Recensione Bates Motel - Stagione 3

Dopo aver reso disponibili in home video le prime due, Universal lancia su supporto dvd la terza stagione di Bates Motel, serie televisiva con protagonista un giovane Norman Bates in tempi moderni.

recensione Bates Motel - Stagione 3
Articolo a cura di

Grazie alle sue prime due stagioni, abbiamo già avuto modo di parlare di Bates Motel, la serie televisiva che, sviluppata da Carlton Cuse e Kerry Ehrin e basata molto liberamente sui personaggi del romanzo di Robert Bloch da cui nacque il capolavoro hitchcockiano Psycho, ne trasferisce in epoca moderna una versione adolescente del Norman Bates interpretato per quattro volte dal compianto Anthony Perkins e ispirato alla figura del contadino necrofilo realmente esistito Ed Gein.
Versione adolescente resa da un Freddie Highmore affiancato dalla madre Norma incarnata da Vera Farmiga e che - sei mesi dopo l'improvvisa morte del marito di quest'ultima - abbiamo visto trasferirsi a White Pine Bay, nell'Oregon, dove hanno comprato un fatiscente motel per poterlo riaprire.
Dopo i primi venti episodi distribuiti su supporto dvd, ora la Universal provvede a renderne disponibili anche i dieci della terza stagione, divisi in tre dischi racchiusi in una unica custodia amaray ma totalmente privi di contenuti speciali.

Il cofanetto dvd

Tre dischi che, quindi, riportano sui banchi di scuola il protagonista dopo che ha trascorso l'estate insieme alla genitrice, costretta per la prima volta a fare i conti con la reale natura del ragazzo, oltretutto assalito da mille paure su cosa sia realmente accaduto a Miss Watson. Tanto che si spinge a chiedere aiuto al fratellastro di lui Dylan, ovvero Max Thieriot, sempre più coinvolto nel controllo della coltivazione di marijuana del posto e la cui nuova relazione con la donna non può fare a meno di fomentare la gelosia di Norman.
Mentre i difficili rapporti familiari vengono ulteriormente turbati da Caleb alias Kenny Johnson, fratello di Norma, e dall'attrazione che quest'ultima prova nei confronti dello sceriffo Alex Romero con le fattezze di Nestor Carbonell, il quale, tra l'altro, arriva a vedersela decisamente brutta.
Perché, includendo anche i disperati tentativi di salvare l'attività di famiglia, non sono certo i colpi di scena e i risvolti inaspettati ad arricchire la suspense atta a tempestare la serie, che non dimentica neppure di tirare nuovamente in ballo Olivia Cooke nei panni della Emma affetta da fibrosi cistica e di sfruttare la carta dei ritorni inaspettati. Tra intrighi che s'infittiscono grazie a ragazze che scompaiono, ritrovamenti di corpi senza vita, l'entrata in scena di una misteriosa chiavetta e l'introduzione di una sottotrama relativa al contrabbando d'armi; per condurre sempre più verso il clima horror morboso che aveva caratterizzato il franchise cinematografico originale, nel quale il giovane Bates si travestiva con abiti femminili come avviene nella fase conclusiva di questo nuovo appuntamento da piccolo schermo.
Appuntamento impreziosito in questa edizione per l'home video da ottime tracce audio italiana e inglese in Dolby Digital 5.1, le quali rendono ancor più piacevole la visione limpida e nitida capace di rendere pienamente giustizia alla lodevole fotografia che illumina il prodotto.

Bates Motel - Stagione 3 Trasmessa su Rai 2 nel periodo compreso tra l’11 Agosto e il 1 Settembre 2015, la terza stagione della serie televisiva Bates Motel approda in home video sotto il marchio Universal - come già avvenuto con le prime due - per consentire a chi li ha persi di continuare a scoprire i retroscena ambientati in tempi moderni legati alla follia del protagonista di Psycho di Alfred Hitchcock. Dieci coinvolgenti episodi in un cofanetto dvd che, costituito da tre dischi racchiusi in unica custodia amaray, sfoggia una lodevole qualità audiovisiva... pur presentandosi totalmente privo di contenuti extra.

6