Legends of Tomorrow: il finale di stagione tra presente, futuro e... dinosauri!

di
ATTENZIONE SPOILER! Ci sono volute due stagioni perché Legends Of Tomorrow della DC colpisse veramente nel segno, e la terza stagione potrebbe vedere le Leggende diventare essi stessi dei cattivi.

Nell'articolo che segue sono presenti spoilers!

Alla fine sono stati proprio loro a rompere le regole che avevano giurato di non infrangere mai, ficcandoli in questo incubo. E la maggiore delle domande comunque è: come questa versione distorta di Los Angeles del 2017 impatterà sugli altri show CW?

Non possiamo certo rispondere a tutte le domande, altrimenti la curiosità svanirebbe, ma viene da chiedersi se sia le Leggende che Flash abbiano davvero visto tutto di Eobard Thawne. E di chi è la colpa per lo strano miscuglio di passato, presente e futuro nell'ultimo ciak dello show? E quali effetti, in caso, ha avuto questa missione finale sull'Arrowerse?

Proviamo a dare qualche risposta, considerata comunque la difficoltà nel barcamenarsi quando il tempo non è più una linea retta.

La morte delle Leggende nel Doomworld

Lo show ha lasciato il pubblico in ansia col precedente episodio, con la Legione di Doom che, con successo ha riscritto la storia facendo del mondo un posto maledetto, appunto il Doomworld. Eobard Thawn riesce pure a distruggere la Lancia del Destino per evitare che le Leggende possano tornare alla normalità, e uccide Vixen davanti ai suoi compagni. Ma nell'episodio finale le cose iniziano in un modo un po' più ottimistico. L'idea che la realtà non possa essere modificata è messa da parte, con le Leggende che pensano ad una soluzione piuttosto semplice: tornare nel 1916, acquisire la fiala del sangue di Cristo, buttare la lancia, così che niente del Doomworld potrà mai accadere in futuro.

Oltre a risolvere il loro problema immediato infatti, questo porterebbe anche ad evitare la morte di Amaya e quelle successive. Quindi, visto che a Ray Palmer verrà strappato il cuore, Mick Rory sarà impalato dal ghiaccio, Jefferson Jackson si prenderà una freccia nel petto e altri di loro verranno pestati a morte (?) da Anti-Flash, quelli che restano capiscono di poter rimediare a questo disastro se la missione viene archiviata. E dunque anche le più "anziane" Leggende, che hanno assistito e sperimentato il Doomworld, spariranno visto che quella realtà non accadrà mai.

Il destino dell'Anti-Flash.

L'Anti-Flash quindi trascina le Leggende nel 1916, direttamente dal 2017. Con il Black Flash rinchiuso negli S.T.A.R. Labs del Doomworld, Thawne cerca di creare dozzine di sé stesso, così da mettere insieme un'armata di Anti-Flash. Il piano quasi funziona, visto che lui riesce a mettere al tappeto i più forti tra le Leggende, ma non riesce a recuperare in tempo la Lancia del Destino da Sara Lance. Ed ecco che qui le cose si fanno interessanti.

Sara decide di riportare la realtà a tempo in cui la Lancia non aveva alcun potere. Questo significa che non sarebbe mai stata utilizzata dalla Legion of Doom per creare il Doomworld. Non creando il Doomworld, Black Flash avrebbe potuto finire il lavoro. Liberato dalla sua prigione, Black Flash arriva per punire Eobard Thawne per aver incasinato il tempo attraverso la Forza della Velocità, vibrando una mano dentro il suo petto, uccidendolo. Ok, diciamo "uccidendolo", ma sarebbe più corretto dire che Black Flash in quel modo corregge l'errore che ha permesso a Thawne proprio di esistere. Così facendo, anche tutti gli altri Anti-Flash spariscono.

E' chiaro che il dubbio che l'Anti-Flash di Matt Letscher sia davvero sparito dall'Arrowerse c'è, perché le porte per i ritorni sono sempre aperte. Intanto, l'Anti-Flash che viene ucciso è quello dal futuro Doomworld, non quello del 1916. E' il Thawne che ha usato la Lancia, che ha riplasmato la realtà ed è tornato per assicurarsi che fosse tutto davvero successo. Ma senza la Lancia attiva per riplasmare a realtà, lui semplicemente sparisce dall'esitenza, perché non può esserci se non è mai esistito. E visto che non può, così, aver reclutato gli altri Thawne per aiutarlo, loro spariscono insieme a lui, non essendo mai stati rimossi dalle loro realtà. Persistono comunque delle possibilità aperte, come quella che il Thawne che esisteva prima o (cronologicamente), dopo la decisione di usare a lancia, esista ancora.

Ritorno della Timeline Originale?

I fan sapevano di potersi aspettare una riunione tra sorelle alla fine e ce l'hanno quando la Lancia realizza il desiderio più profondo di Sara. Ma l'accenno a come la vita con Laurel sarebbe stata non viene proprio ricostruito, era piuttosto un test per valutare la determinazione di Sara. Lei non aveva bisogno di vivere nel Doomworld per capire che è diventata il risultato del trauma che ha subito, e toglie i poteri alla Lancia, tutto qui.

Il team è determinato a rimettere le cose esattamente nel modo in cui dovevano essere, compresi i traumi subiti, i tradimenti e tutto il resto. Questo significa riportare Captain Cold a Central City poco prima dell'arrivo di Flash, togliendogli i ricordi del suo tempo con la Legione, e permettendogli di giocare il suo ruolo con il primo gruppo delle Leggende. Questo significa anche riportare Damien Dark nel 1987, così da renderlo viscido, oscuro e maligno come mai prima di allora. Rimessi i cattivi al loro posto, cancellati i ricordi, riuniti gli eroi, è finalmente tempo per il gruppo di prendersi una vacanza (e per Nate e Amaya la possibilità di evitare perdite di tempo).

O così almeno credono...


Le Leggende distruggono il Tempo stesso.

Avevano assunto che la violenta Tempesta temporale che aveva travolto Wawerider fosse il risultato del loro tentativo di stare di fronte all'"onda della realtà", che si muoveva all'indietro fino alla nascita di Doomworld. Ma mentre il team cerca di arrivare ad Aruba, viene risucchiato dal flusso temporale in quello che sembra un contesto familiare, Los Angeles 2017. Ma invece del mondo che conosciamo come nostro, le Leggende si ritrovano in una città piena di famosi monumenti, di edifici futuristici e di dinosauri! Si rendono conto di aver infranto le regole del tempo in un modo decisamente peggiore di quanto si aspettassero. Comunque tutto quello che si vede di questa realtà alterata, è riconducibile alle avventure che le Leggende hanno vissuto nel corso delle due stagioni di programmazione. C'è il Big Ben che si vede essere distrutto nella prima stagione, e pure il grattacielo a spirale del 2147 nell'idilliaca casa di Per Degaton, pupillo di Valndal, incontrato sempre nella prima stagione. E i dinosauri? E' un richiamo all'inizio della seconda stagione, quando Ray Palmer scappava da un Tirannosauro circa 70 milioni di anni nel passato. Insomma, ci sono ancora un milione di domande a cui rispondere per fare chiarezza, e aspettiamo con ansia la stagione tre per dare risposte a questo incredibile disastro temporale.