Once Upon a Time 6x01: Anno nuovo, minaccia nuova

Gli abitanti di Storybrooke si preparano ad accogliere nuovi alleati e affrontare nuovi antagonisti, di cui uno avvolto nel mistero.

first look Once Upon a Time 6x01: Anno nuovo, minaccia nuova
Articolo a cura di

Al di là dell'esperimento non riuscito dello spin-off Once Upon a Time in Wonderland, la serie fantasy creata da Edward Kitsis e Adam Horowitz rimane uno dei prodotti di punta della ABC, grazie ad un cast affiatato, riflessioni divertenti sulle regole della scrittura e sugli elementi tipici delle fiabe e, per i fan più nostalgici della Disney (la proprietaria della ABC), la rilettura di momenti iconici tratti da film recenti (Frozen) e non (Fantasia). Una formula che torna in pompa magna nella premiere della sesta stagione, che si apre proprio con la rielaborazione di un classico animato i cui personaggi avranno un ruolo importante nel corso dei prossimi episodi: Aladdin.


Salvatori e profezie

È solo un assaggio quello che ci viene offerto in questa sede del mondo legato ad Agrabah, ed è ancora tutto da vedere il modo in cui il conflitto tra Aladdin e Jafar avrà conseguenze per gli abitanti di Storybrooke (Jafar in realtà è già apparso nello spin-off qualche anno fa, ma qui è come se lo vedessimo per la prima volta a causa di un cambio d'attore). Nel presente una nuova minaccia si profila all'orizzonte, ed è la parte meno interessante di questa premiere di stagione che pone le basi per almeno una storyline trita e ritrita (Zelena che tornerà alle vecchie abitudini) e un'altra che, a seconda di come verrà gestita, potrebbe essere una ventata di novità: la profezia che annuncia la morte di Emma Swan nel corso della battaglia finale. Per ora prendiamo la notizia con le pinze, perché difficilmente Kitsis e Horowitz ucciderebbero la vera protagonista della serie, a meno che non fosse nell'episodio finale, forse. In ogni caso, aspettiamo l'esito di questa trama orizzontale con una certa curiosità. Decisamente più promettente l'angolo narrativo riservato a Belle e Mr. Gold, con l'entrata in scena di un intrigante terzo incomodo proveniente dalla mitologia greca: Morfeo. Una bella sorpresa che riesce a rendere nuovamente appetibile una sottotrama che stava iniziando a girare a vuoto, permettendo soprattutto a Robert Carlyle di esplorare un nuovo lato della personalità di Gold/Rumplestiltskin. Insomma, Once Upon a Time è di nuovo sugli schermi con il solito misto di magia, amore ed avventura che non dovrebbe deludere i fan. I neofiti, attirati forse dall'idea dell'interazione con i personaggi di Aladdin, dovranno ancora aspettare per essere davvero gratificati.