Legends of Tomorrow, Franz Drameh: Firestorm vi stupirà

In occasione dell'uscita su Infinity di Dc'S Legends of Tomorrow, vi raccontiamo qualcosa in più della serie con l'interprete di Firestorm.

intervista Legends of Tomorrow, Franz Drameh: Firestorm vi stupirà
Articolo a cura di
Serena Catalano Serena Catalano Figura mitologica metà umana e metà pellicola, ha sfidato e battuto record mondiali di film visti, anche se il successo non l'ha minimamente rallentata. Divora cortometraggi, mediometraggi, lungometraggi, film sperimentali, documentari, cartoni animati: è arrivata addirittura fino alla fine della proiezione di E La Chiamano Estate. Sogni nel cassetto? Una chiacchierata con Marion Cotillard ed un posto nei Tenenbaum.

Ci siamo finalmente: Dopo l'arrivo di Supergirl su Infinity, l'Arrow-verse sta per arricchirsi con un altro titolo molto interessante, ovvero il progetto DC'S Legends of Tomorrow. L'intenzione di sviluppare una serie corale targata DC era già in cantiere da molto tempo, ma solo recentemente gli sviluppatori Greg Berlanti, Marc Guggenheim e Andrew Kreisberg hanno portato alla vita la storia di Rip Hunter (un nuovo eroe che si aggiungerà ad Arrow e The Flash nell'universo creato dalla CW). Il protagonista, viaggiatore del tempo, torna indietro fino al 2016 per riunire a Central City un team di eroi, il cui scopo comune sarà quello di sconfiggere il villain Vandal Savage, intenzionato non solo a distruggere il mondo ma il tempo stesso. Per l'occasione, abbiamo chiesto qualche dettaglio in più a Franz Drameh, che nella serie interpreta Jay Jackson/Firestorm.

Il destino di Firestorm

Qual è l'aspetto più complesso dell'interpretare Firestorm?
Non so quale è stato esattamente il momento più complicato, ma il più divertente è stato sicuramente lavorare con Victor Garber (che nella serie interpreta Martin Stein, l'altra metà di Firestorm, ndr). Riuscire ad esplorare la dinamica dei personaggi è stato fantastico, ed è stato molto divertente vedere come il loro rapporto è riuscito ad evolversi: hanno iniziato come due teste calde e non andavano molto d'accordo, ma quando la stagione ha iniziato a procedere ed entrare nel vivo hanno iniziato a capirsi l'un l'altro. Il legame che hanno è molto grande, hanno un bel rapporto, cosa che è stata molto divertente da creare e da esplorare. Lavorare con Victor è stato fantastico, è davvero un bravo ragazzo.
Com'è Victor sul set?
È in assoluto il tipo più divertente da avere intorno. Anche se non capisce una parola di quello che dico per la metà del tempo, a causa del mio accento e del mio slang proveniente dall'Inghilterra. È sempre lì a dirmi "ma che significa? Puoi parlare inglese con me?", è brillante. Adoro Victor. È davvero il migliore.

Oltre a lui, con quali altri attori hai avuto più piacere di lavorare?
Adoro davvero tanto avere scene con Arthur Darvill. Prima di tutto perché è britannico, ed è sempre un piacere lavorare con un collega britannico, ma soprattutto perché è un attore davvero fantastico. Ogni singolo take che fa, cambia qualcosa. Mantiene la recitazione sempre fresca e nuova, ed è sempre pronto a provare nuove direzioni. Mi piace molto lavorare con lui, e sinceramente siamo davvero fortunati ad avere un cast così magnifico. Tutti sono grandiosi ed è bello lavorare con ognuno di loro, soprattutto perché andiamo molto d'accordo - ed è raro.
Oltre al finale, quali episodi non vedi l'ora di mostrare ai fans?
Non vedo l'ora che vedano l'episodio 12, perché è l'episodio in cui abbiamo la possibilità di esplorare un po' la famiglia di Jackson e le dinamiche dei suoi genitori. Ci sono alcuni momenti davvero belli in cui puoi vedere perché Jax è fatto così. L'episodio 12 è davvero un bellissimo episodio per Jackson, non vediamo molto della sua famiglia prima di quel momento, quindi sarà divertente esplorare queste cose per il pubblico.
Quale supereroe amavi più di tutti prima di firmare per DC's Legends of Tomorrow?
Batman! Ero intorno a Batman continuamente, è il mio supereroe preferito. Amo Batman, e soprattutto amo Ben Affleck come Batman, credo che abbia davvero centrato il personaggio. Era lui il Bruce Wayne che aspettavo da tempo, l'uomo cinico che non si fida di niente e di nessuno. Quello che ha sempre un piano d'azione. Batman potrebbe prendere in mano l'intera Justice League se volesse, sta solo aspettando il giusto momento. E non vedo l'ora di vedere dove lo porteranno nei prossimi film.