Breaking Bad, John Cusack e Matthew Broderick dissero no al personaggio di Walter White

di

Si scoprono altri retroscena riguardanti la serie AMC, Breaking Bad attualmente in onda in territorio americano con la prima parte degli episodi inediti della quinta ed ultima stagione. Il personaggio principale di questa serie, diventata un successo planetario, e seguita dai telespettatori di tutto il mondo, basti pensare che si è aggiudicata ben 16 Emmy Awards, ha reso famoso Bryan Cranston. Il suo Walter White ha sdoganato i tabù del piccolo schermo che molti produttori e sceneggiatori non avevano mai osato oltrepassare. White è infatti un mite professore di chimica in una scuola ad Albuquerque nel New Mexico, che per arrotondare lavora anche in un autolavaggio. Un bel giorno, che coincide con il suo 50° compleanno, gli viene diagnosticato un cancro.

Da questo momento la vita del nostro protagonista cambierà radicalmente, perché White si metterà a produrre anfetamine allo scopo di guadagnare una notevole quantità di denaro, per permettere alla sua famiglia di vivere dignitosamente anche dopo la sua morte. Questo personaggio però non ebbe vita facile prima di venire fuori nella serie tv di successo che noi tutti conosciamo. Il ruolo infatti non era stato pensato per Cranston, ma per due grandi nomi del grande schermo, ovvero John Cusack e Matthew Broderick, che rifiutarono di interpretare il personaggio. Tuttavia l'autore della serie, Vince Gilligan non si diede per vinto e non ci mise molto tempo a trovare in Cranston l'uomo giusto per diventare Walter White, grazie al suo modo di rendere un personaggio drammatico, ma allo stesso inquietante e umano, che ha trovato subito simpatia tra il pubblico.
FONTE: huffingtonpost.com
Quanto è interessante?
0