First look Powers - Stagione 1

La serie originale prodotta da PlayStation Originals arriva anche sugli schermi italiani: abbiamo dato una prima occhiata alle disavventure dell'ex supereroe, riciclatosi detective, Christian Walker.

first look Powers - Stagione 1
Articolo a cura di
Marco Lucio Papaleo Marco Lucio Papaleo inizia a giocherellare sulle tastiere degli home computer nei primissimi anni '80. Da allora, la crossmedialità è la sua passione e sondarne tutti i suoi aspetti è la sua missione. Adora il dialogo costruttivo, vivisezionare le opere derivate e le buone storie. E' molto network e poco social, ma è immancabilmente su Google+.

Disponibile da una decina di giorni su Infinity.tv e da oggi su PlayStation Network (con una seconda stagione già pronta per essere diffusa, da giugno), Powers promette di essere il serial più "nerdofilo" degli ultimi tempi. Prodotto proprio da PlayStation Originals e tratto dalla serie a fumetti di Brian Michael Bendis e Michael Avon Oeming, lo show racconta come sarebbe il mondo se i supereroi e i supercriminali fossero tra noi... e si comportassero come vip. Ideata agli inizi degli anni 2000, l'ambientazione era per l'epoca originalissima, e a tutt'oggi non soffre di crisi d'identità, anzi con l'avvento dei social e l'avvicinamento del pubblico al genere supereroistico le possibilità narrative si sono moltiplicate.

Poteri

Powers è ambientato nel nostro mondo, tale e quale: c'è addirittura Mario Lopez alla tv USA, nei programmi del pomeriggio! Una differenza fondamentale, però, c'è: da decenni ormai si sono rivelati pubblicamente molti esseri umani con poteri straordinari. Alcuni di questi "lavorano" come supereroi e vigilanti, divenendo celebrità da copertina e talk show, protagonisti di documentari, eroi da collezionare sugli albi di figurine e a fumetti. Altri, invece, si danno al crimine, e proprio per fronteggiare questi individui definiti "Powers" nasce un'unità speciale della polizia dedita ad investigare e, per quanto possibile, prevenire i delitti compiuti da dotati di poteri fuori controllo.
La serie ruota attorno a Christian Walker, stanco agente ultraquarantenne che, in passato, è stato anch'egli un Power, prima di perdere i suoi poteri. Ora, insieme alla sua nuova partner di pattuglia Deena Pilgrim, si ritroverà a investigare sul ritorno di una vecchia nemesi (il teleporta Johnny Royalle) e i misteri che avvolgono il pericoloso Wolfe, la sua ex (e notissima supereroina) Retro Girl e Calista, giovanissima e determinata a qualunque costo a diventare una Power proprio come il suo idolo Retro Girl...

We could be Heroes, just for one day

Il primo episodio di Powers scorre via in maniera decisamente interessante: tanta la carne al fuoco e diversi gli spunti narrativi disponibili. La serie si distanzia fin da subito dal fumetto originale, pur mantenendone i personaggi principali, rimescolando le carte e la dinamica degli avvenimenti, oltre alla fisionomia di alcuni protagonisti: colpisce anche la rinuncia all'accesa verbosità della versione cartacea, anche se chiaramente gran parte della puntata passerà comunque tra dialoghi e scene di confronto. E qui emergono le prime criticità: se gli interpreti sono piuttosto convincenti (con uno Sharlto Copley dall'aria da cane bastonato più accentuata che mai) la limitatezza del budget si fa sentire e, a dispetto della casa produttrice, la CGI è di livello piuttosto scarso, situazione che ci riporta con la mente a diversi anni fa, ad esempio a serie come Smallville o Heroes.

Powers - Stagione 1 Powers è un serial con indubbie potenzialità ma altrettanto evidenti limiti. Toccherà constatare con mano se i pregi relativi all'ambientazione ben studiata e ai retroscena umani dei protagonisti sapranno superare le limitatezze tecniche imposte dal budget; vi proporremo presto la recensione della prima stagione completa, per fugare tutti i dubbi in proposito.