First look Scandal - Stagione 2

Tra misteri, tradimenti ed intrighi politici inizia la seconda stagione di Scandal

Articolo a cura di

La prima stagione di Scandal si era conclusa con la rivelazione soprendente che Quinn Perkins non era chi sosteneva di essere. Shonda Rhimes, ormai abituata a lasciare gli spettatori in sospeso per mesi ad ogni finale di stagione di Grey's Anatomy o Private Practice, non si è lasciata sfuggire nemmeno questa volta l'occasione di far iniziare i nuovi episodi con una svolta narrativa utile a dare una forte spinta alla trama del nuovo ciclo di puntate.
Il nuovo poster della serie afferma che i "segreti sporchi vengono sempre alla luce", e il ritorno sugli schermi di Scandal mantiene la promessa ed inizia a far emergere verità nascoste da anni.

Verità nascoste

Olivia Pope (Kerry Washington) si sta occupando del caso di Quinn Perkins (Katie Lowes), il cui vero nome è Lindsay Dwyer. La ragazza è accusata di aver inviato un pacco bomba al suo fidanzato, dopo averne scoperto il tradimento, e di aver così ucciso sette persone. Quinn/Lindsay sostiene di essere innocente e di essersi risvegliata due giorni dopo l'esplosione in un albergo di Washington, e aver trovato accanto al letto tutto quello che le serviva per iniziare una nuova vita con un'identità diversa.
Olivia e il suo team devono inoltre occuparsi di un politico nei guai a causa di una telecamera nascosta nel suo ufficio che lo ha ripreso mentre aveva un rapporto sessuale con una ragazza conosciuta da poche ore.
Il presidente degli Stati Uniti Fitzgerald Grant (Tony Goldwyn) e la First lady Mellie Grant (Bellamy Young) sono nel frattempo sotto gli occhi di tutti i cittadini americani, che stanno seguendo la gravidanza della coppia presidenziale con grande curiosità. Fitzgerald non riesce però a dimenticare Olivia e deve affrontare anche una delicata crisi politica internazionale.

Protagonista convincente

La seconda stagione di Scandal si apre con la scoperta di un altro lato della protagonista: Olivia è messa alla prova con un caso che nemmeno lei è in grado di vincere, ed il suo passato riserva ancora più segreti di quanto ci si potesse aspettare.
Kerry Washington è molto brava nell'interpretare il suo personaggio: il capo dei "gladiatori" è un perfetto insieme di forza e debolezze, sempre alla ricerca di un impossibile equilibrio tra le ragioni del cuore e la fredda razionalità richiesta nel suo lavoro. Shonda Rhimes ha l'esperienza necessaria per far risaltare la protagonista nonostante la presenza di numerosi personaggi, e al tempo stesso di non perdere di vista il quadro generale della situazione e tutti gli individui coinvolti, incastrando ogni tassello puntata dopo puntata, come in un complicato puzzle.

Una storia d'amore poco credibile

Nonostante sia una delle colonne portanti della trama di Scandal, l'elemento forse più debole dell'intero serial è la storia d'amore tra Olivia e Fitzgerald. Kerry Washington e Tony Goldwyn hanno dimostrato un'ottima sintonia, ma la relazione clandestina risulta ugualmente troppo forzata e poco credibile. Più interessante, invece, la personalità della first lady: la sua personalità e il modo in cui affronta la vita quotidiana alla Casa Bianca regalano degli interessanti spunti di riflessione sull'amore, la politica, e i compromessi che si è disposti a fare pur di raggiungere i propri obiettivi.
Tra i membri del team di Olivia, dopo l'addio di Stephen (Henry Ian Cusick) che ha preferito una vita "normale", continua a distinguersi il pragmatismo, l'ironia e il pizzico di cinismo di Abby (Darby Stanchfield) e il passato oscuro di Huck (Guillermo Diaz).
Promette bene anche la new entry dell'attore Joshua Malina come presenza fissa nel cast con il ruolo di David Rosen, che potrebbe diventare il nemico più temibile per i gladiatori guidati da Olivia.

Scandal - Stagione 2 Scandal è una serie in crescita rispetto alla prima stagione. La trama è stata resa più interessante, i misteri aumentano e gli interpreti sono ormai a proprio agio nelle interpretazioni. Il passato di Quinn-Lindsay, con tutte le sue ombre, si è rivelato una base solida per costruire i 13 episodi di cui sarà composta questa seconda stagione della serie. Rimangono non pochi dubbi sulla credibilità degli elementi romantici della storia ma, se gli autori non punteranno eccessivamente su questo aspetto, anche l'impossibile storia d'amore potrebbe dare ritmo e leggerezza a Scandal.