Registi Senza Gloria - Stagione 1

Registi Senza Gloria - Stagione 1

Prodotta dalla Art & Magic Pictures di Davide Borgobello, Alessandro
Comisso e Federico Di Gioia con la partecipazione di Ipnotica
Produzioni, questa serie esuberante e anticonvenzionale racconta la
storia di
Giulio Mesneri, un aspirante regista amante patologico dei film di
Quentin Tarantino, spesso in preda ad allucinazioni cinematografiche,
che si iscrive all’immaginaria “Accademia Romana di Cinema”.

Nel frequentare la scuola, in realtà un tugurio gestito da un
improbabile direttore artistico che attribuisce con spocchia la regia
di Terminator 2 ad Alfred Hitchcock, il nostro entra in contatto con
tutta una serie di personaggi idiosincratici, folli e bizzarri almeno
quanto lui: fra gli altri, un allievo fobico-ossessivo del corso di
produzione che individua tra i principali problemi del cinema italiano
la mancanza di pulizia delle maestranze sul set, un arrogante studente
di montaggio che si rivolge a un aspirante direttore della fotografia
intimandogli di “levarsi di torno effetto jump-cut”, uno sceneggiatore
schizzinoso e vari allievi tendenti alla psicopatia. Con alcuni di
loro Giulio inizierà a girare una webserie che, come si può facilmente
immaginare, avrà tutte le carte in regola per essere considerato il
prodotto audiovisivo più stravagante mai realizzato.

Video

    Registi senza Gloria: il 7 Giugno la presentazione a Roma
    video20:04, 4 Giugno 2014

    Registi senza Gloria: il 7 Giugno la presentazione a Roma

    Il 7 giugno a Roma la presentazione della puntata pilota dell’eccentrica serie ipercitazionista Registi senza gloria, ambientata in una scuola di cinema e interpretata da Carlo Fabiano, Diane Fleri e Augusto Zucchi. Sabato 7 giugno, al centro sociale Brancaleone di Roma, verrà proiettata in anteprima la puntata pilota di Registi senza gloria. Prodotta dalla Art & Magic Pictures di Davide Borgobello, Alessandro Comisso e Federico Di Gioia con la partecipazione di Ipnotica Produzioni, questa serie esuberante e anticonvenzionale racconta la storia di Giulio Mesneri, un aspirante regista amante patologico dei film di Quentin Tarantino, spesso in preda ad allucinazioni cinematografiche, che si iscrive all’immaginaria “Accademia Romana di Cinema”.