Game of Thrones: Recensione della prima stagione della serie HBO

Una prima stagione ricca di intrighi, di sorprese ma soprattutto fedele a libro: ecco come tutto è cominciato, l'inizio della leggenda.

Articolo a cura di

Il 17 Aprile è finalmente cominciata la serie più attesa degli ultimi anni: Game Of Thrones. Ve ne abbiamo parlato nello speciale uscito qualche mese fa (potete trovarlo QUI), ora il serial ispirato alla famosissima saga di George R. Martin ha iniziato il suo percorso con una premiere di un'ora che ci ha colpiti profondamente.

Winter is coming

Il serial è ambientato in un mondo dove la magia sembra essere sparita da anni, nonostante molti preservano ricordi di quei tempi in cui vivevano strane creature. Ora, come monito di quei tempi, è rimasta solo una mastondica barriera di ghiaccio posta a nord, col solo scopo di tenere lontano il male e custodita da una congrega di persone che votano la loro intera esistenza (per scelta o costrizione) a questo scopo.
Il male peggiore sembra però provenire dall'uomo stesso. La tranquillità di Grande Inverno, regione dominata dall'antica famiglia Stark, viene sconvolta prima dal ritrovamento di alcuni cuccioli di meta-lupo, razza ritenuta estinta da quelle parti, e poi dalla venuta del Re, Robert Baratheon. Quest'ultimo ha viaggiato per oltre un mese per venire a chiedere a Ned Stark, suo vecchio amico, di divenire Primo Cavaliere del Re, in modo da poterlo difendere dagli intrighi di corte che sembrano aver posto fine prematuramente all'ultimo braccio destro di Robert. Ned dovrà quindi decidere cosa fare, se accettare questo pericoloso fardello ed abbandonare Grande Inverno oppure restare lì a proteggere i suoi familiari.
Nel frattempo, in un continente oltre il mare, i due superstiti della famiglia reale dei Targaryen si stanno muovendo per creare nuove alleanze e riconquistare il loro trono, sottrattogli anni prima da Robert Baratheon.

Realizzazione

Già dalla sigla iniziale, assolutamente perfetta ed evocativa in ogni sua parte, si può intuire la cura con cui è stato confezionato questo serial. Il cast si è dimostrato pienamente all'altezza (solo il personaggio di Catelynn convince meno): Sean Bean svetta su tutti, regalandoci un Eddard "Ned" Stark semplicemente perfetto, ma anche tutti gli altri, fino ai più piccoli attori (fondamentali nella saga) non sono da meno. Le scenografie, le armature, le armi, i vestiti, tutto è curato fin nei minimi dettagli. L'opera originale di Martin viene seguita con la stessa attenzione e nel guardare questa prima puntata sembra quasi di sfogliare le pagine iniziali della saga e vederla prendere vita. Inoltre la HBO, come ci aspettavamo, non si è fatta remore nel mostrare tutta la violenza e le scene di sesso presenti nel libro, lasciando tutto fedelmente riproposto, mentre i meta-lupi, almeno per ora, sembrano avere ben poco spazio, soprattutto visto il ruolo che dovranno assumere. Chiaramente il tempo a disposizione è quello che è, ma ci auguriamo che la trama, da questo punto di vista, non subisca particolari cambiamenti e che il rapporto coi meta-lupi venga approfondito nelle prossime puntate.

Game of Thrones - Stagione 1 Il gioco dei troni è cominciato nel migliore dei modi. Non crediamo fosse possibile fare di meglio. I fan della saga avranno la pelle d'oca dall'inizio della sigla fino ai titoli di coda, mentre quelli che non l'hanno letta potranno comunque apprezzare un serial che, se si manterrà su questi livelli, potrebbe rivelarsi il migliore degli ultimi anni.