Sherlock 4: Cumberbatch e Abbington anticipano una sorprendente stagione

di
Come ci hanno più volte informati i produttori di Sherlock, la prossima e quarta stagione sarà una delle più dark dell'intera serie e, in una recente intervista, gli attori Benedict Cumberbatch e Amanda Abbington ci hanno spiegato qualcosa in più su ciò che dobbiamo aspettarci dai prossimi episodi dello show.

In particolare, Cumberbatch ha voluto sottolineare il carattere dark che caratterizzerà le prossime puntate: "Quello che voglio dire è che la situazione si è fatta molto noir, e lui è rimasto fortemente colpito dagli eventi. Quando qualcuno si riprende dopo degli episodi di violenza anche letali, secondo me rimane segnato da questa esperienza. Sherlock è stato coinvolto in un match che andava oltre le sue possibilità e che non avrebbe potuto affrontare meglio di come ha fatto, e penso che questo lo metterà in una posizione molto molto difficile. Quello che vedrete sarà come lui reagirà a tutto questo.". Cumberbatch si è detto dispiaciuto di dover essere così vago sui dettagli, ma ha anche affermato di non vedere l'ora che i fan assistano a cosa è stato preparato per loro: "E' difficile parlarne perché non posso dire molto, ma allo stesso tempo, vorrei poter condividere tutto con i fan. E' così irritante, perché posso solo parlarvi in termini molto ampi. Comunque tutto sarà molto dark, tutto sarà più cupo e più complesso.".
Anche la Abbington, che nella serie ricopre il personaggio di Mary, ha dichiarato che i fan della serie dovranno aspettarsi grossi sconvolgimenti dalla quarta stagione: "Il colpo di scena della terza stagione è stata una svolta enorme e del tutto inaspettata. Sapevo che ci sarebbero stati un bel po' di fan che mi avrebbero odiata e anche questa è una parte fantastica del nostro lavoro. Ora avrete a che fre con una stagione molto intensa, dovrete prepararvi a dei grandi sconvolgimenti e duri colpi emotivi.".
Ricordiamo che la prossima e quarta stagione di Sherlock farà il suo debutto sulla BBC nel corso del 2017.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
0