Speciale Daredevil - Aspettando la Stagione 2

Mentre il secondo ciclo di episodi dedicato all’eroe cieco della Marvel sta per debuttare su Netflix, proponiamo un riepilogo della prima stagione e spieghiamo perché la seconda si preannuncia come un evento imperdibile.

speciale Daredevil - Aspettando la Stagione 2
Articolo a cura di

Correva l'anno 2012, e i film prodotti da Marvel Studios avevano appena raggiunto l'apice, in termini di incassi e popolarità per la cosiddetta Fase Uno, con The Avengers, il cui successo giustificò la decisione, in apparenza folle, del gigante del fumetto, che alcuni anni prima aveva deciso di produrre con mezzi propri le avventure cinematografiche dei vari supereroi di cui deteneva ancora i diritti per lo schermo. Nello stesso anno furono poste le basi per un'altra intuizione brillante della Casa delle Idee: un'alleanza con Netflix per raccontare le avventure di certi personaggi le cui storie sono più cupe ed adulte rispetto all'atmosfera adatta alle famiglie di film come Iron Man o Guardiani della Galassia. A fornire lo spunto per questa iniziativa fu il ritorno a casa di Daredevil, precedentemente in mano alla 20th Century Fox. Collocando le storie nel quartiere malfamato di Hell's Kitchen, a New York, la Marvel aveva ora l'opportunità di esplorare un lato inedito - sullo schermo, si intende - del proprio universo, con gli eroi "da strada": Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage ed Iron Fist, che uniranno le forze in una miniserie-evento chiamata The Defenders, dopo le loro avventure in solitario.

Matt Murdock, l'uomo senza paura

La prima stagione di Daredevil, curata prima da Drew Goddard e poi da Steven S. DeKnight, trae in parte ispirazione dalle storie a fumetti di Frank Miller (ad oggi considerato l'autore definitivo del supereroe cieco) e racconta una doppia ascesa: da un lato, quella di Matt Murdock (Charlie Cox), avvocato non vedente che combatte l'ingiustizia sia in tribunale che per strada, usando i suoi superpoteri (l'incidente che gli ha sottratto la vista ha anche potenziato gli altri sensi) per spaventare i criminali; dall'altro, quella di Wilson Fisk (Vincent D'Onofrio), che intende rimodellare Hell's Kitchen a sua immagine e somiglianza dopo averla rasa al suolo, e prendere il controllo della criminalità organizzata. Aiutato dal socio Foggy Nelson (Elden Henson), dalla segretaria Karen Page (Deborah Ann Woll), dall'infermiera Claire Temple (Rosario Dawson) e dal mentore Stick (Scott Glenn), Matt dovrà salvare la città dai piani distruttivi di Fisk, completando gradualmente la sua trasformazione in Daredevil.

Nuove minacce

La seconda stagione, su Netflix dal 18 marzo, promette un'ulteriore espansione di questo microcosmo più duro dell'universo Marvel, dopo quanto visto sia nel primo ciclo di Daredevil che in Jessica Jones (dove ha debuttato anche Luke Cage, la cui serie personale arriverà in autunno). Continuando a trarre ispirazione dall'opera di Miller, gli sceneggiatori hanno infatti deciso di introdurre i ninja della Mano, setta criminale che potrebbe fare capolino anche in Iron Fist, con cui c'è già stato un eventuale legame nella prima stagione tramite il personaggio di Madame Gao. Per conferme al riguardo sarà necessario aspettare, ma un'espansione più immediata, legata alle avventure di Murdock, è già stata confermata grazie a due esordi sostanziosi: Elektra e il Punitore. In entrambi i casi si tratta di personaggi già visti al cinema: Elektra, ex-amante dell'eroe cieco, è apparsa nel Daredevil cinematografico con le fattezze di Jennifer Garner (successivamente protagonista di un pessimo spin-off personale), mentre il vigilante la cui filosofia consiste nell'uccidere il maggior numero di criminali possibile ha avuto, tra il 1989 e il 2008, il volto di Dolph Lundgren, Thomas Jane e Ray Stevenson. A giudicare da quanto visto finora, il Marvel Cinematic Universe dovrebbe finalmente dare ai due antieroi il trattamento che meritano, soprattutto per quanto concerne il Punitore, interpretato da Jon Bernthal (The Walking Dead). Quanto a Fisk, in teoria bisognerà aspettare una possibile terza stagione per la sua trasformazione definitiva nel temibile Kingpin...