Speciale Upfront 2009/10

Rinnovi e Tante Calcellazioni. Ecco cosa ci aspetta nella prossima stagione TV!

speciale Upfront 2009/10
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Per una nuova stagione che si chiude, una nuova si apre!

Ed eccoci giunti anche quest’anno al momento degli upfront, serie di conferenze in cui i 5 grandi network della TV USA (ABC, CBS, FOX, NBC e CW) presentano i palinsesti per la stagione successiva. In questo primo speciale, Serialeye ripercorre la (purtroppo) lunga lista di show cancellati, tra sorprese e scelte annunciate. Quali volti non rivedremo più n TV?

Iniziamo spulciando qualche numero. In questa stagione vengono cancellate 25 serie e 10 sit-com. Delle 25 serie ben 14 erano alla prima stagione e solo 2 terminano per una chiusura concordata. Stesso andamento per le sit-com in cui 6 su 10 erano quest’anno al debutto. Delle nuove serie partite quest’anno solo 7 si sono guadagnate un rinnovo, ma solo 2 di queste (The Mentalist e Fringe) si sono assestate su buoni indici di ascolto. Si conferma insomma il trend dello scorso anno, in cui il nuovo stenta a decollare, mentre continuano ad assestarsi su risultati ottimi serie ormai al quinto anno di vita o più. Andiamo a vedere network per network che cosa è successo.

ABC

Chiusura consensuale, dopo cinque stagioni, per il legal-comedy BOSTON LEGAL, con William Shatner e James Spader. Terminano anche le tre serie che lo scorso anno sembravano poter diventare dei piccoli cult: DIRTY SEXY MONEY, ELI STONE ma soprattutto PUSHING DAIESIS. Per queste serie non è nemmeno stato completato l’ordine iniziale di episodi e molti di quelli già prodotti non sono ancora stati trasmessi. Non vanno oltre la prima stagione il remake della serie inglese LIFE ON MARS con Harvey Keitel, CUPID e THE UNUSUALS.
Proseguono naturalmente i cavalli di battaglia del network: LOST (st. 6, l'ultima) DESPERATE HOUSEWIFE (st. 6) BROTHERS & SISTERS (st. 4) PRIVATE PRACTICE (st. 3) GREY’S ANATOMY (St. 6) e UGLY BETTY (St. 4)
Tra le Sit-com chiudono LA VITA SECONDO JIM e SAMANTHA WHO? più le neonate IN THE MOTHERHOOD e SURVIVING SUBURBIA. Avrà invece una nuova stagione SCRUBS seppur con un cast rimaneggiato.

CBS

Chiude dopo 7 stagioni il poliziesco SENZA TRACCIA con Anthony LaPaglia, chiusura non dettata dagli ascolti (costantemente sopra i 10 milioni di spettatori), ma dall’esigenza di tagliare una delle due serie prodotte dalla Warner Bros, (l’altra è COLD CASE). Termina anche dopo tre stagioni la serie ad ambientazione militare THE UNIT, insieme alle novità ELEVENTH HOUR, THE EX LIST, SWINGTOWN e HARPER’S ISLAND. Anche qui confermate le serie storiche: CSI (st. 10) CSI: MIAMI (st. 8) CSI: NEW YORK (St. 6) NCIS (St. 7) NUMB3RS (St. 6) GHOST WHISPERER (St. 5) CRIMINAL MINDS (St. 5). e naturalmente la serie campione di ascolti THE MENTALIST (St. 2), oltre al già citato COLD CASE (st.7).
Sul fronte sit-com confermata in blocco la serata del lunedì, con solo qualche cambiamento di orario. Torneremo quindi a vedere i protagonisti di HOW I MET YOUR MOTHER (St. 5), THE BIG BANG THEORY (st. 3) e DUE UOMINI E MEZZO (St. 7). Lascia invece la programmazione WORST WEEK. Confermata anche la giornata del mercoledi con GARY UNMARRIED (St. 2) e LA COMPLICATA VITA DI CHRISTINE (St. 5).

