Lodge 49: primo sguardo alla nuova serie disponibile su Prime Video

Lodge 49 è un nuovo drama dai toni nostalgici, regia interessante, produzione musicale quasi perfetta, ma manca di dialoghi e personaggi forti.

first look Lodge 49: primo sguardo alla nuova serie disponibile su Prime Video
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Wyatt Russell è protagonista di Lodge 49, una nuova serie del network americano AMC, conosciuto per grandi nomi come Mad Man e Breaking Bad, disponibile in Italia su Amazon Prime Video a cadenza settimanale. Chi è fan della letteratura americana del '900 noterà immediatamente l'allusione al racconto di Thomas Pynchon L'Incanto del Lotto 49. Nonostante il produttore Jim Gavin abbia voluto così palesemente richiamare il classico americano, le similitudini non si prospettano altrettanto ovvie. Infatti, Lodge 49 racconta la storia di Sean ‘Dud' Dudley (Wyatt Russell), ragazzo che combatte i propri traumi a bevute di Jack Daniels, che trova per caso un anello raffigurante una lince. Grazie al proprietario di un banco di pegni si scopre che l'anello appartiene a una casata segreta "tipo quella dei massoni". Dud verrà introdotto nel lodge dove gli appartenenti alla casata si riuniscono, sperando di trovare senso di appartenenza e un modo per rifarsi.

Il primo episodio

Lodge 49 accoglie il proprio pubblico adagio: la prima inquadratura rivela una spiaggia deserta, il suono delle onde e degli uccelli come unico sottofondo. Dopo pochi secondi appare Dud, che cammina con il suo metal detector: è così che troverà l'anello con la lince. La produzione musicale è il pezzo forte dell'intero episodio, con musiche country che si adattano molto bene al tema nostalgico presentato.

Purtroppo, l'episodio non prende mai veramente ritmo. La storia si sviluppa molto lentamente, e alterna momenti in cui seguiamo Dud durante la sua giornata ad altri in cui seguiamo la storia di Ernie Fontaine (Brent Jennings) e altri uomini membri della società segreta della lince. Le donne appaiono solamente come supporto agli uomini: sono le loro confidenti, li desiderano, li vogliono aiutare. Connie Wright (Linda Edmond) è l'unica a promettere, forse, di avere un ruolo più significativo all'interno della serie, anche se nell'episodio è rappresentata esclusivamente nella sua relazione extraconiugale con Ernie.

Un mistero da svelare

Il tono nostalgico dell'episodio viene spesso drasticamente interrotto da momenti di rivelazione mistica, indicando al pubblico il lato comico della serie. Piccoli particolari, come un passante che distribuisce lo stesso volantino sia a Dud che ad Ernie in momenti differenti, e bizzarri flashback - in cui Dud è convinto di essersi già trovato nella loggia in altre occasioni - annunciano un mistero da svelare. Lo stesso Dud si ritroverà davanti alla loggia solamente perché la sua macchina si ferma proprio lì, e il rumore di un aeroplano che passa sopra di lui lo porterà a notare la figura della lince sul muro. L'elemento del mistero è confermato alla fine dell'episodio da Larry Loomis (Kenneth Welsh) il a capo della società.

Il protagonista Dud

Il personaggio di Dud non ha molto di originale. La sua storia viene rivelata a piccoli pezzi durante l'episodio, ma non è difficile prevederla anche dalle prime informazioni che riceviamo. È senza soldi, senza lavoro, a seguito di due traumi che hanno segnato la sua vita. La commessa del negozio di ciambelle dove Dud si reca spesso ci informa che non fa più surf. La sorella ci rivela che il padre è morto lasciando dietro molti debiti. Insomma, per il momento il personaggio di Dud non presenta niente di nuovo sul piccolo schermo.
L'episodio è girato egregiamente e le musiche si rivelano colonna portante. La trama è interessante, anche se per ora perde nei dialoghi e nei personaggi. Sperando che il ritmo diventi più veloce e ci riveli piacevoli sorprese, Lodge 49 è sicuramente da tenere d'occhio.