Speciale Outcast: il panel del Napoli COMICON

Napoli COMICON ha mostrato le sue carte con la visione in anteprima del primo episodio di Outcast e successivamente si è tenuto un panel con quasi tutto il cast, che ha rivelato qualche curiosità e ovviamente svelato cosa dobbiamo aspettarci dalla serie.

speciale Outcast: il panel del Napoli COMICON
Articolo a cura di
Rostislav Olegovich Kovalskiy Un giovane appassionato di cinema, serie tv, videogiochi e libri. Un pacchetto completo che talvolta diventa quasi un fardello. Appassionato di scrittura e della musica più strana.

La nuova creatura di Robert Kirkman, Outcast, si è presentata con la prima puntata durante la diciottesima edizione del festival di fumetto e videogiochi Napoli COMICON e successivamente con un interessante panel con tanto di quasi tutto il cast al completo. Dopo un po' di fila, un'ispezione approfondita e il sequestro del cellulare, tutti in sala hanno preso il proprio posto, attendendo l'inizio di questa nuova avventura.
Della proiezione e quindi del primo episodio parleremo in un'altra sede più adatta, mentre ora ci concentreremo su ciò che abbiamo sentito direttamente dalla bocca degli attori e del presentatore Gianmaria Tammaro. Per diverse ragioni non c'era il creatore della serie, Robert Kirkman, che non ha potuto presenziare in prima persona alla fiera, ma ha rallegrato l'atmosfera con un simpatico video proiettato alla presenza del cast.

Gli attori protagonisti della serie tv, Patrick Fugit (Kyle Barnes), Philip Glenister (il reverendo Anderson), Wrenn Schmidt (Megan), Reg E. Cathey (Giles) e Kate Lyn Sheil (Allison Barnes) hanno detto d'aver iniziato a leggere il fumetto solo dopo l'inizio delle riprese e di essere rimasti colpiti dalla storia. Sempre a detta loro, Outcast avrà le capacità necessarie per sfondare e ricreare un effetto simile a quello di The Walking Dead, grazie al cast e ai personaggi che interpretano. Questi sono infatti rappresentati come dei veri esseri umani con tanto di paure e speranze che vivono in un mondo identico al nostro. Anche il tema portante, rispetto al precedente adattamento dei fumetti di Kirkman, questa volta è stato cambiato, portando il pericolo non fuori dal nostro recinto ma all'interno del nostro corpo, con i demoni che ne prendono possesso.
Chi si aspettava di scoprire qualche interessante anticipazione sulla prima stagione è rimasto deluso, tuttavia le star del serial hanno condiviso molte storie riguardanti le riprese e anche le paure e i timori di ogni singolo attore. Era come guardare un gruppo di amici discutere di un proprio comune progetto davanti a noi. Visto il tema dell'orrore interno, ogni protagonista ha parlato delle proprie paure, che andavano dall'oceano alle meduse che ci nuotano. Tanti piccoli argomenti hanno allietato la giornata, con i fan pronti a chiedere di tutto, anche delle cose più sciocche e gli attori si sono messi in gioco senza pensarci due volte.
Un'interessante inizio quello di Outcast, che grazie a FOX è stato portato anche a Napoli COMICON e che sicuramente ha degli interessanti risvolti da mostrarci.