SDCC13

Speciale Intelligence

Il panel del SDCC dedicato al nuovo serial con Sawyer!

Articolo a cura di

Dopo la preview night di ieri, in cui si sono potuti ammirare i pilot di Almost Human, The Originals, The Tomorrow People e The 100, il Comic-Con di San Diego entra nel vivo con i primi panel. Il primo in assoluto tra quelli dedicati ai serial è “Intelligence”, il nuovo spy-drama con protagonista Josh Holloway, il Sawyer di Lost.
La trama in breve: Gabriel è un agente segreto a cui è stato impiantato un chip direttamente nel cervello grazie al quale può reperire informazioni da tutti i sistemi informatici del mondo attraverso cui combattere il crimine (qualcuno ha detto Intersect?).

I presenti al panel

Con un ritardo di circa 20 minuti sull’orario previsto, allietati dalle immagini del bel protagonista del serial, viene proiettato il pilot in anteprima. A seguire, ha inizio il vero e proprio panel, con una serie di domande del pubblico ai presenti. Questi ultimi sono, nello specifico: Josh Holloway (Gabriel), Meghan Ory (Riley Neal) e Marg Helgenberger (Lilian Strand) facenti parte del cast, nonché i produttori esecutivi Michael Seitzman, René Echevarria e Tripp Vinson.

Q.: Che similitudini ci sono tra Intelligence e Six Million Dollar Man?
A. (Seltzman): Parliamo sempre di quello show, ormai sono diventati sei miliardi... abbiamo cercato di creare un serial che desse tanta importanza alla persona quanto alla tecnologia, quindi ci siamo chiesti cosa mancava? Cosa c’è più importante oggi della forza bruta? La forza era una cosa fondamentale negli anni 70 ma oggi si riescono a portare più informazioni in tasca di quante ce ne fossero ai tempi su uno shuttle.

Q.: Vi piace la definizione “Cyber-Sawyer” per il personaggio?
A. (Holloway): Non molto. Il serial è un thriller-drama con personaggi femminili sexy e di carattere. Gabriel (il personaggio interpretato da Holloway) lo vedo più come un bel mix tra James Bond, Jason Bourne e il protagonista di Mission Impossible... sono cresciuto con il desiderio di interpretare un agente segreto ed ora ne ho la possibilità dimostrando come la tecnologia stia cambiando il nostro mondo.

Q.: Cosa fareste se aveste veramente le abilità di Gabriel?
A. (Ory): Non saprei, probabilmente farei qualche test per poter dire: “Avete visto come sono intelligente, ragazzi?”
A. (Holloway): Guarderei un sacco di film Coreani.
A. (Helgenberger): Mi piacerebbe imparare un sacco di lingue straniere e dimostrare la mia intelligenza.

Q.: Parte della trama riguarderà la moglie di Gabriel, misteriosamente scomparsa?
A. (Vinson): Naturalmente si parlerà di lei e di ciò che le è successo, e di come il personaggio interpretato da Josh affronterà tutta la situazione.
A. (Seltzman): Abbiamo pensato ad un sacco di modi per cercare di rendere umano il personaggio di Josh: non vogliamo che assomigli ad un robot, e la questione di sua moglie sarà di aiuto in questo senso.

Q.: Meghan Ory, ci sono possibilità che torni in “C’era una volta”?
A. (Ory): Cappuccetto Rosso non è morta, Ruby non è morta. E’ semplicemente da qualche parte. Immagino che stia correndo nei boschi nella sua forma animale, per sgranchirsi le gambe. Secondo me la vedremo ancora.

Al termine del panel, Marg Helgenberger ci tiene a far sapere che gli undici anni passati in CSI sono stati fantastici ma stava cercando una nuova sfida per la sua carriera.