Intervista Teen Wolf - Holland Roden e Tyler Hoechlin

Conosciamo meglio il cast di Teen Wolf: Holland Roden e Tyler Hoechlin

intervista Teen Wolf - Holland Roden e Tyler Hoechlin
Articolo a cura di

Per i fan italiani di Teen Wolf il 2014 si è chiuso nel migliore dei modi: per la prima volta hanno avuto la possibilità di incontrare gli attori della celebre serie prodotta da MTV, grazie alla FantasyEvents che ha organizzato la prima Convention italiana (non ufficiale) dedicata a Teen Wolf, la Nemeton ItaCon. Tantissimi i partecipanti che, nel corso dei tre giorni di convention, hanno dimostrato al cast la potenza del fandom italiano. L’entusiasmo è stato così alto, da entrambe le parti, che dopo la cerimonia di chiusura è stata già annunciata una seconda edizione dell'evento, la Nemeton Returns. Come spesso accade in queste occasioni, durante gli incontri con il cast, l’attenzione è stata posta principalmente sul lato privato della vita dei vari attori, cercando di scoprire quanto ognuno di loro ha in comune con il personaggio che lo ha portato al successo. Pochi quindi gli spoiler sulla prossima stagione di Teen Wolf, la cui trama è ancora segreta, anche per gli attori stessi. Tutto è custodito nella mente di Jeff Davis e, a quanto pare, rimarrà lì fino al giorno dell’inizio delle riprese. L’esperienza è stata comunque positiva e ha permesso a tutti di vedere tutto questo mondo da una prospettiva diversa, nuova, più divertente e personale che, tutti i fan di una serie tv, dovrebbero sperimentare almeno una volta nella vita.

Holland Roden

Cominciamo questo viaggio dietro le quinte di Teen Wolf con Holland Roden: logorroica, sempre su di giri, sorridente e piena di entusiasmo, l'attrice è diversissima da Lydia Martin, il personaggio che l’ha resa famosa; deve quasi tutto a questa serie tv e ne è consapevole, ma questo non le impedisce di coltivare una vasta serie di interessi che, insieme ai suoi passati studi scientifici, la rendono una persona dai gusti eclettici e dalla sensibilità particolare. È bellissimo vedere come le si illumina lo sguardo davanti alle dimostrazioni di affetto dei suoi fan e cerca di accontentare ogni loro richiesta. L’Italia, che aveva già visitato durante un viaggio privato qualche mese fa, l’ha incantata: non solo per la pasta, di cui è diventata una fan, ma soprattutto per la sua storia e la cultura. E Holland cerca, in tutti i modi, di dire, tra una chiacchierata e un saluto, qualche parola in italiano... ma spesso le viene fuori un divertente misto tra italiano, spagnolo e inglese.

Lydia tra passato e futuro

Il calore che i fan italiani ti hanno dimostrato in questi giorni è enorme. Che rapporto hai con loro?
Oh è fantastico! Mi piace incontrarli e scoprire chi sono, come va a scuola, quali sono le loro altre serie preferite. Ogni volta che ne ho la possibilità, al momento degli autografi o delle foto, cerco sempre di far loro delle domande. Mi piace capire chi sono queste persone.

Non proprio un atteggiamento da Lydia...
No, ma Lydia è cambiata molto nel corso di queste stagioni di Teen Wolf. Mi piace molto il suo percorso e il modo in cui si sta maturando. Sta trovando un modo tutto suo di andare avanti, una progressione molto naturale. Jeff le sta dando il suo tempo per capire chi vuole essere.

Sei felice che sia una Banshee?
Le mie corde vocali non lo sono per niente! Per questo ho sempre la voce di un gatto morente. Cioè da un lato è positivo perché io, al contrario dei miei colleghi, non devo passare tantissime ore in sala trucco ma, a dire il vero, sono anche un po’ gelosa di loro...

Tu chi vorresti che fosse?
Oh io vorrei fosse un lupo mannaro! Ma solo perché sono curiosissima di vedere come starebbe con tutti quei peli addosso. Ma è una sarebbe una scelta personale dettata dalla curiosità. Magari posso vestirmi da Lydia mannara per il prossimo Halloween.

Quindi se potessi scrivere una scena per il tuo personaggio, a faresti diventare un lupo mannaro?
No, le farei prendere parte a una gara di Hip-Hop! È una cosa che sogno da sempre, di vederla in un contest con Beyoncè e Jay-Z... ma nessuno mi ha mai accontentata. Mi sa che non succederà mai!

In compenso però Lydia ha una vita sentimentale piuttosto movimentata. Secondo te prova qualcosa per Stiles?
Sapevo saremmo arrivate a questo punto! Non lo so! Davvero. Credo siano dei buoni amici. Si, lo so... non è quello che vorresti sentirti dire. Dovremo tutti aspettare la prossima stagione per vedere se succederà qualcosa o meno. Questa è una domanda per Jeff Davis non per Holland Roden: io sono solo un’attrice, una marionetta.

Parliamo allora di un amore... finito. Se le cose non fossero andate in questo modo, ci sarebbe stato un futuro per Jackson e Lydia?
Interessante... fammici pensare. Non lo so. Penso di si. Mi piaceva quando stavano insieme, perché la loro era una storia molto realistica. Nessuno dei due era perfetto, ma con il tempo Jackson aveva imparato ad amare Lydia e sono entrambi maturati molto. Non sono sicura se sarebbe rimasti insieme, ma credo di si.

