Recensione Continuum - Stagione 1

Viaggi nel tempo e straordinarie tute ultra-tecnologiche. Cos'altro si può volere da una serie sci-fi?

Articolo a cura di

Con l'arrivo dell'estate la maggior parte delle serie Tv volge al termine e le poche cose rimaste da fare, per i fan incalliti dei telefilm, sono la ricerca di notizie sulle conferme o cancellazioni delle stagioni future o la scelta, a volte casuale a volte oculata, di una o due serie "estive" da seguire. Telefilm spesso fragili e brevi come le vacanze estive che non superano quasi mai lo scontro con il caldo afoso. Quindi, il rischio di iniziare a seguire una serie estiva e di vederla capitolare senza una degna conclusione è più che concreto. Bisogna scegliere bene e così, se siete amanti di Breaking Bad o True Blood, questa estate avete dovuto rischiare. Negli anni scorsi abbiamo visto falciare ad esempio Geriko, Persons Unknown, e, miracolosamente ed ingiustamente, sopravvivere Falling Skies (per fortuna, visto che la seconda serie è raro esempio di seguito migliore dell'originale). Tra le serie a più alto rischio ci sono poi quelle dei canali tv più piccoli e del genere fantascientifico, ed è così che decidendo di seguire Continuum, abbiamo corso uno dei più grandi rischi estivi, e, per una volta, non siamo rimasti delusi. Sebbene la seconda stagione non sia ancora confermata al 100%, i buoni ascolti (strepitosi ad inizio stagione) per una piccola emittente come Showcase fanno ben sperare, e visto che la stagione è terminata, per una volta li riportiamo per intero, anche per il gusto di analizzarli, più avanti. Si ringrazia gli amici di ITASA per averli raccolti.

27/Mag/2012 1x01 - A Stitch in Time 900mila
03/Giu/2012 1x02 - Fast Times 670mila
10/Giu/2012 1x03 - Wasting Time 531mila
17/Giu/2012 1x04 - Matter of Time 389mila
24/Giu/2012 1x05 - A Test of Time 473mila
08/Lug/2012 1x06 - Time's Up 404mila
15/Lug/2012 1x07 - The Politics of Time 427mila
22/Lug/2012 1x08 - Game Time ...mila
29/Lug/2012 1x09 - Family Time 478mila
05/Ago/2012 1x10 - End Times 309mila

L'inizio è stato, come è evidente, di quelli con il botto: il motivo è semplice, trama, attori, personaggi e persino gli effetti speciali, presumibilmente già anticipati nei trailer di lancio, sono tutti di ottimo livello con la già famosa (Alias) Rachel Nichols nei panni di Kiera Cameron, Victor Webster nei panni del poco convincente Carlos Fonnegra (Detective del dipartimento di polizia di Vancoouver) e del pestifero (in Gericho) Erik Knudsen, geniale Alec Sadler da giovane in questa serie.

Nel 2077 un gruppo di terroristi che si riunisce sotto il nome Liber8 attua una serie di attacchi terroristici nel tentativo di destabilizzare il potere costrittivo delle megacorporazioni economiche che hanno, di fatto, sostituito i governi democratici. 8 di loro vengono imprigionati e condannati a morte, dopo aver fatto crollare una torre e provocato la morte di oltre 20.000 persone...

La trama

Kiera, madre di un bimbo di 5 anni e moglie innamorata (di un ambiguo marito dirigente di una delle corporazioni) è una "protector", un agente della futura polizia di Vancouver dotata di una straordinaria tuta futuristica, strumento di analisi, difesa ed aggressione e di un impianto celebrale che registra tutto ciò che vede e sente, così che nei processi del futuro non ci siano più dubbi nelle testimonianze e nelle prove raccolte. Addestramento e tuta conferiscono a Keria una capacità di aggressione ed una agilità non comune, che sfoggerà spesso nelle 10 puntate di cui è composta la prima serie.
Ma non basta: l'impianto celebrale è collegato agli occhi della "protector" ed è in grado di analizzare le reazioni e le emozioni dei sospettati, così come evidenziare impronte, analizzare sostanze e controllare tracce di dna, ovviamente il tutto collegato ad una rete di informazioni incredibilmente estesa. Per qualche motivo il potente Alec Sadler del futuro, fa si che Kiera sia presente nella camera dell'esecuzione dei terroristi, come scorta speciale.
Uno dei terroristi però, ha qualcosa in mano, una sfera che potrebbe sembrare un'ordigno esplosivo ma che, in realtà è uno strumento per il viaggio nel tempo. Tutte le persone raggiunte dall'esplosione, pochi metri di diametro, compresa ovviamente Kiera, scompaiono di fronte agli occhi increduli di tutti gli astanti...tranne quelli del vecchio Alec Sadler (interpretato dal mitico "smoking man" di X-files) che sembra essere poco sorpreso di quanto successo.

Il primo vero, unico, difetto

Keira e 7 dei componenti di Liber8 condannati a morte ricompaiono sotto un ponte nella Vancouver del 2012, il leader dei terroristi riapparirà alcuni giorni dopo, nello stesso punto, perché più lontano dall'esplosione. Keira entrerà, tramite il suo impianto, subito in contatto con un ragazzetto di campagna, un presunto genio dei computer che ha messo a punto e sviluppato una tecnologia di comunicazione ad altissima banda su cui in teoria, nessuno, è in grado di trasmettere ne comunicare. Invece Alec vede attraverso gli occhi di Keira, sente la sua voce e subito le domanda come abbia fatto ad inserirsi nel suo sistema senza una tecnologia che nemmeno lui ha completato!
E' questo il momento più delicato del telefilm: la capacità degli sceneggiatori nel convincervi della facilità con cui Alec accetta che Keira venga dal futuro, la velocità di adattamento di Keira alla sua nuova epoca, così diversa ed arretrata e, sopratutto, l'assurda ingenuità con la quale viene inserita, inizialmente addirittura senza alcuna credenziale confermata, come un agente speciale sotto copertura intenta ad indagare e fermare una "gang" di criminali e terroristi internazionali.
Se siete pronti a lasciarvi alle spalle le incongruenze ed i deus ex machina che permetteranno questa strana situazione (tra cui la stupefacente capacità di Alec di entrare ed hackerare ogni possibile rete governativa o privata) avrete tra le mani una delle più intriganti ed articolate serie di fantascienza degli ultimi anni.

