Black Lightning: ecco cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova serie DC

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Black Lightning si unirà all'universo CW il prossimo anno, a metà stagione. Cress Williams porterà finalmente alla "vita" Jefferson Pierce, aka Fulmine Nero.

Akil, produttore esecutivo, parlando recentemente con Entertainment Weekly ha rivelato un sacco di dettagli interessanti su cosa dovremo aspettarci dalla serie:

"Di tutto e di più. E' un'opportunità incredibile quella che abbiamo. E' una storia americana, non una storia su un uomo di colore. E' una storia americana vista dagli occhi di una persona che casualmente, è un uomo di colore. E' un Olimpionico che ha ben rappresentato il suo paese, Black Lightning, Jefferson Pierce è la personificazione del sogno americano. E' una grande opportunità poter raccontare questa storia, poter dire cosa significhino tante cose, tra le quali, per esempio l'omosessualità vissuta all'interno di una famiglia normale. La figlia di Jefferson è lesbica e credo che sia un grande tema da trattare. Tratteremo cose che in America succedono attraverso la specificità culturale, certo ma i temi saranno universali così che ognuno potrà rispecchiarsi in una situazione, in un momento di quelli che andremo a presentare."

Black Lightning non farà parte dell'Arrowverse di Berlanti insieme a The Flash, Arrow, Supergirl e Legends of Tomorrow. Alla domanda se ci saranno o meno crossover, Akil ha detto che prima il mondo di Fulmine Nero dovrà stabilizzarsi per conto suo, poi si penserà eventualmente al resto.

"Jefferson si trova sul pianeta Terra nel 2017-18. Dal mio punto di vista, la ragione per cui lo rappresentiamo così, siamo onesti, è perché magari in molti conoscono il nome di Black Lightning, ma quanti sanno davvero chi sia? Credo sia molto importante conoscerlo, capire chi è, cosa vuole e di cosa ha bisogno presentando anche i suoi punti deboli e poi introdurremo altri aspetti. Voglio che le persone prima di tutto conoscano questa famiglia. Voglio che capiscano che tipo di viallin combatterà. Non ci sono molti supereroi nel ghetto o nei cosiddetti ghetti. La comunità che Jefferson cerca di salvare, sia come insegnante, che come eroe è quella delle varie Chicago, Watts, la roba che si vede in televisione, i posti in cui vivono i veri cattivi e i veri eroi. Attraverso gli occhi di Jefferson, Anissa Jennifer e Gambi cercheremo di presentare queste comunità che non sono solo fatte di vittime, ma anche di gente che lavora sodo, di colletti bianchi che si trovano in situazioni pessime che non li rendono meno umani e non vedo perché non dovremmo trattare le loro vicende, ignorandoli. Vogliamo introdurre il concetto di umanità che è insito nelle persone di queste comunità."

Ora ne sappiamo davvero molto di più. Che dite, vi sembra un plot interessante? Ditecelo nei commenti!