Sicura? Insomma prima ha perso il ragazzo, poi la migliore amica e poi... di nuovo il ragazzo!
Vero! Non ci sono streghe o vampiri nella mitologia di Teen Wolf, ma se ci fossero Lydia sarebbe sicuramente una strega, perché riesce sempre ad allontanare tutti. È stata dura per lei, ma la maggior parte del dolore è stato metabolizzato fuori dalle puntate, nel lasso di tempo tra le due stagioni. Ma tutto questo dolore lo porterà sempre con se.

E un giorno le sarà utile... per esempio: dove la vedi tra 5 anni?
Lydia? Avrà finito il college, tornerà a Beacon Hills e sarà sindaco della città!

Allison sarebbe stata orgogliosa di questo progetto! Cosa ti manca di più del rapporto tra Allison e Lydia?
Nulla! Ma solo perché Crystal è una buona amica e la vedo continuamente fuori dal set. Quello che mi manca di Allison e Lydia lo vivo fuori dallo schermo. So che a voi manca, ma a me no. A Lydia manca la sua migliore amica, ma a me no. Per lo più mi mancano i discorsi scemi fatti nelle pause tra le riprese, quelli sullo shopping e i ragazzi. Nella quarta stagione, la maggior parte dei discorsi li ho fatti con Dylan... e ti assicuro che con lui non si parla di shopping!

Curiosità su Holland

Sappiamo che i tempi di lavorazione di Teen Wolf sono molto serrati. Quali sono le scene più difficili da girare?
Non ci sono scene particolari, a dirti il vero le più difficili sono quelle che giriamo quando io sono molto stanca o durante le riprese notturne. Perché sei stanchissima, magari sei sul set da tantissime ore, ma devi andare avanti. Ci sono giorni in cui è davvero dura, rimani sveglio per 30 ore e sei distrutta.

Cosa ti ricordi del tuo primo giorno sul set?
Il freddo. Ormai sono passati sei anni, ma il freddo lo ricordo ancora benissimo. Era una scena girata sul campo di lacrosse ed ero vestita con degli abiti leggerissimi. Io e Crystal Reed tremavamo tantissimo...

Teen Wolf ti ha portato molta fortuna, ma che cosa saresti disposta a fare per ottenere il ruolo dei tuoi sogni in un film?
Ho già venduto il mio corpo per vivere! Cioè nel senso che sono un’attrice, quindi è quello che faccio. Non pensare male. Una volta ho partecipato a questo progetto in cui facevo la cheerleader e dovevamo fare la classica piramide umana. Io ero al terzo livello, ma le persone che erano alla base della piramide non erano per niente preparate a quel ruolo, non avevano nessun allenamento per farlo. Potevo cadere, rompermi il collo, morire... ecco, morire è la cosa più estrema che puoi fare per un ruolo in questo lavoro.

E come mai hai deciso di farlo? Cosa ti ha spinto a diventare un’attrice?
In realtà ho scoperto che mi piaceva recitare quando ero una teenager. Sai, sono cresciuta in Texas, non proprio Hollywood. Mi piace la scienza e ho sempre pensato che sarebbe stato quello il mio futuro, che la recitazione sarebbe stato solo un passatempo, mai un lavoro. Recitavo al liceo, ma le cose si sono fatte serie quando mi sono spostata in California per il college. Sono stata abbastanza fortunata da essere stata scelta per un ruolo abbastanza presto e ormai sono sette anni che recito.

Il misterioso Tyler Hoechlin

Altro personaggio di spicco di questa Nemeton ItaCon è stato senza dubbio Tyler Hoechlin. Il suo Derek è uno dei personaggi più amati di Teen Wolf, il cui percorso è strettamente intrecciato con quello degli altri fin dal primo episodio. Divertente, ironico, sempre sorridente e pronto a prendersi in giro, Tyler è l’opposto del suo personaggio, tanto che ci viene da pensare che, nella vita reale, i due non si sopporterebbero per niente! Su una cosa però si somigliano molto: Tyler tende a rimanere molto concentrato su se stesso, scherza con tutti ma senza esagerare, è corretto, leale e protettivo e svela poco di se stesso.

Derek è un personaggio costantemente preso di mira...
Ah... beccata! So cosa vorresti che rispondessi. Tu ti senti triste per questo, vero? Bene, io mi sento peggio, perché io devo farlo, devo reggere tutto quello che gli succede. Cioè capiamoci, mi piace quando se lo merita, a volte se le cerca proprio. Però tieni presente che quando voi vedete una scena che dura circa 30 secondi, per me quello stesso momento è durato 12 ore!

Ok si, a volte se le cerca. Tipo, secondo te, perché odia così tanto Stiles?
Perché alcune persone, non importa quello che facciano, non ti piacciono e basta! In realtà penso che ormai gli piaccia, ma non glielo farà mai sapere. Derek si preoccupa per Stiles allo stesso modo in cui si preoccupa per Scott... a volte almeno.

Molto del suo carattere deriva dal padre. Ne sapremo mai qualcosa di più?
Non so niente sulla prossima stagione, però secondo me il padre di Derek è uno di quelli che passava moltissimo tempo con la sua famiglia, un modello da seguire.

Teen Wolf - Stagione 5 Se dal punto di vista delle anticipazioni sulla quinta stagione di Teen Wolf (maledetto Jeff Davis che non spiffera nulla a nessuno!) questa Nemeton ItaCon della FantasyEvents è stata piuttosto priva di sorprese, non si può dire la stessa cosa analizzandola sul profilo umano e sociale. Tantissimi i momenti divertenti, pieni di aneddoti e racconti esilaranti, dei quali si sono fatti portavoce soprattutto Ian Bohen e JR Bourne. Siete curiosi?