The Walking Dead: panel Napoli COMICON

L'attore Michael Cudlitz è stato un ospite della diciottesima edizione del Napoli COMICON e ha parlato della serie tv

speciale The Walking Dead: panel Napoli COMICON
Articolo a cura di
Rostislav Olegovich Kovalskiy Un giovane appassionato di cinema, serie tv, videogiochi e libri. Un pacchetto completo che talvolta diventa quasi un fardello. Appassionato di scrittura e della musica più strana.

Napoli COMICON ha mostrato le sue carte in tavola in questa diciottesima edizione grazie a una serie di eventi che l'hanno reso qualcosa di più simile alle fiere statunitensi. Tra alcuni panel che si sono tenuti durante i quattro giorni, forse il più importante e atteso era quello su The Walking Dead, la serie televisiva targata FOX e ispirata all'omonimo fumetto di Robert Kirkman. A colorire ulteriormente quest'evento ci ha pensato la presenza di uno dei personaggi chiave delle ultime stagioni, Abraham Ford, interpretato dall'attore Michael Cudlitz, il quale, per inciso, non ha i capelli rossi nella vita reale.
Oltre alla fatidica prima domanda sull'identità di chi muore a fine stagione, tanti quesiti interessanti sono stati posti durante l'ora del panel. Ovviamente Micheal non ha svelato l'identità della vittima di Negan, ma piuttosto ha acceso un ulteriore fuoco dicendo che potrebbe essere chiunque. L'attore ha infatti spiegato che la scena finale è stata girata parecchie volte, con l'ausilio di tante telecamere che riprendevano ognuno dei protagonisti e quindi la scelta del villain potrebbe essere ricaduta su qualsiasi membro del gruppo di Rick, persino Abraham. Il personaggio è infatti rimasto in vita più a lungo rispetto al fumetto, nel quale gli è stato detto addio un po' di tempo fa.

Una domanda di Gianmaria Tammaro ha spodestato parecchie risate: "Vorresti interpretare la parte di Negan?". Senza indugio l'attore ha risposto con un semplice "oooh yeah", facendo capire senza ulteriori dettagli la sua preferenza per il personaggio cosi particolare come quello del leader dei Salvatori. Ha inoltre evidenziato il legame esistente tra i membri del cast e Michael ha rivelato che durante il finale della stagione, lo stesso Jeffrey Dean Morgan (Supernatural, Watchmen), interprete di Negan, ha notato questa particolarità al suo arrivo sul set. Per il cast sarà infatti un duro colpo lasciare qualcuno a questo punto della storia, che comunque andrà sempre avanti. Non è invece stata prefissato alcun finale per la serie, come poteva ormai sospettare qualcuno.
Tra gli altri argomenti interessanti è da menzionare la differenza che ruota tra l'opera cartacea e quella televisiva di The Waking Dead. È lapalissiano che in televisione abbiamo visto delle scene e dei personaggi che mancano nel fumetto. Il tutto dipende dal ritmo narrativo e dallo stesso media, che nel caso del piccolo schermo ha delle tempistiche completamente diverse con dei personaggi che non popolano la carta, ma il set. Non sempre però questo vuol dire che la controparte cartacea sia migliore e anzi, in taluni casi è stata proprio la serie televisiva a superare nel fattore shock il fumetto, nel quale gli avvenimenti erano leggermente diversi. Lo stesso vale per i personaggi e in questo caso non possiamo non nominare Daryl, assente nel fumetto.

In definitiva quindi abbiamo assistito a un panel abbastanza interessante che ci ha mostrato un personaggio clou dello show e che ha sicuramente acceso la voglia di vedere le puntate della settima stagione. Napoli COMICON si dimostra quindi una fiera con sempre più sorprese nella propria faretra, avvicinandosi a quanto accade all'estero e speriamo di vedere la prossima edizione ancora più imponente.