco quindi che prende forma la vera occasione imperdibile: lo studio di Patty lavora infatti per conto di un vasto gruppo di azionisti ed ex dipendenti ridotti sul lastrico per via di una presunta frode messa in atto dal Arthur Frobisher (Ted Danson), azionista di maggioranza della compagnia. Frobisher, dopo esser uscito indenne dal processo intentato nei sui confronti dal governo degli Stati Uniti, è intenzionato a uscire “pulito” da questa storia per recuperare il “buon nome” della sua famiglia; a questo proposito tramite il suo avvocato Ray Fisk (Željko Ivanek) fa pervenire a Patty un’offerta da cento milioni di dollari, mentre il leader anziano degli azionisti viene “convinto” a far pressione sugli altri rappresentanti in favore della proposta. Sebbene la parte lesa trovi allettante questa offerta, Patty è convinta di poter trarre molto di più da questa vicenda per i suoi assistiti ma soprattutto per se stessa: una vittoria di prestigio in uno dei casi più importanti della storia.
In verità Patty nasconde un asso da giocare al momento opportuno: Rose, o meglio il suo legame con Katie Connor (Anastasia Griffith), sorella di David e unica persona al mondo in grado di poter incastrare Frobisher. Ma la ragazza non si rende ancora conto della pressione che dovrà sopportare...

Damages - Stagione 1 Raramente ci è capitato di vedere qualcosa tanto promettente e avvinciente quanto Damages. Fin dalle prime sequenze emerge il carisma di una produzione che può fregiarsi di una ottima direzione artistica. Interessante lo stile di narrazione non lineare, in grado di enfatizzare il senso di mistero, inganno e manipolazione che permeano questa intigante serie. Se saprà manenersi su questi livelli sarà davvero “un delitto” perdersi questo Damages.