Netflix

Stranger Things 2: l'analisi del trailer dal Comic-Con

Nella notte fra il 22 e il 23 luglio al Comic-Con di San Diego è stato proiettato il nuovo trailer di Stranger Things Seconda Stagione, la nostra analisi.

speciale Stranger Things 2: l'analisi del trailer dal Comic-Con
Articolo a cura di

Il trailer di Stranger Things 2 è stata una delle cose più interessanti sfornate dal web nella notte tra sabato 22 e domenica 23 luglio. Il video della nuova stagione dello show di Netflix è stato rilasciato in occasione del Comic-Con 2017 di San Diego: analizziamo meglio quanto visto, tra nuovi orrori e la solita, maniacale e romantica attenzione alla cultura pop anni Ottanta.

Dragon's Lair e mostri

Che la nuova stagione di Stranger Things poggi su celebri e saldi elementi appartenenti al mondo dell'intrattenimento dei primi anni Ottanta lo si è capito sin dalle primissime immagini. Michael Jackson in sottofondo musicale accompagna le tenute dei Ghostbuster, che hanno preso il posto di modellini e citazioni di Guerre Stellari, mentre le serate tra amici passate a giocare a Dungeons & Dragons sono state scalzate da uno degli strumenti simbolo della cultura di massa: i videogiochi. Perché è giusto così, l'adolescenza è fatta di cambiamenti e gusti sempre nuovi, nonché di influenze derivanti dal panorama pop in cui si vive: ed ecco che i protagonisti, dall'immaginare di volare nel Millennium Falcon, passano al voler acciuffare mostri e spiriti di ogni sorta proprio come gli acchiappafantasmi che hanno iniziato a popolare il grande schermo in quegli anni. Negli Ottanta, poi, il videogioco entra nella vita dei giovani soprattutto grazie ai cabinati presenti nelle sale giochi ed ecco che osserviamo i protagonisti intrattenersi con Dragon's Lair: si tratta di un glorioso titolo del passato rilasciato nel 1983, con una grafica in stile cartoon, che rappresenta una sorta di progenitore delle attuali avventure grafiche con i Quick Time Event. Dragon's Lair, che vede il giocatore impegnato a fronteggiare mostruosi draghi sputafuoco nei panni del protagonista, rappresenta un'allegoria di ciò che dovranno affrontare Will e i suoi amici nella seconda stagione della serie - così come le creature di Dungeons & Dragons nella prima stagione hanno rappresentato una sorta di ispirazione per i protagonisti nella lotta contro i mostri che hanno rapito Will. Attirato dalle voci del Sottosopra, Will arriva a capire pian piano che le mostruosità che popolano il mondo parallelo e distorto in cui è stato prigioniero sono state soltanto l'inizio di qualcosa di ancora più terribile. Un enorme mostro si profila all'orizzonte, minacciando di invadere il mondo "normale" rompendo le barriere che lo dividono dal Sottosopra.

Eventi ancora più grandi

La prima stagione di Stranger Things, per molti versi, è perfettamente autoconclusiva. Almeno fino alla visione dei trailer rilasciati in rete, forse, non si avvertiva davvero il bisogno di Stranger Things 2: cos'altro ha da raccontare una storia potenzialmente ermetica, nella quale molte storyline avrebbero potuto concludersi con la prima stagione? Eppure sembra che Stranger Things 2 abbia ancora tantissimo da dire, che i suoi personaggi abbiano un potenziale evolutivo ancora maggiore, che tutte le storie in gioco possano esplorare dettagli più profondi, che la sceneggiatura stessa sia pronta ad accogliere eventi ancora più grandi. Will è ancora tormentato dai ricordi di ciò che ha vissuto e per questo sua madre continua a monitorarlo dal punto di vista psichiatrico, inoltre sembra che ancora una volta sarà il ponte di collegamento tra gli altri protagonisti e il Sottosopra; Hopper e i vari Dustin, Mike e Lucas continueranno nel loro ruolo di investigatori degli arcani in cui si trovano coinvolti, mentre proseguiranno anche i drammi adolescenziali di Jonathan e Nancy, non senza dover tornare a combattere per proteggere i propri cari dagli orrori del Sottosopra. Il trailer di Stranger Things 2 ha anticipato anche l'acclamatissimo ritorno di Eleven, che sarà interpretata nuovamente dalla eccezionale Millie Bobby Brown: il ruolo della ragazza non è ancora chiarissimo, ma pare ovvio che il suo ritorno in scena rappresenterà una chiave di volta per sconfiggere i tremendi Demogorgoni, insieme a tutte le nuove mostruosità che arriveranno nella prossima stagione. Stranger Things 2 esordirà il prossimo 27 ottobre su Netflix. Lo show dei fratelli Duffer è già una serie di culto e si candida prepotentemente a entrare, a sua volta, nell'immaginario dell'intrattenimento di massa, al pari di tutte le glorie del passato che vengono citate e riproposte con così tanto amore e nostalgia.