First look Grimm - Stagione 1

E se i mostri delle favole esistessero davvero? La serie Grimm racconta quello che accadrebbe se la risposta alla domanda fosse affermativa

Articolo a cura di

In questo periodo la tv sembra aver riscoperto l'amore per le classiche e vecchie favole. Si, parliamo proprio di Biancaneve, Cappuccetto Rosso e compagni. Chiaramente non si tratta affatto di riproporle fedelmente, ma di rileggerle in una chiave diversa, più moderna e riadattata ai giorni nostri. Mentre da una parte l'ABC si destreggia con un Once Upon A Time, dove i personaggi delle favole vivono in un paese bloccato nel tempo, la cugina NBC cerca di dare al tutto un taglio più dark con Grimm. Il primo episodio andrà in onda il 28 ottobre, avvicinandosi così il più possibile alla fatidica notte di Halloween! Vediamo quindi insieme cosa ci si può aspettare dalla prima puntata di questo nuovo serial!

Favole o avvertimenti?

L'incipit, non molto originale, è tanto semplice quanto efficace: Nick Burkhardt è un detective della omicidi di Portland in procinto di chiedere alla sua fidanzata, Juliette, di sposarlo. Fin qui tutto nella norma, se non fosse che da un po' di tempo Nick vede strane cose. Ogni tanto infatti nota delle trasformazioni nei volti di alcune persone, che diventano simili a mostri. Come sempre accade cercherà di far finta di nulla, ma l'arrivo improvviso di zia Marie, la donna che l'ha allevato da piccolo. Marie sembra a conoscenza dei problemi di Nick e decide così di rivelargli la verità. Lui è un discendente dei Grimm (si, quelli delle storie), una famiglia maledetta in grado di vedere il vero volto dei mostri che ci circondano. Infatti tutte le creature delle favole vivono tra noi, cercando di mascherare il loro vero aspetto che si palesa quando perdono il controllo. Quale sia il compito dei Grimm non ci è ancora dato saperlo, ma Nick non avrà molto tempo per pensarci visto che in un parco di Portland è sparita una bambina...una bambina che indossava una bel cappuccio rosso...

Il lupo cattivo(?)

Grimm si presenta subito come un mix tra Supernatural e Dylan Dog. La famiglia destinata a cacciare mostri ricorda fin troppo i fratelli Winchester, per quanto per ora ci sia solo Nick, mentre l'elemento fortemente “crime” (non dimentichiamoci che il protagonista è pur sempre un detective) ci riporta al famosissimo indagatore dell'incubo, forse anche per l'aspetto dell'attore che lo ricorda non poco. L'idea che i Grimm fossero degli indagatori dell'incubo che per anni hanno classificato le creature delle favole non è propriamente originale ma è comunque molto interessante. Il fatto che tutte le favole dei fratelli fossero un modo per “educare” le persone su dei reali pericoli stuzzica l'interesse, lasciando la voglia di scoprire quali creature incontreremo nelle prossime puntate. Tra i protagonisti di questo primo episodio non si può fare a meno di citare Silas Weir Mitchell (Prison Break, My name is Earl), con la sua solita espressione allucinata, alle prese con l'interpretazione di un personaggio veramente molto divertente che, probabilmente, avrà lo scopo di allegerire l'atmosfera con momenti più comici.

Grimm - Stagione 1 Grimm convince, lasciandoci col desiderio di scoprire cosa accadrà nelle prossime puntate e quali creature si troverà a fronteggiare Nick. Purtroppo gli effetti speciali ed il protagonista non convincono appieno, ma è presto per dare un giudizio definitivo! Non ci resta altro che seguire il resto della stagione fin nel folto della foresta, continuando a seminare briciole di pane e sperando di non incontrare il lupo cattivo.