Serie TV e programmi Rai: cosa guardare a gennaio e febbraio 2020

Con l'inizio del nuovo anno il palinsesto Rai trova il suo equilibrio tra novità e attesi ritorni, con uno sguardo al futuro.

anteprima Serie TV e programmi Rai: cosa guardare a gennaio e febbraio 2020
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Il 2020 è appena iniziato e la corsa ai dati Auditel sulle reti nazionali prosegue senza sosta anche in casa Rai. La TV di Stato rimane la vera roccaforte della fiction italiana e, con l'aiuto di alcuni pilastri della serialità americana, le reti Rai riescono ancora ad ottenere ottimi dati d'ascolto in un panorama sempre più orientato alla visione di consumo che alla calendarizzazione televisiva. Vediamo quindi quali sono nel dettaglio le principali uscite di gennaio e febbraio 2020.

Don Matteo 12 (Rai Uno, dal 9 gennaio)

Le indagini del prete detective di Spoleto, interpretato da Terence Hill, tornano in questa dodicesima stagione che già si preannuncia record d'ascolti. La novità assoluta di quest'anno è un format completamente rinnovato.

Dieci puntate da 100 minuti, ognuna dedicata ad una rilettura di un Comandamento in chiave moderna, religiosa e laica al tempo stesso. Una svolta quasi antologica per la serie, che ha già fatto registrare picchi del 37% di share nella puntata d'esordio. Tutto fa pensare che questa stagione non sarà l'ultima.

La guerra è finita (Rai Uno, dal 13 gennaio)

Ottimo risultato (21% di share) anche per La Guerra è Finita, la serie creata da Sandro Petraglia e prodotta da Palomar in collaborazione con Rai fiction, con protagonisti Michele Riondino ed Elisabetta Ragonese, sullo sfondo di un difficile ritorno alla vita dopo i drammi dalla Seconda Guerra Mondiale.


Come una madre (Rai Uno, dal 2 febbraio)

Brusco cambio di palinsesto per la miniserie con Vanessa Incontrada, inizialmente attesa per gennaio, ma che slitta ai primi di febbraio.Angela (Vanessa Incontrada) è una madre che si trasferisce in un paesino della Toscana per elaborare la tragica la morte del figlio.

Si ritrova però a dover fronteggiare un'accusa di omicidio, dopo che la madre dei figli che doveva accudire per la notte viene ritrovata senza vita. In una fuga costellata di peripezie Angela cercherà di scoprire la verità sull'omicidio dell'amica.

L'amica geniale 2 (Rai Uno, dal 10 febbraio)

Dopo il successo della prima stagione, ideata e diretta da Saverio Costanzo, c'è grande attesa anche per il ritorno de L'amica geniale, la serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante e prodotta da HBO, RAI Fiction e TIMvision.

Prosegue il rapporto tra Elena e Lia, cresciute insieme in un rione di Napoli. La nuova stagione si basa sul secondo romanzo della Ferrante, Storia del nuovo cognome, e segue la vita di Lia dopo il matrimonio che aveva chiuso la stagione precedente, nonché la nuova strada seguita da Elena.

Vite in fuga (Rai Uno, dal 23 febbraio)

Il family-thriller con protagonisti Anna Valle e Claudio Gioè è pronto a sbarcare sulla rete ammiraglia nazionale con la sua carica di suspense e mistery, dove il pericolo si nasconde nei rapporti familiari. Prodotto da Payper Moon e diretto da Luca Ribuoli (La Mafia Uccide Solo d'Estate e L'Allieva), la serie segue le vicende della famiglia Caruane, costretta a traferirsi con nuove identità in Trentino Alto-Adige perché vittima di continue minacce, alle quali si aggiunge un'accusa di omicidio nei confronti del capofamiglia Claudio (Claudio Gioè).

L'uomo dovrà quindi ricominciare da zero con la moglie Silvia (Anna Valle) e i figli lontani dalla città d'origine, riscoprendosi l'un l'altro nel bene e nel male.

RaiPlay: l'inizio di una nuova era

Parallelamente in Rai si lavora anche per restare al passo con i tempi e così RaiPlay non rimane solo un comodo mezzo per recuperare le fiction nostrane slegate dai vincoli di palinsesto, ma anche un catalizzatore di contenuti originali. E se VivaRaiPlay!, il primo varietà in streaming condotto da Fiorello, si conferma un esperimento riuscito sotto il profilo della qualità e degli ascolti, il cavallino di Viale Mazzini ha già alzato il tiro con alcuni originals freschi d'uscita.

Liberi tutti (RaiPlay, disponibile dal 14 dicembre 2019)

La commedia in dodici episodi con Giorgio Tirabassi, scritta dagli autori di Boris. La serie ruota intorno al concetto di cohousing, la condivisione di spazi comuni finalizzata alla collaborazione.

Sarà proprio questo contesto a stravolgere la vita di Michele (Giorgio Tirabassi), avvocato condannato per corruzione, che ottiene di vivere a casa della ex moglie come alternativa al carcere. L'uomo si troverà così nel sistema di cohousing instaurato dalla moglie con gli altri residenti, che lo costringerà a migliorare il suo atteggiamento individualista.

Superquark+ (RaiPlay, disponibile dal 22 dicembre 2019)

Il nuovo programma di divulgazione scientifica di Piero Angela e realizzato in collaborazione con RaiUno. Dieci puntate nelle quali lo storico conduttore sarà questa volta affiancato da cinque giovani divulgatori.
Un format giovane, breve e veloce, studiato appositamente per le piattaforme digitali, che strizza l'occhio al rigore televisivo.

L‘intento in casa Rai è quello di avvicinare il grande pubblico di Amazon e Netflix in un'operazione che svecchia la TV di Stato pur restando fedele ai dettami del servizio pubblico, mantenendo la leadership nella programmazione tradizionale.