Smallville: Michael Rosenbaum spiega perché ha lasciato la serie

di
Come tutti ricorderete, l'attore Michael Rosenbaum ha ricoperto il personaggio di Lex Luthor al fianco del Clark Kent di Tom Welling per ben sette stagioni della serie Smallville. Ora, in una recente intervista, l'attore ci spiega perché ad un certo punto ha abbandonato la serie e il suo personaggio.

Rosenbaum, infatti, ha chiarito i dettagli sui motivi che lo hanno spinto a lasciare lo show: "Ricordo di essermi seduto con Peter Roth, il presidente della Warner Brothers... Non ho mai raccontato questa storia. Ognuno ha un ego e penso che a tutti piacerebbe essere padroni della propria strada. Peter mi ha portato a cena perché voleva convincermi a fare altre due stagioni di Smallville. Sono stato molto educato e rispettoso. Ho detto 'Peter, quando era più piccolo mia nonna pensava che io fossi divertente e ho sempre voluto lavorare nelle commedie. Come sai, ho iniziato in quel settore e ho continuato per molto tempo. Poi mi è arrivato dal cielo questo ruolo che amo ed è stato grande. Ma ad oggi ho impersonato Lex Luthor per sette anni e a questo punto sono solo pronto ad andare avanti'. Dopo che io gli dissi queste parole, lui mi guardò e rispose 'Sai, Julianna Margulies, ha rifiutato milioni di dollari per rimanere con ER e guarda dov'è ora.'. Io, però gli ho risposto che avevo intenzione di puntare sul mio talento. Penso di aver impersonato il ruolo abbastanza a lungo. In più non me la sentivo di rasarmi la testa per altri due anni", ha concluso scherzando l'attore.