Teen Wolf 6x01: l'importanza della memoria

Una nuova minaccia incombe su Beacon Hills: il branco di Scott dovrà vedersela con cavalieri fantasma capaci di cancellare l'esistenza delle loro vittime.

first look Teen Wolf 6x01: l'importanza della memoria
Articolo a cura di

"If you give this man a ride / sweet family will die / killer on the road": è proprio la celeberrima Riders on the Storm dei The Doors, canticchiata da Lydia (Holland Roden), a rivelarci l'identità dei cattivoni dell'episodio (e dell'intera stagione): i ghost rider, cavalieri fantasma che fanno parte della Caccia Selvaggia e hanno il potere di cancellare l'esistenza delle loro vittime e tutti i ricordi ad esse legate. La sesta e ultima stagione di Teen Wolf parte subito in quarta, creando fin dalle prime scene di "Memory Lost" un'atmosfera tesa e carica di suspense che non delude le aspettative dei fan della serie, che aspettavano questa premiere già da giugno, quando è stata rimandata a data da destinarsi. Già nelle scene iniziali vediamo le prime vittime dei ghost rider, ritrovando il nucleo principale del branco di Scott (Tyler Posey) - ma senza Kira (Arden Cho), che non tornerà nella serie - impegnato nelle indagini di quello che sembra essere un caso soprannaturale - o così se non altro pensa Stiles (Dylan O'Brien), che sembra volersi aggrappare a questa possibilità con tutte le sue forze.


"Find a way to remember me"

Ed è proprio Stiles a finire vittima dei ghost rider: il trailer della stagione e le dichiarazioni del produttore Jeff Davis ci avevano preparato al fatto che il migliore amico di Scott sarebbe stato rapito dai ghost riders e, di conseguenza, cancellato dalla memoria collettiva di chiunque a Beacon Hills. La scelta narrativa è stata in qualche modo obbligata dalla fitta agenda dell'attore, impegnato prima con le riprese di Maze Runner e poi con la convalescenza in seguito a un brutto incidente avvenuto proprio sul set del film. La trovata si rivela comunque interessante: ci aspetta una stagione incentrata sulla memoria, sui forti legami che possono nascere tra le persone e sul vuoto che rimane quando questi legami vengono di colpo spezzati e annullati. Sembra insomma che questa stagione finale sarà all'insegna della nostalgia, senza tuttavia mettere da parte l'elemento soprannaturale che da sempre fa da colonna portante della serie.

"Beacon Hills will burn to the ground without us"

I membri più anziani del branco di Scott si trovano a un punto cruciale delle loro vite: l'ultimo anno - il senior year per gli americani - sta giungendo al termine, e presto i nostri eroi dovranno lasciare Beacon Hills per andare al college. Questo porta a inevitabili riflessioni, a partire dallo scambio di battute tra Scott e Stiles, che si chiedono se la città sarà al sicuro anche senza di loro. Anche Liam (Dylan Sprayberry) inizia a interrogarsi sul futuro del branco, e così facciamo noi spettatori: potrà esserci un nuovo alpha del calibro di Scott? Liam riuscirà a proteggere Beacon Hills e i suoi abitanti? Il branco è davvero destinato a sciogliersi? Sono domande che assilleranno a lungo i protagonisti - e noi spettatori con loro! - e che troveranno una risposta solo col procedere di una stagione che ci auguriamo possa tirare le fila dell'intera serie con maturità e coerenza, concludendo degnamente le storyline di ogni personaggio senza lasciare dubbi irrisolti. È già capitato che una stagione di Teen Wolf partisse bene per poi chiudersi in maniera imprecisa, lasciando buchi narrativi qua e là, ed è un errore che stavolta gli sceneggiatori non possono permettersi di commettere.