Gotham 4: Is Batman Coming?

In America su FOX ha esordito la quarta stagione di Gotham, il TV comic che narra le originini di Batman e dei suoi villain.

first look Gotham 4: Is Batman Coming?
Articolo a cura di

Prima dell'estate avevamo lasciato la Gotham di Bruno Heller in mano al vigilante mascherato Bruce Wayne (David Mazouz) che, dopo essere diventato vittima del controllo mentale di Ra's al Ghul, aveva deciso di proseguire il suo allenamento e di tentare di ripulire la città dalla criminalità. La quarta stagione di Gotham si apre mostrandoci che il giovane Wayne continua nella sua missione la quale, però, viene resa difficoltosa da alcune "licenze criminali" che Pinguino (Robin Lord Taylor), in seguito a un accordo con il sindaco, ha il potere di dare a tutti i malviventi che gli promettono una percentuale sul loro bottino. Questo folle compromesso ha fatto diminuire drasticamente la criminalità in quel di Gotham ma il prezzo da pagare, soprattutto per la polizia che ormai non alcun mordente sui cittadini, è altissimo.

La nascita di un nuovo villain

La season première di Gotham 4, oltre a mostrarci che Pinguino è diventato nuovamente il re della criminalità prendendo tutto ciò che fino alla scorsa stagione era nelle mani di Barbara (Erin Richards) e Tabitha (Jessica Lucas)- quest'ultima nel frattempo divenuta mentore di Celyna (Camren Bicondova) - ci ha reso partecipi della nascita di un altro iconico villain: Lo Spaventapasseri. Nella prima stagione di Gotham avevamo già incontrato Jonathan Crane che allora era solo un giovanissimo ragazzo vittima degli esperimenti del padre, creatore della tossina della paura. Ora, però, dopo essere stato rapito da una banda di malviventi, Crane si è letteralmente trasformato nell'iconico cattivo decidendo di indossare lui stesso i panni della creatura dalla quale è da sempre terrorizzato. La Pax Penguina, quindi, è destinata a non durare così a lungo ed è già palese da questa bellissima première che il folle Spaventapasseri darà filo da torcere tanto a Cobblepot quanto a Jim Gordon (Benjamin McKenzie).

Signorino Bruce

Un altro elemento interessante del primo episodio di Gotham 4 è l'evoluzione del personaggio di Bruce Wayne. In moltissimi, infatti, avevano paura che il cambiamento del ragazzo potesse in qualche modo rovinare la lenta genesi di Batman, e invece da questa puntata è palese che sono ancora lontani i tempi in cui vedremo il "vero" Uomo Pipistrello vegliare sulla città in quanto Bruce è ancora acerbo, istintivo e giovane. Nonostante la sua forza e la sua capacità di combattimento abbiano già toccato livelli molto alti, la sua rabbia lo porta ancora a prendere decisioni avventate tanto da aver bisogno della razionalità di Alfred (Sean Pertwee) a sostenerlo a indicargli la giusta via, che poi sarà quella che - tra qualche tempo - lo porterà a diventare uno degli eroi più amati di sempre. Ma la strada da fare è ancora lunga.