Recensione The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst

Il regista Andrew Jarecki indaga, attraverso un documentario televisivo in sei puntate prodotto da HBO, sulla vita di Robert Durst, imprenditore americano sospettato, ma mai condannato, di tre omicidi da oltre trent'anni.

recensione The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst
Articolo a cura di

L'assassino torna sempre sul luogo del delitto. E, in questo caso, anche il regista. Il cineasta Andrew Jarecki infatti aveva esordito dietro la macchina da presa proprio nel 2010 con Love & Secrets, un bel film drammatico con Ryan Gosling e Kirsten Dunst, ispirato alla vita del miliardario americano Robert Durst e in particolare sulla misteriosa morte della moglie, della quale l'uomo è sempre stato il principale sospettato. A quattro anni di distanza Jarecki è stato contattato proprio dallo stesso Durst, mai condannato, affinché realizzasse un documentario su di lui in cui mettere a nudo le sue verità ed il suo lato umano. Ciò che ne è uscito è The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst, sei episodi prodotti da HBO, per circa quattro ore e mezza di durata, che segnano una pagina pressoché unica nella storia della televisione americana, e vedremo perché nel prossimo paragrafo.

ATTENZIONE SPOILERS! Il caso

Se non volete rovinarvi la sorpresa, saltate questo paragrafo e/o leggetelo a visione avvenuta. E' infatti impossibile evitare in ambito recensorio l'importanza legislativa che l'opera di Jarecki ha avuto e che ha suscitato scalpore oltreoceano. Alla vigilia della trasmissione dell'ultimo episodio infatti, e grazie a delle prove ottenute dal regista e dai suoi collaboratori durante le riprese (e trasmesse durante la miniserie, con colpo di scena finale assolutamente fulminante), Robert Durst è stato arrestato con l'accusa di omicidio di primo grado. Un polverone mediatico che ha rischiato di investire anche la famiglia del fratello, noto imprenditore dell'edilizia, che inizialmente ha fatto causa alla produzione salvo poi ritirarla dopo poche settimane.

Il fascino del male

The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst è un'opera coraggiosa, che scava con rigore e rispetto nella vita di un uomo difficile, da sempre etichettato dai mass-media come crudele assassino. Prima la controversa ed ancor oggi irrisolta morte / scomparsa della moglie, poi il cruento omicidio della sua migliore amica, infine l'omicidio (confessato ma per legittima difesa) di un suo conoscente per il quale venne assolto. Un uomo geniale quanto controverso, capace di darsi alla fuga prima del processo salvo farsi arrestare per aver rubato un panino, in grado di assumere diverse identità (inclusa quella di una donna muta) per seminare le sue tracce. Andrew Jarecki, che all'inizio del documentario si dichiarava convinto dell'innocenza di Durst, intervista amici e parenti di entrambe le parti in causa, avvocati e assistenti procuratori, possibili testimoni, per cercare di tracciarne un profilo esaustivo sia dal punto umano che da quello legale, trovando infine un vero e proprio scoop, di quelli capaci di segnare per sempre la carriera di un giornalista. Ma l'autore, che giornalista non è, compie la sua impresa con una perfetta tecnica di montaggio, capace di creare una crescente tensione e un costante equilibrio narrativo in divenire che rende drammaticamente appassionante la visione fino all'ultimo istante. Una ricerca della verità bipartisan che lascia senza fiato, tra riprese del reale processo avvenuto a carico di Durst per l'omicidio di Morris Black e riprese ricostruite ad hoc (e che saggiamente, forse anche per paura di ritorsioni, non mostrano mai i volti degli attori impegnati ad impersonificare i ruoli) che si ibridano con piacevole naturalezza. Il regista non disdegna dettagli crudi su ciò che avvenne realmente, ricostruendo con palpabile efficacia un caso giudiziario sulla bocca del popolo americano da oltre trent'anni. Un'opera preziosa e, visti i suoi risvolti, assolutamente geniale.

The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst Trascinante e appassionante ritratto di un uomo controverso, accusato di tre omicidi (uno confessato ma dal quale fu assolto per legittima difesa) ma sempre convinto nel dichiarare la sua innocenza. Tra filmati d'epoca, interviste a giornalisti, avvocati, poliziotti e amici / familiari sia delle vittime che del sospettato, The Jinx: The Life and Deaths of Robert Durst segna la nuova frontiera del documentario, viste anche le conseguenze scaturite dalla sua realizzazione.