Wild Cards: i romanzi a cura di Geroge R. R. Martin arriveranno in televisione

di
INFORMAZIONI SCHEDA
Buone notizie per i fan del celebre autore George R. R. Martin. Da poche ore, infatti, è stato confermato che la Universal Cable Production ha acquisito i diritti per la realizzazione dell'adattamento televisivo della serie di romanzi di Wild Cards, saga letteraria a cura dello scrittore di Game of Thrones.

A diffondere la notizia è stato lo stesso Martin che ha pubblicato un post in proposito, in cui ha scritto: "La Universal Cable Productions ha acquisito i diritti per adattare la nostra lunga serie di antologie e romanzi a mosaico Wild Cards per la televisione. Lo sviluppo inizierà immediatamente. Ci auguriamo che questo progetto possa essere la prima di diverse serie collegate tra loro.".
Per chi non lo sapesse, Wild Cards è una serie formata da ventuno volumi pubblicati dal 1987 al 2011. I vari scritti sono racconti e romanzi di fantascienza scaturiti dalle penne di un gruppo di scrittori guidati da George R. R. Martin e tra cui figurano Melinda M. Snodgrass, Chris Claremont, Paul Cornell e Roger Zelazny. L'universo che troviamo in Wild Cards è una versione alternativa del nostro mondo. La linea temporale dei romanzi è stata creata nel 1946, quando un virus alieno è stato rilasciato nell'atmosfera terrestre sopra Manhattan. Gli individui che hanno contratto il virus sono stati colpiti in modo diverso: il 90% è morto orribilmente, il 9% è rimasto deformato, mentre un fortunato 1% venne benedetto con poteri straordinari e imprevedibili.
Melinda Snodgrass, assistente al montaggio di Martin, si occuperà della produzione esecutiva di Wild Cards, mentre Gregory Noveck, Slow Learner, e SyFy films si occuperanno della produzione. Martin ha tenuto a precisare che non parteciperà attivamente alla realizzazione dell'adattamento televisivo per il momento, perché è molto impegnato nella conclusione di The Winds of Winter, ma si è detto molto fiducioso per le capacità della Snodgrass e degli altri componenti del team creativo.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
0