FOX

FOX vince il premio come network meno rivoluzionario, confermando gran parte della programmazione e cancellando solo PRISON BREAK e TERMINATOR: THE SARAH CONNOR CHRONICLES. Rinnovate inoltre le tre matricole di quest’anno: FRINGE (St. 2), LIE TO ME con Tim Roth (St. 2) e, a sorpresa, nonostante gli scarsi ascolti, anche DOLLHOUSE (St. 2). Nuove stagioni anche per HOUSE (St. 6), 24 (St. 8, l'ultima prevista) e BONES (St. 5). Scarna come al solito la programmazione di sit-com, viene cancellata DO NOT DISTURB e prosegue la sola ‘TILL DEATH (St. 4).
Confermata la serata della domenica dedicata alle serie di animazione con I SIMPSON (St. 21), I GRIFFIN (St. 8) e AMERICAN DAD (St. 5).

NBC

Dopo una stagione pessima sul fronte degli ascolti, NBC rivoluziona la programmazione inserendo tutti i giorni nello slot delle 22:00 lo show di Jay Leno e riducendo così il numero di serie trasmesse. Molte sono quindi le serie che chiudono i battenti e molte di loro dopo solo una stagione: LIFE, CRUSOE, MY OWN WORST ENEMY, KNIGHT RIDER e KINGS. Chiude dopo 15 anni e con un gran finale anche ER. Si trasferisce invece MEDIUM che lascia NBC per approdare su CBS. Confermate HEROES (St. 4) seppur con ascolti sempre in calo, L&O I DUE VOLTI DELLA GIUSTIZIA (St. 20 la più longeva della TV USA), L&O: SPECIAL VICTIM UNIT (St. 11) e la matricola SOUTHLAND (St. 2). Grazie al gran supporto dei fan, si salva CHUCK (St. 3) che vede però l’ordine degli episodi ridotto a 13 e dovrà far fronte ad un sostanzioso taglio del budget.
Confermate le sit-com THE OFFICE (St. 6) e la pluripremiata 30 ROCK (St. 4). Ci lasciano invece KATH E KIM e soprattutto il piccolo cult MY NAME IS EARL che si ferma così a 4 stagioni.

The CW

Stagione di magra anche per CW che cancella molte nuove serie rimanendo aggrappata a quegli show che continuano a garantirgli ascolti accettabili. Ennesima stagione quindi per SMALLVILLE (St. 9), ONE TREE HILL (St. 7), SUPERNATURAL (St. 5) e GOSSIP GIRL (St. 3). Unica matricola riconfermata è il remake di Beverly Hills, 90210 (St. 2), che rivedremo da settembre insieme al nuovo remake di Melrose Place. Cancellate quindi, PRIVILEGED, VALENTINE, EASY MONEY e la divertente REAPER che non andrà oltre la seconda stagione, anche se c'è ancora qualche speranza per il futuro.
Nessuna sit-com nel nuovo palinsesto di CW, con la conseguente cancellazione di TUTTI ODIANO CHRIS e THE GAME.

Upfront 2009/10 Quella appena chiusa si presenta come un'altra stagione di transizione, ma questa volta senza l'alibi dello sciopero delgi sceneggiatori, causa di molti flop della scorsa stagione. Pochissime nuove serie sono riuscite a conquistare il pubblico, e molte di più continuano ad essere cancellate dopo pochissimi episodi. Ma, soprattutto, tra le novità lanciate quest'anno, forse il solo The Mentalist sembra avere le potenzialità per durare molte stagioni. Che il prodotto seriale televisivo stia vivendo un momento di stallo, specie sul fronte dei contenuti, è innegabile. Purtroppo il mercato televisivo non può stare ad aspettare e così si preferisce puntare tutto su vecchi brand di sicuro successo. Un consiglio: non affezionatevi troppo alle nuove serie, potreste vedervele cancellate nel giro di pochi mesi!