Recensione V - Visitors - Stagione 1

I Visitors hanno invaso la tv! La prima stagione della serie targata ABC si è conclusa lasciando la voglia di assistere a nuovi episodi

recensione V - Visitors - Stagione 1
Articolo a cura di

Chiusura dei palinsesti televisivi: periodo di scelte, per le emittenti, sui rinnovi e sulle cancellazioni delle varie serie, nuove o rodate che siano. La ABC quest'anno non ha avuto vita facile sul fronte ascolti, proponendo alcuni dei serial più attesi dell'anno e non ricevendo un riscontro positivo da parte degli spettatori casalinghi. Basti pensare a FlashForward, rivelatosi un completo fallimento forse anche a causa delle varie pause nella programmazione che hanno fatto scemare l'interesse verso tale prodotto. Tuttavia, una tale mancanza di ascolti non può essere imputata totalmente a scelte di palinsesto: e infatti di fondo vi era un incredibile lentezza nell'evolversi della trama che, sinceramente, è più un male che un bene in un serial che dovrebbe fare dell'azione il suo punto di forza. Diversa è stata la situazione per V - Visitors. Anch'esso attesissimo, benché in maniera minore rispetto a FlashForward, ha ricevuto un buon riscontro di pubblico nelle prime quattro puntate, mantenendosi sui 10 milioni di spettatori, salvo poi cadere nel baratro a causa della scelta della rete di fermare la programmazione per oltre 5 mesi, rendendo così difficoltosa per lo spettatore medio la fidelizzazione al programma. Nonostante ciò, la ABC ha deciso di dare un'altra chance a Visitors rinnovandolo per la seconda stagione.

Alieni ribelli

Gli alieni sono arrivati sulla Terra ma le loro intenzioni sembrano tutto fuorché ostili. In cambio di alcune risorse reperibili solo sul nostro pianeta, infatti, i Visitors, per voce della loro leader Anna, promettono di condividere le loro conoscenze avanzatissime nei campi della tecnologia e della medicina, con l'obiettivo di migliorare la vita degli umani sotto tutti i punti di vista.
Alcune persone, tuttavia, non trovano la faccenda troppo chiara: l'agente di polizia Erica Evans inizia ad insospettirsi e riesce a scoprire che i V sono sul pianeta già da qualche tempo, con l'obiettivo di infiltrarsi tra gli umani ed ora, grazie all'arrivo dei rinforzi, hanno l'obiettivo di conquistare il pianeta. Attraverso la formazione di una task-force personale, l'agente Evans riesce a scoprire sempre più cose a riguardo dei V, e si prefigge l'obiettivo di fermarli per poter salvare l'umanità anche grazie all'aiuto di un gruppo di alieni che sono contrari alla politica di Anna, mentre tutto il resto del pianeta sembra venerare coloro che, agli occhi di tutti, sembrano amici piuttosto che nemici.

Un serial alieno

Come già analizzato nel First Look, V riprende in parte quello che è stato parecchi anni fa Visitors, benché con situazioni molto diverse dal suo predecessore. Prima di tutto, nelle 12 puntate che hanno formato questa prima stagione si vede molta azione, cosa che non appariva da subito così presente nel Visitors andato in onda 27 anni fa. Infatti già dai primi episodi il fattore "combattimento" è utilizzato in modo massiccio, il che risulta quasi inevitabile quando si decide di sviluppare un tema con diverse sfaccettature in sole 12 puntate: gli autori hanno quindi optato per spiegare subito le intenzioni ostili dei V, in modo da introdurre immediatamente il gruppo di dissidenti che intende ribellarsi agli alieni.
La trama si sviluppa molto bene lungo tutta la prima stagione fino a raggiungere il cliffhanger durante la puntata finale, che faceva già ben sperare per un'eventuale seconda stagione, poi in effetti confermata dalla ABC.
Il cast è molto variegato: si passa dalle ottime performance di Morena Baccarin ed Elizabeth Mitchell (molto più convincente rispetto a Lost) a quelle mediocri di altri personaggi (uno su tutti Logan Huffman nei panni di Tyler, figlio di Erica Evans). Nel complesso, però, possiamo affermare che ci troviamo su ottimi livelli.

Due madri

Un tema molto interessante che traspare dalla prima stagione è la contrapposizione evidente che esiste tra la protagonista Erica e la sua antagonista Anna: entrambi madri, ma in modo completamente diverso. La prima ama il proprio figlio, il quale pur riconoscendole il ruolo di madre non riesce a contraccambiare questo amore non capendo appieno le preoccupazioni che attanagliano Erica (dovute in particolar modo al grande interesse che il proprio figlio sembra nutrire verso i V, che lei ha scoperto essere ostili). Anna, all'opposto, non prova emozioni umane e di conseguenza non capisce cosa voglia dire amare la propria progenie: di conseguenza, per poter arrivare ai propri scopi, sarebbe pronta anche a fare del male a chi è sangue del suo sangue, nel caso specifico la figlia Lisa, che durante la prima stagione stringerà un rapporto molto forte con Tyler, il figlio di Erica. Quindi anche in questo caso gli autori hanno voluto rafforzare la contrapposizione e il confronto tra le due madri, confronto che farà affiorare in Lisa più di un dubbio su ciò che sua madre sia in realtà: leader o mostro?

V - Visitors (2009) - Stagione 1 Visitors è un serial molto convincente, sicuramente uno dei migliori di questa stagione, scalzando senza dubbio FlashForward a dispetto dell’attesa che la stessa ABC aveva creato su quest’ultimo. E’ un’ottima notizia che la rete abbia deciso di dare una seconda possibilità a V e, poichè si dovrebbe imparare dai propri errori, speriamo che il prossimo anno la serie venga mandata in onda senza interruzioni, in modo da facilitare anche lo spettatore medio a seguire la seconda stagione.