First look Slasher - Stagione 1

Sarah, una giovane artista ancora in cerca della sua strada, decide di trasferirsi con il marito nella casa in cui, quasi trent'anni prima, furono trucidati i suoi genitori. Lì, l'incubo che sperava di essersi lasciata alle spalle, tornerà a trovarla.

first look Slasher - Stagione 1
Articolo a cura di
Nicola Della Pergola Nicola Della Pergola da bambino ricevette in regalo una VHS di Indiana Jones e da allora non ha più abbandonato la passione per i film e per le serie tv. Decide però di dedicarsi anche ad altro e comincia quindi una discreta collezione di scacchiere. Legge, scrive e fa siti web. Si annoia raramente e mai quando è da solo [cit.]. Stalkeratelo su Facebook

Chiller è un canale americano, nato nove anni fa, che trasmette solo programmi legati al mondo horror o thriller. Nel loro palinsesto si possono trovare diverse serie che hanno a che fare con il paranormale (da X-Files a 666 Park Avenue, da Urban Legends a Harper's Island), ma i prodotti originali - creati cioè ad hoc per il canale - si possono contare sulle dita di una mano. Tra questi ha fatto il suo esordio il 4 marzo Slasher, serie antologica americana e canadese creta da Aaron Martin, che, per ammissione del suo stesso creatore, si rifà in parte ad American Horror Story e in parte ai film di genere degli anni '80 e '90.

Trama

1988, la notte di Halloween. Bryan and Rachel sono una giovane coppia che si prepara a festeggiare la notte e la loro futura bimba: Rachel è infatti ormai al nono mese di gravidanza e presto partorirà. Ma niente va come deve andare: un uomo incappucciato si intrufola nel loro appartamento e li trucida con un enorme coltello, sventrandoli. Quando arriverà la polizia troverà l'omicida ancora in casa, a sedere su una seggiola a dondolo, intento a cullare quella bambina che, incredibilmente, è uscita illesa dal grembo materno.
Oggi. Sarah (Katie McGrath), la bambina sopravvissuta 28 anni prima al massacro della propria famiglia, decide di trasferirsi assieme al marito Dylan (Brandon Jay McLaren) nella casa che era stata dei suoi genitori. Se gli abitanti del piccolo paese sembrano non aver dimenticato quello che accadde quella fatidica notte di Halloween, Sarah scoprirà che ci sono molti altri segreti celati dietro l'apparentemente semplice vita di periferia. Ma soprattutto capirà presto che l'incubo che pensava di essersi lasciata alle spalle, è in realtà solo all'inizio.

Un titolo che racchiude tutto

La serie mantiene le promesse racchiuse già nel suo titolo (con slasher ci si riferisce a un genere cinematografico caratterizzato dalla presenza di un maniaco omicida che agisce in maniera cruda e cruenta). I richiami ai film cult degli anni '80 e '90 sono evidenti fin dalle primissime battute (non è un caso che l'omicidio dei genitori di Sarah avvenga nella notte di Halloween, palesando da subito un omaggio al capolavoro di John Carpenter del 1978) e ci accompagneranno per tutti i 50 minuti della prima puntata. Gli atteggiamenti dei protagonisti, lo svolgimento della trama e persino le scenografie danno un grosso senso di dejavu che può compiacere gli appassionati del genere - soprattutto quelli di una certa età - ma può anche infastidire per l'innegabile prevedibilità; perché al momento di originale in questa serie non c'è davvero nulla e ci si trova catapultati in un mondo che ha il chiaro compito di giocare con l'effetto nostalgia dello spettatore.

Punti forti e deboli

Ci sono un paio di cose in questo pilot che non convincono: la recitazione degli attori è spesso ingessata e sembra mancare di quel quid che potrebbe dare una marcia in più a tutta la serie, la colonna sonora non eccelle, risultando anonima e poco incisiva, e la scenografia appare un po' scarna, evidenziando qualche limite di budget.
Eppure, nel complesso, sono più i punti a favore che quelli contrari: Slasher non solo cita e omaggia tutta una serie di capisaldi del genere (dal già citato Halloween a Scream, da Twin Peaks a Venerdì 13) ma lo fa con una certa maestria, con ingranaggi che si incastrano bene, un assassino inquietante quanto basta e scene - anche piuttosto forti - che colpiscono e rimangono impresse. Anche la trama, che non brilla certo per originalità, racchiude in sé del buon potenziale che potrebbe riservare qualche gradita sorpresa e alcuni colpi di scena interessanti.

Slasher - Stagione 1 Slasher parte con il piede giusto, ricevendo buone critiche dagli addetti al settore pur senza aver riscosso un grande successo di pubblico. Il voler riproporre elementi già visti nella cinematografia horror non deve essere visto come una mancanza di originalità ma come un voluto omaggio a film e serie tv che hanno segnato lo scorso ventennio. Pur non essendo esente da difetti, questa prima puntata sembra aver messo le basi per un buon prodotto, a patto che presto ci si stacchi dal mero citazionismo per proporre qualcosa di effettivamente nuovo.