First look Jonathan Strange And Mr. Norrell - Stagione 1

Andiamo alla scoperta del primo episodio della serie tratta dall'omonimo romanzo di Susanna Clarke, una trasposizione partita col piede giusto e con un buon mix di ironia e mistero.

first look Jonathan Strange And Mr. Norrell - Stagione 1
Articolo a cura di

Il romanzo di Susanna Clarke, scritto nell'arco di dieci anni e vincitore alla sua uscita del prestigioso premio Hugo, è stato uno dei casi letterari più dibattuti del nuovo millennio. Si attendeva perciò con una certa trepidazione di osservare il risultato dell'omonima serie televisiva Jonathan Strange & Mr. Norrell, prodotta da BBC e ideale succeditrice "spirituale" del mai realizzato film in live-action, progetto saltato in seguito alla crisi di New Line Cinema. Sette episodi della durata di un'ora ciascuno che ripercorrono, nelle intenzioni, più che fedelmente le vicende del libro (il cui adattamento è stato curato da Peter Harness), con la regia affidata allo specialista del piccolo schermo Toby Haynes (The Musketeers e Sherlock nel recente passato) e un cast di volti più o meno familiari del panorama britannico con la presenza nei panni dei due protagonisti di Bertie Carvel (Les Misérables) ed Eddie Marsan (V per Vendetta).

È quasi magia Jonathan

Jonathan Strange, un giovane di buona famiglia, è appassionato di magia e si chiede il perché da ormai troppo tempo questa pratica sia completamente sparita dall'Inghilterra. Proprio durante le sue ricerche si imbatte in Mr. Norrell, un nobiluomo che vive in un'enorme villa piena di libri esoterici. Su spinta del ragazzo Norrell decide di offrire, a lui e al circolo di sedicenti teorici della magia di cui questi fa parte, una prova delle sue abilità. La fama del mago cresce così a dismisura ed arriva sino a Londra, dove l'uomo vede richieste le sue abilità per riportare in vita la giovane promessa sposa di un membro del parlamento: la resurrezione riesce però grazie all'intervento di un essere fatato che ha acconsentito ad aiutare Norrell solo in cambio di un ricatto. E nel frattempo una profezia, diffusa da un mago di strada, riguardante il leggendario re Corvo lascia intuire che anche il giovane Strange avrà un ruolo fondamentale nella vicenda.

Gli ultimi maghi

Il fascino del romanzo, che mescolava con un certo stile atmosfere alla Harry Potter a tematiche ed istinti più adulti e dark, si rispecchia già con una certa potenza nel pilot, capace di mettere in scena la storia e i personaggi con una grintosa semplicità narrativa. Se infatti il regista riesce a caratterizzare con piccoli tocchi le psicologie dei suoi protagonisti, il punto di forza è proprio l'alone magico che fuoriesce prepotente dai primi sessanta minuti di visione, con anche un discreto utilizzo degli effetti speciali, assai convincenti nella sequenza in cui le statue riprendono vita. Al contempo lo svelarsi della profezia, che vedrà opporsi i due personaggi del titolo, e l'entrata in scena nel finale dell'essere fatato, mettono già parecchia carne al fuoco e stuzzicano la curiosità del pubblico in vista degli episodi successivi.
La ricostruzione scenografica, pur se limitata per ora a poche ambientazioni (per di più di campagna), appare già di discreto livello, così come la componente tecnica e quella attoriale, con un Eddie Marsan perfettamente in parte.

Jonathan Strange And Mr. Norrell - Stagione 1 Ottima partenza per Jonathan Strange & Mr. Norrell con un pilot che ci accompagna con il giusto ritmo nelle profetiche sottotrame che avranno sviluppo nel proseguio della serie. Il calibrato mix di magia e ironia, con istinti cupi e dark, sembra inoltre già funzionare bene e rispecchiare più che degnamente le pagine del romanzo.

Altri contenuti per Jonathan Strange And Mr. Norrell - Stagione 1