First look Faking It - Stagione 2

Al via su Mtv la seconda stagione di Faking it, la comedy divisa dedicata ad amori e problemi dei teenager

Articolo a cura di

Faking it, serie televisiva lanciata da MTV, è giunta sfrecciando alla sua seconda stagione. Protagoniste sono Karma (Katie Stevens) e Amy (Rita Volk), due ragazze, migliori amiche dall’infanzia che devono trovare il modo di diventare a tutti i costi popolari in un liceo texano nel quale chi è diverso e outsider ha un certo successo. Dunque, che fare? Nel corso di una festa, le due hanno un’ispirazione: fingersi una coppia lesbica e così vincere l’homecoming e diventare finalmente popolari.
Questo coming out non solo permette ad entrambe di raggiungere il successo ma permette anche a Karma di conquistare Liam (Gregg Sulkin), il ragazzo per cui ha una cotta da tempo immemore, e ad Amy di capire la sua vera identità sessuale. Quest’ultima, infatti, dopo il primo bacio dato alla migliore amica, si renderà conto che i sentimenti per lei non si limitano al semplice affetto: si tratta di vero amore.

Il giorno dopo..

Il finale della prima stagione di Faking it ci aveva lasciato con un bel punto interrogativo: Amy e Liam saranno effettivamente andati a letto insieme, tradendo spudoratamente Karma? Ebbene, sì. Questa prima puntata, dal titolo The morning aftermath, si apre proprio con l’immagine dei due giovani che si risvegliano nel letto insieme, consci di aver fatto qualcosa che li ha ulteriormente uniti ma, allo stesso tempo, se si venisse a sapere, potrebbe portare enormi danni nella loro relazione con l’amata Karma. E quest’ultima, ovviamente, all’inizio non sospetta assolutamente nulla. Le parti, al momento, sembra che si siano completamente ribaltate: mentre nella prima stagione era lei a voler mentire per poter raggiungere la popolarità (e conquistare Liam) ora è Amy quella che vuole fingere. Ma Liam, col suo spasmodico desiderio di sincerità potrebbe rovinare ogni piano...

Outsider è bello!

Faking it è una serie televisiva di genere Young adult, che si rivolge quindiprincipalmente ai teen ager. I protagonisti sono personaggi che vanno al liceo e che vivono i primi tormenti amorosi e le prime insicurezze sessuali. La storia è lineare, rapida, concisa, non si perde - per ora - in patetismi ma racconta, senza troppi fronzoli, quelle che sono le meccaniche adolescenziali nelle quali ogni giovane ragazzo può tranquillamente riconoscersi.
Lo show, inoltre, è una sorta di invito alla diversità: celebra gli ousiders e, allo stesso tempo, si occupa in maniera originale di una tematica molto delicata - e non da sottovalutare - come quella dell’omosessualità e del coming out al liceo. Protagoniste assolute sono indubbiamente Karma e Amy ma il liceo di Faking It si popola di un’ampia fauna di personaggi - fortemente stereotipati, per carità, ma ben caratterizzati e nonostante tutto mai banali e ben definiti.

Faking It - Stagione 2 Ogni puntata dura i canonici venti minuti e chiaramente Faking it si rivolge a quello stuolo di teenager che vogliono vedersi rappresentati in televisione da altri coetanei. E vogliono che lo si faccia con le stesse tempistiche con le quali si può limitare un giudizio nei 140 caratteri di un tweet. Se si prende la serie per quello che è, ossia un divertente e conciso intrattenimento adolescenziale, diciamo pure che ci troviamo di fronte a qualcosa di molto carino. Al momento, Faking It è in fase di crescita e sviluppo - esattamente come tutti i suoi personaggi - e speriamo che continui su questa falsa riga, senza andare a impantanarsi in sentimentalismi troppo arzigogolati.