Nelle prime puntate, incentrate sullo scontro via via più violento tra la polizia è la "gang" di Liber8 la trama prende subito il volo e resterete stupiti dalla determinazione con cui Keira, pur di tornare al suo tempo, è decisa ad accordarsi con i feroci terroristi. I fatti che ne seguiranno, e la comparsa del vero Leader di Liber8 tengono alta la tensione. Anche i continui riferimenti alla situazione economica mondiale, malata a causa dello strapotere delle corporazioni economiche, per quanto non originale (Alien), è estremamente di attualità e appassiona lo spettatore. Nondimeno verranno incontro alla nostra voglia di fantascienza e di gadget un po' da nerd le stupefacenti capacità della tuta di Keira.
Ogni puntata è tenuta bene in piedi da una fitta rete di indizi e collegamenti tra passato e futuro che gli sceneggiatori lasceranno sempre più copiosi. Siamo lontani anni luce dalla complessità di una serie come "Fringe", 10 puntate ed un rinnovo non scontato, sono poche, ed allora alle molte domande delle prime puntante, vengono date presto molte risposte, pur sempre mantenendo alcuni dubbi per nuovi sbocchi narrativi ed incertezze che lasciano con il fiato sospeso. Eppure è chiaro sin dalla prima puntata che è stato il potentissimo Alec del futuro a mandare volontariamente indietro nel tempo Keira, da Alec del passato. Restano gli interrogativi però: per aiutarlo a mantenere il futuro esattamente così come è, oppure per cambiarlo, come invece sembra essere inizialmente l'intento dei terroristi?

Intanto, anche nella "gang" si sviluppano relazioni e sotto trame interessanti. Anche loro sono stati ingannati: tutti credevano che sarebbero stati inviati indietro nel tempo di 6 e non di oltre 60 anni, inoltre, privi del loro leader, nelle prime puntate le rivalità scoppieranno tra i membri più violenti, alcuni al limite del sadismo o della pazzia. Tra tutti spicca la figura di Kellog, un personaggio assai ambiguo che quasi subito lascerà il gruppo e, sfruttando le sue conoscenze sul futuro, metterà da parte una enorme fortuna con l'intento di vivere appieno "la magnifica terra del 2012". Non facendo tra l'altro mistero di essere attratto sessualmente da Keira che inviterà ad unirsi a lui, e che aiuterà in più di un occasione, senza però rivelare, anche a fine stagione, le sue reali intenzioni.

Ogni puntata, un piccolo viaggio nel tempo.

I viaggi nel tempo sono un'incredibile fonte di idee e moltissimi autori si sono cimentati nello sfruttare questo mezzo narrativo. In una delle puntate (ATTENZIONE SPOILER) si eliminerà uno dei problemi che da sempre ha caratterizzato, ad esempio, la trama di Terminator, o quella di Ritorno al Futuro, si interrompe o, se vogliamo, si nega, il collegamento tra i personaggi nati nel futuro, ma che vivono nel passato, con gli eventi collegati alla vita dei loro antenati. Così che la morte della nonna o della madre di uno dei personaggi, non ne provocherà la sparizione dalle linea temporale del presente.
Una soluzione coraggiosa che lascia molti dubbi (si può cambiare allora il futuro? chi è nato nel futuro ma vive nel passato, spezza di per sè la sua linea temporale?) ma che risolve in una sola puntata la possibile continua ricerca di parenti ed antenati da far fuori, da una parte e dall'altra delle fazioni, che così potranno concentrarsi in modo coerente su altre problematiche.

Keria è fortemente impegnata nel contrasto coi terroristi, ma il suo principale desiderio è tornare da suo figlio e suo marito. Tenterà in tutti i modi di farlo, senza successo, fino al cliffhanger del finale che, per quanto abbastanza "telefonato" lascerà moltissimi di voi sorpresi proprio nei minuti finali.
Le motivazioni dietro il leader di Liber8, il ruolo di Alec Sadler del futuro, di suo fratello, del padre adottivo, tutti personaggi che inizialmente sembrano semplici comparse, andranno ad inquadrarsi una trama complessa ed appassionante, tutto sommato abbastanza originale e meno prevedibile di quanto le prime puntante non avessero lasciato intuire.

Continuum - Stagione 1 Se si sorvola sulla ingenuità di alcuni personaggi, sopratutto i detective della squadra di polizia di Vancouver con cui Keira inizierà a collaborare, ed alcune incongruenze nella trama, si può rimanere affascinati dalle idee e dalla realizzazione di Continuum che è probabilmente il miglior nuovo telefilm di questa caldissima estate 2012. La conferma sembra abbastanza scontata, nonostante i numeri sembrino piccoli rispetto alle serie milionarie dei canali come Fox o NBC. Le premesse per una seconda stagione di altissimo livello ci sono tutte, e la visione di questa serie e consigliata a tutti gli amanti della fantascienza, non troppo pignoli, nelle prime puntante. Dategli fiducia e non ne rimarrete delusi.