First look The Last Man on Earth - Stagione 1

Phil è l'ultimo uomo rimasto sulla terra. Come se la caverà? E se non fosse proprio l'unico? Tra goliardie e momenti di solitudine, il nostro "eroe" conoscerà un mondo che non è più lo stesso. O forse no?

Articolo a cura di

Chi di noi non ha mai immaginato di essere l'ultimo uomo rimasto sulla terra? Chi non si è figurato scenari post apocalittici in cui tutte le regole facenti parte del mondo che conosciamo venivano sovvertite e ci si ritrovava ad avere a che fare con una realtà uguale e diversa al tempo stesso? Titoli e titoli - anche andando molto a ritroso nel tempo - hanno suggerito, accarezzato e disegnato uno scenario simile, in buona parte leggendolo in chiave catastrofica, laddove l'uomo rimasto (più o meno) solo aveva spesso a che fare con pericoli d'ogni genere, trappole atroci e un'aura costante di morte che rendeva palpabile la tensione già alle stelle. Ecco dunque che The last man on earth mostra subito la sua diversità. Si parte dalla medesima base, ma si giunge a risultati diametralmente diversi. E difatti, la comedy in onda su Fox dal 1 marzo non ha certo l'obiettivo di terrorizzare, né tanto meno promuovere chiacchiere filosofiche. Tutt'altro.

E se non fosse l'ultimo rimasto?

Dopo una pandemia che ha colpito l'intero globo (siamo nel 2020), Phil (Will Forte) si riscopre l'unico sopravvissuto e dunque l'ultimo uomo rimasto sulla terra. Dopo aver girato gli USA in lungo e in largo, si rassegna e si dà alla bella vita fatta di alcool, furti e saccheggi (ma ha ancora senso definirli tali?), e trasforma le città in un immenso parco giochi, dove inventa ogni giorno modi nuovi per divertirsi e passare il tempo. Tuttavia, deve aver sbagliato qualcosa, perché di lì a poco si imbatte in una donna. L'incontro-scontro è tutto da ridere e ripropone il vecchio contrasto tra maschile e femminile, anche in un contesto tanto particolare quanto un mondo deserto senza più regole né costrutti. Sebbene Phil abbia desiderato moltissimo una compagna nei suoi lunghissimi giorni di solitudine, si ritroverà a maledire l'incontro con Carol (Kristen Schaal) , dal quale nasceranno risvolti esilaranti.
Ciò che più si apprezza in The last man on earth è, oltre alla simpatia del protagonista e alla sua mimica, la serie di fortunate scelte registiche e musicali che sanno rendere alla giusta maniera ogni momento. Una mix di tristezza, patetismo, paradossalità e divertimento allo stesso tempo, che vi sproneranno a volerne vedere di più.

The Last Man on Earth - Stagione 1 The Last Man on Earth, dopo la visione dei primi episodi, appare come una serie finalmente godibile in questo mare di titoli dimenticabili dell'ultima stagione. Un'idea, quella avuta da Will Forte, di base simpatica e vincente, sorretta da una buona realizzazione e due attori che sanno farsi amare. Il serial targato Fox sembra quindi sicuramente da non perdere.