Comic-Con 2015

Speciale Game of Thrones - Stagione 6

L'assenza degli showrunner e di alcuni degli interpreti principali della serie della HBO non ha permesso di scoprire alcuna anticipazione sui prossimi episodi, ma il panel del Comi-Con ha regalato tante curiosità

speciale Game of Thrones - Stagione 6
Articolo a cura di

Dal momento in cui erano stati annunciati i nomi degli ospiti previsti al panel del Comic-Con era stato chiaro che San Diego non avrebbe regalato grandi rivelazioni per i fan della serie Game of Thrones: assenti, infatti, gli showrunner e alcuni degli interpreti principali, tra cui proprio Kit Harington, oggetto delle domande di tutti gli spettatori.
Al panel erano presenti la produttrice esecutiva Carolyn Strauss, il regista David Nutter e molti membri del cast: Alfie Allen, John Bradley, Gwendoline Christie, Liam Cunningham, Natalie Dormer, Conleth Hill, Hannah Murray, Sophie Turner, Carice van Houten e Maisie Williams.
Andiamo alla scoperta di quanto emerso durante l'incontro con i fan.

Un po' di leggerezza

Il panel si è aperto con la proiezione di un divertente video in cui si mostra l'influenza della serie targata HBO nella cultura popolare, in serie come I Simpson e persino Pretty Little Liars.

Se nel mondo creato da George R.R. Martin l'atmosfera non sia delle più leggere, a San Diego gli attori sembrano invece e divertirsi: Maisie ha sottolineato che Arya e Sansa si vedono di più al Comic-Con che a Westeros, mentre Gwendoline è stata felice di poter rivelare che ha fatto i suoi compiti a casa e ha letto tutti i romanzi, al contrario della sua giovane collega che spesso finge di essere al corrente degli eventi a cui fanno riferimento i fan quando la incontrano.

Uno sguardo al passato

Non potendo rivelare alcun dettaglio sulla sesta stagione, gli attori hanno ripercorso gli eventi più importanti della quinta.
Alfie è contento che il personaggio di Reek possa finalmente vedere la luce alla fine del tunnel, mentre John ritiene che il momento di intimità vissuto da Sam con Gilly lo abbia cambiato molto: "Sam pensa al sesso come la maggior parte delle persone pensano allo spazio", ha spiegato, aggiungendo che probabilmente avrebbe rivelato l'evento a tutti.
Natalie è invece preoccupata per il suo personaggio che non può più contare sull'aiuto di Lady Olenna: "Ha bisogno di un caffé e di una doccia".

Gwendoline ha risposto a chi rimproverava Brienne per non aver visto il segnale di Sansa ricordando di aver aspettato ben tre mesi prima di concedersi una breve pausa, anche se ha ammesso che se potesse cambiare qualcosa della sua storia vorrebbe aver aspettato.
Melisandre è stata durante gli ultimi mesi oggetto di molte critiche e la sua interprete ha rivelato che riceve tantissime lettere piene di odio, tuttavia adora il suo personaggio.

I problemi delle giovani Stark

Maisie ha dovuto indossare delle lenti a contatto solo per girare una scena ma è stata un'eperienza difficile ed è molto preoccupata nel caso in cui dovesse interpretare delle sequenze d'azione indossandole.
E' stata poi la giovane attrice a rispondere all'unica domanda dedicata all'eventuale assenza di Harington sul set, scherzando dicendo che non gli mancheranno i suoi capelli perché erano molto irritanti.

Sophie ha successivamente commentato la scena della violenza subita da Sansa dopo il matrimonio e l'attrice ha sottolineato che la giovane Stark è ancora forte e avrebbe potuto reagire, ma c'era una ragione valida per non farlo.
Allen, parlando del rapporto con Sansa, si è invece chiesto perché lei dovrebbe fidarsi di lui.
Un altro legame interessante dello show è quello tra Jaime e Brienne, e Gwendoline ha lodato il serial per aver rappresentato un rapporto tra un uomo e una donna che non abbia radici di tipo sessuale. L'attrice ha inoltre rivelato ironicamente che spera Hodor conquisti il trono e regni su Westeros.

Durante il panel stato infine spazio anche per una breve parentesi dedicata alle sequenze più drammatiche: Nutter ha ammesso che la scena della morte di Shireen è stata molto dura da girare, anche a causa del maltempo, mentre Carolyn Strauss ha dichiarato che i momenti più dolorosi e brutali non sono necessariamente delle brutte scene.

L'ultima notizia emersa a San Diego è che in futuro gli episodi della serie potrebbero durare di più e ritornare nei cinema, come accaduto in passato.

Uno dei momenti più divertenti è stata la proiezione del video che mostra le audizioni di alcuni dei protagonisti di Game of Thrones: