Netflix

Netflix: ordinata la produzione di Everything Sucks!, la nuova serie anni '90

di
Netflix ha ordinato la produzione di 10 episodi di Everything Sucks!, descritta come una storia stravagante e divertente che segue due gruppi di liceali disadattati, un club degli audiovisivi e un club del teatro che si scontrano nell’Oregon del 1996.

Peyton Kennedy (American Fable, The Captive) e Jahi Winston (The New Edition Story) sono gli studenti Kate Messner e Luke O’Neil, mentre Patch Darragh (Sully, Boardwalk Empire) e Claudine Nako (Grimm) sono i loro rispettivi genitori. Nella serie compariranno anche Sydney Sweeney ("Emaline"), Elijah Stevenson (“Oliver”), Quinn Liebling (“Tyler”) e Rio Mangini (“McQuaid”).

La dramedy è stata creata da Ben York Jones (Like Crazy) e Michael Mohan (Save the Date), che saranno entrambi produttori esecutivi assieme a Jeff Pinkner (Lost, Fringe), Scott Rosenberg (October Road, Life on Mars), Josh Appelbaum (Alias, October Road) e André Nemec (Alias, October Road) da Radio Midnight. A dirigere gli episodi della serie in qualità di registi troviamo lo stesso Mohan e Ry Russo-Young.

“Alcune delle nostre serie preferite di sempre - Blue Jeans, Happy Days, That '70s Show, Freaks and Geeks- hanno guardato ai tempi andati a ragion veduta”, spiegano Jones e Mohan. “Pensiamo sia un ottimo momento per tornare alle superiori e rivivere la moda, la musica e le attitudini della metà degli Anni '90 nel modo in cui li ricordiamo. Niente di sensazionalistico o di annacquato; ma feroce, sincero, sconvolgente ed emozionante”.

Everything Sucks! è una produzione Netflix e debutterà nel 2018 per un totale di 10 episodi da mezz’ora.

“Non vediamo l'ora di passare un po 'di tempo negli anni '90", ha dichiarato Cindy Holland, vice presidente dei contenuti originali per Netflix. “Sia che tu fossi nel club degli audiovisivi, in quello di teatro, negli sport o nella banda, pensiamo che ognuno troverà qualcosa in cui rispecchiarsi in questa storia sul raggiungimento della maggiore età che parla dell’unica cosa che faceva schifo in assoluto – la scuola superiore”.