Speciale Old Comedy 09/10

How I Met Your Mother, The Big Bang Theory, Scrubs: il punto della situazione!

speciale Old Comedy 09/10
Articolo a cura di

Non senza qualche novità tornano le comedy più attese dai fan “subs-addicted”, che da qualche anno sono diventate un appuntamento fisso. Grazie ad attori formidabili e situazioni al limite del surreale sono riuscite a ritagliarsi uno spazio nell’olimpo delle migliori serie tv di tutti i tempi, ed anche quest’anno, arrivate al giro di boa, non deludono le aspettative di tutti i telespettatori che le seguono. Stiamo parlando di How I Met Your Mother, The Big Bang Theory e Scrubs (benché quest’ultimo sia partito solo da qualche settimana e con grossi cambiamenti, ma di questo parleremo dopo...), le tre comedy con più successo negli ultimi anni di programmazione.

How I Met Your Mother

Arrivata alla quinta stagione, How I Met Your Mother (portato in Italia in un’impresentabile trasposizione dal titolo “E alla fine arriva mamma!”) non smette di stupire: il leitmotiv di questa prima metà è stata principalmente la storia d’amore tra Barney e Robin, impensabile fino alla stagione scorsa sia per la fama di playboy del primo, sia per la mancanza di volontà di impegnarsi in qualcosa di serio per la seconda. Tuttavia, la storia è stata portata avanti per qualche puntata, riuscendo a convincere anche i più scettici che vedevano in una cosa del genere un cambiamento troppo repentino della serie. Il pensiero degli autori deve essere stato simile: in una magistrale puntata i due hanno interrotto la loro storia, pur rimanendo grandi amici, come erano d’altronde prima di tentare la via del fidanzamento.
Per il resto: Ted risulta essere un personaggio molto più frizzante e dinamico di quanto non sia apparso nell’ultima stagione, benché il reale punto focale della storia (la madre) sia stato un po’ offuscato, non portato per nulla avanti in questa prima metà di stagione.
Come sempre le “spalle” fanno al meglio il loro dovere. Da non perdere l’episodio “The Playbook”, in cui Barney illustra le innumerevoli tecniche da lui inventate e riportate in una vera e propria guida, con tanto di dimostrazione pratica finale. In sintesi, HIMYM riesce a mantenersi, anche dopo 5 lunghi anni, su alti livelli, cosa non semplice di questi tempi in cui anche serie molto rodate cadono sotto i duri colpi dell’auditel.

The Big Bang Theory

Ad oggi, The Big Bang Theory è una delle serie con maggior successo in America e la terza stagione non fa eccezione, raggiungendo picchi di oltre 14 milioni di spettatori a puntata: numeri da far girare la testa. Sicuramente, alla base di questo successo si pone il fenomeno Sheldon: un personaggio quantomeno asociale, il contrario di ciò che la televisione (perlomeno quella italiana) vuole mostrarci come esempio da seguire. E’ indubbio comunque che l’intero serial riesca a divertire, grazie anche ai personaggi comprimari che ruotano attorno ai protagonisti: se Leonard, che in questa terza stagione inizia finalmente la tanto agognata storia d’amore con Penny, rimane un po’ ai margini, dalla situazione è proprio la ragazza a giovarne, tanto da creare più volte e in più puntate siparietti fenomenali con Sheldon, che in alcuni casi sono la vera e propria base su cui si fondano gli episodi.
Allo stesso modo Wolowitz e Raj continuano ad essere una coppia formidabile: il primo riuscirà finalmente a far innamorare una ragazza, attraverso il suo savoir-faire tipico del maniaco, mentre l’indiano non smetterà ancora di essere intimidito dalle donne a tal punto da non poterci parlare.
Insomma, se TBBT si attesterà ancora su questi livelli di gradimento, prepariamoci a gustare ancora per molti anni le avventure dei nerd più simpatici della TV USA.

Scrubs

Per concludere, passiamo ad analizzare Scrubs, del quale potete anche trovare un First Look su SerialEye.
Qua giungono purtroppo le note dolenti: i grandi cambiamenti effettuati dagli autori per rimediare alla mancanza di personaggi fondamentali come Carla, Elliott, l’Inserviente ma in particolar modo JD (presente solo nelle prime sei puntate) non hanno dato i risultati sperati. Tanto impegno sembra quasi sprecato per regalare ad un grandissimo serial comedy come Scrubs un’ultima stagione: l’intento era probabilmente quello di far nascere da una costola di Scrubs una nuova serie, con protagonisti gli studenti che popolano le aule nell’attuale nona stagione. Gli ascolti non hanno retto tutti gli stravolgimenti apportati alla ormai classica e collaudata formula del medical comedy più famoso di tutti i tempi e di conseguenza Scrubs giungerà ad una (si spera) degna conclusione al termine proprio di questa stagione.
Da parte nostra, in realtà, la bocciatura non è totale. Anzi, forse se alle spalle di questo serial non ci fosse stato una delle migliori comedy degli ultimi anni, il nuovo Scrubs avrebbe potuto anche avere un discreto successo. Purtroppo, bissare un tale livello qualitativo non è da tutti, e, probabilmente, gli attori chiamati in causa non possedevano un’esperienza tale da non far rimpiangere i vari abbandoni. L’importante, tuttavia, è che Scrubs venga ricordato da tutti per quello che è sempre stato, e non essere disprezzato per aver tentato in tutti i modi di rimanere nelle vite di tutti i fan e degli appassionati.

Old Comedy 09/10 - Speciale Tre grandi comedy, non c'è dubbio. Pur con due anni di meno sulle spalle, TBBT è riuscita ad avere ancor più fan di HIMYM, che mantiene sempre una grandissima qualità dopo cinque anni di programmazione. Cosa molto ardua, come è possibile vedere dalla nona stagione di Scrubs, che oltre a patire la vecchiaia viene colpita da una serie di modifiche e cambiamenti che non riescono del tutto a convincere. L'anno prossimo, probabilmente, continueranno solo due di queste tre serie: nonostante tutto, un saluto ai medici più simpatici della TV USA!