American Horror Story 7: cosa aspettarsi da Cult

La settima stagione della serie TV creata da Ryan Murphy sta per esordire su FX, ecco cosa dobbiamo aspettarci da American Horror Story: Cult.

speciale American Horror Story 7: cosa aspettarsi da Cult
Articolo a cura di

Tra una manciata di ore la settima stagione di American Horror Story esordirà oltreoceano su FX. L'attesa per questa nuova avventura televisiva, fin da quando è stato annunciato che questo nuovo atto della più interessante "creatura" di Ryan Murphy sarebbe stato (anche) incentrato sulle ultime elezione americane, è grandissima da parte tutti appassionati del grande autore televisivo e non solo. Come di consueto, anche per American Horror Story: Cult, c'è il più totale riserbo sulla trama e l'unica certezza che abbiamo dalla visione dei trailer e dalle dichiarazioni di attori e produttori raccolte in questi mesi, è che la serie avrà come incipit la vittoria elettorale di Donald Trump su Hilary Clinton nelle ultime presidenziali americane e che sarà incentrata sulle paranoie e le paure degli esseri umani ma anche - e soprattutto -sul culto della persona, piaga del nostro presente ma anche del nostro recente passato.

Il cast

Il cast di American Horror Story: Cult, come sempre, è estremamente corale e in particolare in questa nuova era "Cult" lo show di Murphy vede come protagonisti molti dei suoi attori "feticcio" e altrettante new entry, tra cui spiccano Sarah Paulson, Evan Peters, Frances Conroy, Mare Winningham, Lena Dunham, Billy Eichner, Billie Lourd, Cheyenne Jackson, Adina Porter, Alison Pill, Colton Haynes e Leslie Grossman.

Per quanto riguarda, in particolare, i ruoli che interpreteranno questo copioso gruppo di star del grande e piccolo schermo, sappiamo la Poulson sarà Ally Mayfair-Richards una donna estremamente fobica le cui paure vengono tenute sotto controllo per la maggior parte del tempo, a parte quando accade qualcosa di sconvolgente nella sua vita. Evan Peters, invece - oltre al personaggio di Kai Anderson fondatore della setta "Cult"- vestirà i panni di 6 diversi celebri esponenti di altrettante sette. Tra i noti personaggi che interpreterà l'attore spiccano Charles Manson, David Koresh e Jim Jones e Andy Warhol. Lena Dunham, new entry d'eccezione di American Horror Story 7, avrà il compito di impersonare Valerie Solanas, una ragazza realmente esistita che cercò di sparare a Warhol perché non si sentiva rappresentata dalla "poetica" nonché la creatrice di SCUM, Manifesto secondo il quale le donne avrebbero dovuto uccidere tutti gli uomini come unico modo per poter salire al potere. La Dunham debutterà in American Horror Story in un capitolo del settimo episodio dal titolo Valerie Solanas Died for Your Sins, Scumbag.

Anche la veterana dell'antologica American Horros Story, Emma Roberts, sarà presente in una sola puntata della serie. La Roberts interpreterà la superficiale e ipocrita giornalista Serina Belinda: il piccolo ruolo della "scream queen" Emma in Cult è nato per caso, un giorno che Murphy per curiosità ha chiesto all'attrice quale fosse la parte dei suoi sogni. Infine, oltre agli attori presenti in più stagioni di American Horror Story, in questa settima serie vedremo anche il ritorno del personaggio di Twisty il Clown (John Carroll Lynch): pagliaccio killer di Freak Show dal triste passato sarà il protagonista di un fumetto ma anche degli incubi di Ally.

Incubi del presente

A parte alcune digressioni nel passato, la settima stagione di American Horror Story sarà ambientata ai giorni nostri in Michigan, in Midwest, luogo degli Stati Uniti in cui Hilary Clinton aveva tutte le opportunità di poter vincere le elezioni ma in cui, purtroppo, le ha perse.

Un posto simbolo della realtà politica americana di oggi per Ryan Murphy che ha deciso di ambientare proprio lì la prima delle stagioni della sua serie più amata che non avrà assolutamente elementi soprannaturali ma in cui l'orrore che vedremo sarà tutto opera e sentimento degli esseri umani, di persone come noi. Ed è proprio per questo ci sono altissime probabilità che Cult possa essere la più inquietante stagione di American Horror Story: non c'è niente di peggio di guardarsi allo specchio, faccia a faccia con le proprie paure, o scoprire di essere volenti o nolenti parte integrante di un gruppo di mostri.