First look The LXD - Stagione 1

Arriva la "Lega dei ballerini straordinari": siete pronti ad entrare nel mitico mondo della street-dance?

first look The LXD - Stagione 1
Articolo a cura di

Dal 30 settembre è disponibile gratuitamente in Italia la nuova web-serie di Jon M.Chu (ora nelle sale con Step Up 3D, di cui potete trovare la recensione QUI) sullo stupefacente mondo dei super...ballerini. La Lega degli "eXtraordinary Dancers" è infatti una sorta di circolo per giovani talenti che, a differenza degli X-Men, fanno della danza e delle arti performative il loro "superpotere". Secondo Chu, sono gli street-dancer i veri supereroi della nostra generazione, in grado di eseguire passi e movimenti acrobatici oltre i limiti della fisica newtoniana.

La leggenda

Sappiamo poco di “LXD”. A parlarcene è il volto scavato di un vecchio saggio, che al crepitio di un fuoco primordiale introduce la storia di Trevor Drift (Luis “Luigi” Rosado). Come la Marvel insegna, ogni supereroe “mutante” scopre i suoi poteri in tenerà età e passa l’adolescenza a nasconderli fino a quando un evento straordinario lo costringe a rivelarli in pubblico. Per Trevor è lo stesso. Il suo evento straordinario si svolge durante il classico ballo scolastico, quando il prepotente di turno lo allontana dalla sua amata. In questo caso però, niente scazzottate sui grattacieli nè raggi energetici. Siamo al ballo e Trevor deciderà di ballare...

Che fine ha fatto la breakdance?

Sono passati circa 30 anni quando al Lincoln center di New York la ABC trasmise la prima performance di breakdance in televisione. A sfidarsi erano un manipolo di teenagers provenienti dal Bronx, che diverranno delle vere e proprie leggende nella storia della danza di strada. In alcune enciclopedie la Breakdance è morta alla fine degli anni ‘80, quando anche il nostro Jovanotti appese al chiodo l’immagine di “rapper” e l’Hip Hop divenne roba da “americani”. Fatto sta che la danza di strada, in strada, ci ha messo sempre meno piede ed oggi torna più “fresh” che mai. Scuole, trasmissioni tv, cinema, spettacoli: il pubblico ama la danza urbana ed i produttori...beh, loro “amano chi la ama”.

Miti d'oggi

La leggenda dei ballerini straordinari sfrutta un mito creato negli ultimi anni da format televisivi come So You Think You Can Dance o American Best Dance Crew (il cui squallido surrogato italiano si fa chiamare “Amici di Maria”). Lo street-dancer, a differenza dello stereotipo accademico, è un ballerino col proprio stile di vita, abbigliamento, personalità: un vero e proprio “character”. L’analogia con il supereroe è più che evidente e in queste prime immagini di LXD il tutto viene condito con un’hollywoodiana dose di intrigo ed avventura. A differenza dei caramellosi dance-movie per ragazzine, qui il musical viene abbinato al superhero movie per confezionare un prodotto decisamente al maschile. L’operazione si svolge interamente sul web e attraverso una campagna cross-mediale che spazia da Facebook alla vendita di t-shirt, fino alle performance dal vivo (sono stati gli LXD ad esibirsi alla scorsa notte degli Oscar), la Paramount e Jon Chu si aggiudicano una bella fetta di supporters.

The LXD - Stagione 1 The LXD è un prodotto innovativo su tutti i punti di vista: pubblicitario, mediatico, estetico. L’Italia sarà in grado di cogliere la novità o preferirà la comodità del telecomando? Certo, il dance-movie rimane un genere di nicchia, eppure il grande successo di Glee (con cui lo staff di LXD collabora) ci fa ben sperare anche per quello della street-dance. Allacciate le scarpe e sintonizzatevi su thelxd.com: la leggenda ha inizio.