Santa Clarita Diet: Drew Barrymore zombie per caso Recensione

Dallo scorso 3 febbraio Drew Barrymore è protagonista di Santa Clarita Diet, la nuova serie tv targata Netflix tra splatter e guilty pleasure.

recensione Santa Clarita Diet: Drew Barrymore zombie per caso
Articolo a cura di

Sulla cresta dell'onda da quando, nel 1982, Steven Spielberg la scelse per interpretare uno dei personaggi di E.T L'Extraterrestre, Drew Barrymore è una delle attrici più amate del grande schermo e - come tanti suoi colleghi prima di lei - ha scelto di mettersi nuovamente in gioco anche in quel meraviglioso mondo, ormai spinoff della settima arte, che è la serialità. È lei infatti la non morta protagonista assoluta nel nuovo guilty pleasure di Netflix, Santa Clarita Diet, ovvero una comedy elegantemente splatter e dai toni spesso surreali in cui una semplice agente immobiliare per cause misteriose si ritrova ad essere uno zombie. Di serie televisive dedicate ai morti viventi ne è pieno il palinsesto televisivo ma Santa Clarita Diet ha dalla sua la volontà di voler parodiare tale genere e al contempo sfruttarne le caratteristiche per prendere in giro le falsità della middle class americana ma anche la forza della famiglia.

Dalla parte degli zombie

Per una volta invece di mettere il pubblico dalla parte di chi gli zombie li combatte, Santa Clarita Diet ci mostra i pensieri e le azioni di chi zombie lo è diventato e cerca di nasconderlo. Dai cambiamenti fisici a quelli caratteriali infatti seguiamo la mutazione di Sheila che riesce, non senza sforzi, a nascondere la sua condizione nutrendosi di corpi umani che uccide - molto spesso meritatamente - con la complicità del suo sempre presente e disponibile marito. Ma quello che più colpisce, nonché la vera forza di tutti 10 episodi della serie tv Netflix, non è tanto la metamorfosi fisica (pressoché inesistente se non verso la fine) di Sheila ma quella del suo carattere che piano piano si priva di ogni inibizione - anche sessuale - e regala alla protagonista la possibilità di liberarsi da ogni sovrastruttura e dare libero sfogo alla sua sincerità.

Family Portrait

Interessante in Santa Clarita Diet è anche il modo in cui la famiglia di Sheila, composta oltre che dal su citato marito interpretato da Joel Hammond e la sua adolescente figlia Abby (Liv Hewson), gestisce la nuova vita della donna divenendo sua complice nella gioia, nel dolore e nel cannibalismo. Santa Clarita Diet, oltre a sfruttare il divertente plot per regalare agli spettatori uno spaccato realistico dei sobborghi "bene" americani, è infatti anche un inno alla famiglia e all'amore quello in grado di sopportare qualsiasi cosa, anche la più inquietante delle realtà.

Santa Clarita Diet - Stagione 1 L'ex enfant prodige Drew Barrymore grazie a Netflix entra nel fantastico mondo della serialità con un personaggio destinato a diventare un'icona del piccolo schermo. L'attrice, infatti, è la non morta protagonista di Santa Clarita Diet, primo grande guilty pleasure del 2017 nonchè serie dolcemente splatter e surreale che mira attraverso le (dis)avventure di Sheila a prendere in giro la middle class americana senza dimenticare di onorare quella tipologia di famiglia in grado di essere sempre presente e solidale, anche quando un suo membro da un giorno all'altro si trasforma in uno zombie.

7