First look Wilfred - Stagione 1

Ryan vede nel cane Wilfred un uomo travestito da cane. Niente sarà più come prima

Articolo a cura di

Sul canale americano FX ha da poco fatto il suo esordio una nuova comedy che accompagnerà i telespettatori americani, e magari anche qualche italiano, attraverso tutta l'estate. Si tratta di Wilfred, commedia di importazione australiana di cui sono previste 13 puntate e che vede protagonista principale della serie Elijah Wood. Questi interpreta un giovane in crisi esistenziale che vede, o crede di vedere, nel cane della vicina, Wilfred, un uomo con uno strambo costume da cane. Come detto, Wilfred non è una serie originale bensì si tratta di un remake dell'omonimo telefilm andato in onda, per due stagioni, sulla televisione australiana SBS One. Con Wilfred continua quindi la tendenza da parte delle majors americane di importare il concept di serie tv dall'estero, prevalentemente la terra di conquista è l'Inghilterra, per poi rielaborarle in un formato più consono all'eterogeneo pubblico a stelle e strisce. La prima puntata di Wilfred, i cui episodi hanno il formato standard delle comedy americane di poco più di venti minuti, è andata in onda il 23 giugno scorso, facendo registrare il miglior risultato di sempre, in termini di ascolti, per una comedy sul canale FX. La serie continuerà con cadenza settimanale sino a settembre, mentre per ora non vi sono ancora notizie su una possibile trasmissione in Italia.

not just a dog

Perno dello show è, ovviamente, Elijah Wood, che veste gli scomodi panni di Ryan, ex-avvocato con tendenze suicide e affetto da, presunte, allucinazioni. L'interprete di Frodo Baggins, dopo il successo ottenuto con il Signore degli Anelli ed aver, nei successivi dieci anni, girovagato per vari settori del cinema americano, prova a giocare la carta di questa particolare comedy per reinventarsi in un ulteriore forma. Accanto a lui, nei panni del cane, o uomo con un costume da cane, Wilfred, c'è l'attore australiano Jason Gann, co-creatore dell'originale serial australiano, dove, anche lì, interpreta il complicato ruolo di Wilfred. Accanto al duo di protagonisti compare la biondissima Fiona Gubelmann, Jenna, la padrona di Wilfred e Dorian Brown, stressatissima sorella di Ryan. L'adattamento della serie originale è, invece, curato da David Zuckerman, scrittore e produttore de I Griffin ed American Dad.

il miglior amico dell'uomo

Il pilot di Wilfred racconta la tormentata storia di Ryan, ex avvocato in crisi impegnato nella revisione della sua lettera di suicidio. La sua vita cambia,- e i suoi propositi autodistruttivi con essa, quando nella casa accanto alla sua si trasferisce, assieme al suo cane Wilfred, la giovane Jenna. I problemi per Ryan iniziano quando si accorge di vedere in Wilfred invece che un comune e paffuto cane, un uomo con indosso uno strano costume da cane. E' da qui che partirà il plot della serie in cui viene mostrato lo strano rapporto che si instaurerà tra Ryan e Wilfred e le situazioni che da esso ne deriveranno. Ryan sembra trovare in Wilfred un amico di cui fidarsi ed un sostegno che lo aiuti ad uscire dal tunnel in cui si era andato ad infilare.

Wilfred - Stagione 1 La prima puntata del serial scorre abbastanza velocemente, senza quasi lasciare traccia, giusto il tempo di presentare la nascita del rapporto tra Ryan e Wilfred che dovrebbe essere l'elemento centrale del proseguo della storia. L'aspetto comedy tradizionale passa quasi in secondo piano, le situazioni divertenti non sono frequentissime ed alcune strappano a stento qualche risata, mentre l'aspetto narrativo sembra essere più curato in termini di realizzazione, anche grazie all'ottima prova dei due attori principali. Elijah Wood, dopo aver attraversato la Terra di Mezzo in lungo ed in largo, sembra calzare a pennello nel ruolo del visionario Ryan, mentre Jason Gann, che già ha interpretato Wilfred nella versione australiana, si ritrova a suo agio nella parte dell'uomo-cane dai comportamenti decisamente poco convenzionali.