First look Emily Owens, M.D. - Stagione 1

Debutto positivo per il nuovo medical drama della CW, con protagonista Mamie Gummer

Articolo a cura di

Alla ricorrente notizia, stagione dopo stagione, del debutto di una nuova serie tv ambientata nei corridoi di qualche ospedale o negli studi medici privati, è quasi immediato chiedersi se abbia ancora un senso proseguire in questo genere in cui si è visto ormai quasi tutto. Da E.R., passando per Dr. House ed arrivando alle tragedie sentimentali e non di Grey's Anatomy, sul piccolo schermo si è ormai perso il conto relativo dei protagonisti in camice bianco, impegnati a destreggiarsi tra casi medici più o meno elaborati e problemi di cuore. Il nuovo progetto targato CW, Emily Owens, M.D. potrebbe quindi essere accolto con diffidenza, ma la puntata pilota dimostra un buon potenziale e dei personaggi per cui diventa abbastanza facile provare simpatia, sopratutto se si fa parte del target di riferimento della serie, composto da un pubblico femminile piuttosto giovane.

Problemi senza fine

La protagonista del serial è Emily Owens (Mamie Gummer): una dottoressa al suo primo giorno di lavoro in ospedale, che spera finalmente di lasciarsi alle spalle l'esperienza poco felice del liceo. Il suo approccio positivo sembra però avere vita breve: tra i nuovi colleghi c'è la sua nemesi degli anni della scuola, Cassandra Kopelson (Aja Naomi King), e Will (Justin Hartley), il ragazzo di cui è segretamente innamorata.
Salvare una vita ad una ragazzina ed occuparsi di una donna malata di Alzheimer farà scoprire ad Emily un segreto di Cassandra, e le darà la forza di confessare i suoi sentimenti a Will.

Una protagonista realistica

Il titolo scelto dalla CW, Emily Owens, M.D., non lasciava ben sperare: troppa l'assonanza con il più celebre e cinico House, mentre il riferimento alla professione è del tutto inutile. Superati invece i primi minuti in cui la voce fuori campo di Emily ci ricorda quanto possano essere difficili gli anni del liceo, Mamie Gummer inizia a far emergere il suo talento come attrice e la sua Emily inizia ad assumere le caratteristiche di una persona reale che potrebbe essere senza difficoltà una nostra amica, una vicina di casa, o in cui addirittura immedesimarsi.
La giovane dottoressa non risulta costruita o artefatta, ma è invece divertente, naturale e ha quella giusta dose di vulnerabilità che la rende irresistibilmente simpatica. Il materializzarsi del suo incubo peggiore, l'odiata Cassandra, si scontra con il suo entusiasmo per l'inizio di una nuova fase della sua vita e, nonostante la similitudine con i corridoi del liceo sia un po' troppo sottolineata, le sue emozioni non sono mai portate oltre il limite della credibilità.

Una sceneggiatura debole

La puntata pilota non è del tutto positiva, principalmente a causa della sceneggiatura che non approfondisce adeguatamente certi aspetti della trama, risultando in più momenti superficiali. Il motivo per cui Emily debba essere così innamorata di Will risulta quasi incomprensibile, tralasciando ovviamente l'aspetto fisico dell'atletico Justin Hartley. Il passato di Cassandra invece è rivelato con estrema superficialità. La dimensione medica viene messa quasi in secondo piano e un paio di segreti dei personaggi secondari sono inseriti nell'episodio con eccessiva fretta, probabilmente per gettare le basi dell'intreccio degli episodi successivi.
Gli interpreti sono però bravi e credibili nei rispettivi ruoli, e proprio questo elemento potrebbe rivelarsi vincente. I futuri sviluppi della trama rischiano di essere un po' troppo prevedibili (ad esempio: quanto tempo passerà prima che Emily si accorga che Micah potrebbe essere più di un amico?), e Jennie Snyder Urman, creatrice della serie, dovrà impegnarsi molto per creare dei motivi che spingano gli spettatori a sintonizzarsi ogni settimana sulla CW.

Emily Owens, M.D. - Stagione 1 L'esordio di Emily Owens, M.D. non è certo privo di difetti, anzi, ma i personaggi e le situazioni risultano più naturali dei protagonisti di altri medical drama, con momenti divertenti e drammatici equilibrati nel modo giusto. La serie non è certo uno dei migliori prodotti televisivi visti in queste ultime stagioni, ma sembra in grado di sapersi ritagliare un proprio spazio nelle preferenze degli spettatori. La prima puntata è piacevole, scorrevole, e divertente con intelligenza. Se gli sceneggiatori sapranno limare i difetti e valorizzare i pregi, Emily Owens, M.D. potrebbe avere un discreto successo.