Netflix

Le Amiche di Mamma 3x01: Viva l'Estate!

Il revival della sitcom di culto torna con la prima parte del terzo ciclo di episodi, in tempo per il trentennale del debutto della famiglia Tanner.

first look Le Amiche di Mamma 3x01: Viva l'Estate!
Articolo a cura di

22 settembre 1987: va in onda su ABC il primo episodio de Gli amici di papà (Full House), sitcom creata da Jeff Franklin e andata in onda per otto stagioni (le ultime tre, generalmente ritenute più deboli, senza la partecipazione dell'autore), con reazioni entusiastiche da parte del pubblico di fronte alle disavventure della famiglia allargata di Danny Tanner (Bob Saget), rimasto vedovo e costretto a crescere le tre figlie D.J. (Candace Cameron-Bure), Stephanie (Jodie Sweetin) e Michelle (Mary-Kate e Ashley Olsen) con l'aiuto del cognato Jesse Katsopolis (John Stamos) e del migliore amico Joey Gladstone (Dave Coulier). Un successo che dura ancora oggi, poiché nel 2016, grazie a Netflix, Franklin e Stamos (che è uno degli aventi diritto dell'originale) sono tornati all'ovile con Le amiche di mamma (Fuller House), ambientato una ventina d'anni dopo la conclusione del prototipo e incentrato sul nuovo trio formato da D.J., Stephanie e Kimmy Gibbler (Andrea Barber), l'invadente ex-vicina di casa. Tutto è come prima ma anche nuovo, all'insegna di una miscela nostalgica che in occasione della terza annata da 18 episodi è stata divisa in due blocchi, di cui il primo è stato messo a disposizione degli abbonati di Netflix il 22 settembre 2017, esattamente trent'anni dopo la prima apparizione di Danny, Jesse e Joey sugli schermi televisivi americani. Un anniversario che, paradossalmente, non occupa alcuno spazio nella premiere di stagione, la seconda a non includere il trio originale come guest star (ma tutti e tre gli attori fanno capolino nelle puntate successive).

Best summer ever?

Ad accoglierci nuovamente in casa Tanner-Fuller è il piccolo Max (Elias Harger), il cui entusiasmo per l'inizio dell'estate si tramuta in un numero musicale i cui limiti coreografici legati alla location dello show sono compensati dall'energia collettiva del cast, affiatato come sempre e dedicato alla riuscita delle gag anche nei contesti meno felici.

La formula ormai è quella, con qualche aggiunta a livello di cast (quest'anno diventa presenza fissa Adam Hagenbuch nei panni di Jimmy Gibbler, fratello di Kimmy e compagno di Stephanie) ma nessuna vera voglia di andare più in là rispetto alla struttura introdotta trent'anni fa da Franklin, a parte l'uso occasionale di doppi sensi e altre battute che difficilmente sarebbero state accettate dalla ABC nei decenni scorsi (e contraddicono leggermente le affermazioni del creatore dello show sul suo essere per tutta la famiglia). È un prodotto volutamente "vecchio" nell'impostazione che nonostante tutto funziona, a patto che si sia fan del prototipo, e un'alternativa sufficientemente valida alla più recente incursione di Netflix nel territorio della sitcom con tre macchine da presa, ossia Disjointed.