Scream Queens 2x01: le reginette dell'horror sono tornate

Un ospedale universitario, medici improbabili e un nuovo assassino a piede libero: arriva la seconda stagione di Scream Queens

first look Scream Queens 2x01: le reginette dell'horror sono tornate
Articolo a cura di

31 ottobre 1985. In un ospedale avvolto dal buio e dalla nebbia si sta festeggiando la ricorrenza di Halloween, tutti sono mascherati, la musica è altissima, la confusione è totale. Una donna ha bisogno di cure per suo marito in fin di vita, ma il personale medico non sembra dei più preparati ad affrontare le emergenze: si apre così, nel mistero di un luogo indefinito e all'alba di un nuovo assassinio la seconda stagione di Scream Queens, la serie horror-trash creata da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Ian Brennan, benedetta dalla fiducia del network Fox che l'ha confermata dopo il successo di pubblico dello scorso anno. Benché i personaggi siano gli stessi, è facile capire che la narrazione abbia mantenuto la forma antologica tanto cara a Murphy, con un ambientazione diversa e presupposti simili; a cambiare sono principalmente i ruoli dei soggetti all'interno dello spazio comune, un ospedale (invece che il college) gestito da Cathy Munsch (Jamie Lee Curtis), che nel frattempo è diventata un guru della sanità americana e vende sogni e cure a pazienti impossibili. Insieme a lei lavorano i dottori Brock Holt (John Stamos) e Cassidy Cascade, interpretato da un redivivo Taylor Lautner, che ben presto verranno raggiunti dalla triade delle Chanel (Emma Roberts, Abigail Breslin e Billie Lourd), riqualificate come infermiere tre anni dopo le indagini della Kappa Kappa Tau.

Un ospedale, nuovi misteri e il solito trash: bentornate Scream Queens

L'episodio inaugurale della seconda stagione si svolge esattamente come il pilot andato in onda un anno fa: un flashback introduce la fonte del mistero mettendo in scena un terribile (e per adesso inspiegabile) omicidio, tinteggiando l'atmosfera con toni scuri senza dimenticare quella nota autoironica e dissacrante che caratterizza la scrittura di Scream Queens. Oltre alle tre Chanel, di cui conosciamo già i profili volutamente superficiali, al team di creatori non resta che presentare i due volti nuovi, cercando di caratterizzarli grazie all'estetica e ad alcuni dettagli che, come nel caso di Lautner, strizzano l'occhio al passato cinematografico dell'attore: se in Twilight il licantropo Jacob aveva una temperatura corporea molto alta, qui il giovane e non troppo sveglio Cassidy è gelido, piccolo particolare che farà divertire gli spettatori e aggiunge pepe allo spettacolo del piccolo schermo. Restano invariati anche gli espedienti artistici, con la camera spesso obliqua a deformare l'immagine naturale, il ritmo veloce scandito da una soundtrack ammiccante e nostalgica, la recitazione sopra le righe e un uso eccessivo ma pertinente del colore. In attesa dei prossimi sviluppi, questo inizio di stagione di Scream Queens sembra voler ribadire il proprio stile senza però aggiungere nulla al proprio repertorio, con il rischio di ripetersi nel tempo sgretolando la fiducia del pubblico. Staremo a vedere.