Un affare privato: il giallo originale Amazon Prime Video con Jean Reno

Jean Reno e Aura Garrido sono i detective di un crime vintage e umoristico, personaggi alla ricerca di un killer e dell'intrattenimento del pubblico.

Un affare privato: il giallo originale Amazon Prime Video con Jean Reno
Articolo a cura di

Se in molti sentono la mancanza di Sherlock o vorrebbero semplicemente un divertissement a La Signora in Giallo, il catalogo di settembre 2022 di Amazon Prime Video viene loro incontro. Un affare privato è il giusto mix di indagini e bizzarria, di serial killer e di intrecci romantici che potrebbero stuzzicare l'intrattenimento e il coinvolgimento dello spettatore intento a seguire le tracce di un omicida di donne con tanto di marchio sul corpo delle vittime a forma di giglio. Una serie in cui si vede comparire come maggiordomo un Jean Reno che fluidamente conversa col resto dei personaggi in spagnolo, sfoggiando una delle sue lingue madri. Lui attore di provenienza francese che amplia sempre di più il suo ventaglio di produzioni internazionali e si concede stavolta un'incursione nel dialetto dei suoi genitori - e di cui non possiamo che raccomandarvi 5 film da non perdere con Jean Reno.

Nella Galizia degli anni '40

Al suo fianco compare Aura Garrido, protagonista nei panni della scaltra e inarrestabile Marina Quiroga, che nella Galizia del finire degli anni Quaranta si intromette nelle investigazioni di svariate uccisioni, tutte collegate dal medesimo colpevole. Una donna a cui venne impedito di potersi iscrivere alla scuola di polizia come avrebbe desiderato, ma che ha appreso tutta la propria conoscenza e capacità deduttiva dal padre commissario. Una figura da sempre presa come esempio da Marina e di cui cercherà di ripercorrerne le orme, mettendosi più di una volta in situazioni di pericolo, ma decisa a sventare altri sanguinosi crimini.

Un affare privato presenta nella sua creazione i nomi di Teresa Fernández Valdés, Ramón Campos e Gema R. Neira, nonché una doppia collaborazione che vede alternarsi alla regia David Pinillos e María Ripoll. Nonostante l'insieme di tante mani e tante menti, la serie originale di Prime Video fin dalle prime impressioni mostra una compattezza non solo visiva e narrativa, che serve d'aiuto e sostegno per l'assemblaggio del racconto, ma ancor più nelle scelte stilistiche di ambienti e scenografie, fotografia e costumi che danno il reale tocco di personalità al prodotto iberico.

Uno stile vintage e pieno di humor

La frizzantezza del personaggio di Marina riverbera nel resto dei luoghi e delle sequenze adibite a suo enorme tabellone da Cluedo, su cui cerca di scovare rimasugli di stoffa o segnali lasciati accidentalmente dal killer per riuscire così ad acciuffarlo.

Una donna temeraria quanto buffa, che se ne frega delle regole del buon costume, preferendo sporcarsi il vestito e stracciarsi la gonna pur di portare a compimento quello che vorrebbe davvero diventasse il suo lavoro. Una critica ad un passato in cui alle donne era impedito di svolgere mansioni ritenute "da uomini" e che dimostra quanto dalla vera cooperazione possono venir tratti i migliori risultati. Lasciare indietro i pregiudizi per vederci finalmente tutti uguali, soprattutto quando l'obiettivo comune è quello di fermare un assassino. L'umore di Un affare privato, fin dalle prime puntate, si rivela leggero e allegro, consapevolmente frivolo pur immerso nel torbido destino di sfortunate vittime.

Una protagonista inarrestabile, determinata a conquistare il pubblico col suo charme e la sua esplosiva voglia di mettersi alla prova. Un pedinamento che, almeno da principio, sembra svolgersi in maniera convenzionale, ma che vede nel personaggio di Marina e nel suo ironico contorno il vero motivo per seguire la serie. Una ricerca pericolosa, ma con cui la protagonista vorrà mettersi alla prova. Un crime vintage e volutamente edulcorato, che vibra dei richiami all'immaginario investigativo che vuole utilizzare, trovando in quel panorama la propria firma.

Un affare privato Fin dalle prime impressioni Un affare privato si dimostra un giallo convenzionale che vuole puntare però maggiormente sulla sua protagonista più che sul caso messo in scena. Una donna frizzante e determinata, impicciona e intuitiva, interpretata vivacemente dall'attrice Aura Garrido. Una serie originale Prime Video in cui si respira uno stile vintage e umoristico, curato nella ricostruzione in costume, andando dall'aspetto dei personaggi fino all'ideazione delle musiche e delle scenografie.