Netflix, presentate prime serie europee: c'è Suburra!

di
Il colosso dello streaming presenta le sue prime produzioni europee: Suburra, la serie tratta dal film diretto nel 2015 da Stefano Sollima, figura fra queste.

Suburra, Dark e Cable Girls. Sono questi i titoli delle tre serie presentate da Netflix durante un evento tenutosi a Berlino nella giornata di mercoledì.
Le tre serie possono vantarsi di essere le prime produzioni europee del colosso dello streaming on-demand. In particolare, Suburra è la prima serie made in Italy, concepita in collaborazione con Cattleya, la casa produttrice di opere come Gomorra - La Serie e basata sul noir di Stefano Sollima, apparso nelle sale cinematografiche nel 2015.

Dark, invece, è un thriller realizzato in Germania dai produttori del film premio Oscar Le Vite degli Altri e diretto dallo svizzero Baran bo Odar (Who Am I?, Sleepless: Il Giustiziere). Chiude il terzetto Cable Girls, un'opera dai toni più leggeri e maggiormente incentrata su temi romantici, in linea con le altre produzioni di Bambù, la stessa agenzia responsabile di melò come Velvet e Grand Hotel.
I produttori e i registi delle tre serie hanno lodato la libertà creativa concessa loro da Netflix, rispetto a quanto sperimentato avendo a che fare con produzioni nostrane.

"Abbiamo avuto libertà creativa totale", ha dichiarato Baran bo Odar. "Abbiamo potuto ingaggiare chiunque volessimo, gli attori che meglio si adattassero al ruolo. Netflix ci ha concesso il budget e un paio di note, poi ci ha lasciato lavorare."

"I personaggi che interpretiamo sono molto più credibili come esseri umani", queste le parole di Filippo Nigro (già diretto da Sollima in ACAB, film-denuncia del 2012). "Il mio personaggio è molto più duro di quanto sarebbe stato normalmente possibile sulla TV italiana." Suburra, noir incaricato di tessere i fili che legano criminalità, politica e religiosi corrotti, può contare anche della collaborazione della RAI in fase di produzione. Il network potrà trasmettere la serie in chiaro dopo che Netflix l'avrà distribuita in ogni angolo del globo.

Gina Gardini, produttrice di Suburra, ha dichiarato: "La RAI ha accolto questo nuovo tipo di storytelling, dimostrandosi un partner assolutamente entusiasta." Il salto più grande per Netflix, comunque, resta Cable Girls (il cui titolo in spagnolo è Las Chicas del Cable).
Questo melodramma, ambientato nella Madrid del 1928, racconta di quattro centraliniste impiegate presso la società nazionale dei telefoni, l'unico luogo che potesse rappresentare una forma di modernità per le donne dell'epoca.

"Ciò che possiamo offrire a Netflix, secondo la mia opinione, è una storia principalmente indirizzata alle donne", ha dichiarato la produttrice e showrunner Teresa Fernandez-Valas. "La serie non è indirizzata soltanto ad un pubblico femminile, sebbene le protagoniste siano donne, donne forti."
Per chi fosse interessato a conoscere queste donne, basterà aspettare poco tempo: i primi otto episodi di Cable Girls verranno distribuiti globalmente a partire dal 28 Aprile.