First look Masters of Sex - Stagione 1

La rivoluzione sessuale targata Masters e Johnson viene raccontata negli episodi della nuova serie tv intitolata Masters of Sex

Articolo a cura di

Se c'è un argomento che tira sempre e comunque è di certo il sesso, e allora perché non puntare su un prodotto in tal senso eloquente sin dal titolo? La Showtime questa stagione scommette così su Masters of Sex (in onda dal 29 settembre), basato sulla biografia di Thomas Maier, il cui titolo recita: "Masters of Sex: The Life and Times of William Masters and Virginia Johnson, the Couple Who Taught America How to Love". Più esplicito di così?

Un po' di trama

1956, St. Louis. Uno specialista in fertilità, William Masters, e la sua assistente Virginia E. Johnson decidono di intraprendere un serio studio di quanto accade al corpo umano durante il sesso. La ricerca si espande sino a trattare della sessualità in tutti i suoi aspetti e condurrà a risultati inaspettati e, per l'epoca, assolutamente innovativi.
Il pilot ci introduce rapidamente in questa storia, presentandoci i vari protagonisti. Il curioso, serioso e inquieto Dottor Masters (Michael Sheen), la controllata e remissiva moglie di questi , Libby, la giovane ed emancipata Virginia "Ginny" Johnson (Lizzy Caplan) e il suo appassionato "amico", il Dottor Ethan.
Su tutti, Sheen e Caplan svolgono un ottimo lavoro, decisamente calati nei personaggi e assolutamente adatti al ruolo.

Pensavo fosse sesso e invece...

Chi si è avvicinato alla serie con intenti voyeuristici resterà però deluso. C'è molto più sesso (e molto, molto più esplicito) in serie quali True Blood, Game of Thrones o Spartacus. Qui infatti di sesso si parla, se ne studia e certo, si fa anche, ma tutto in linea con il decennio di ambientazione del serial e con l'intento "scientifico" del progetto di Masters e Johnson. Quello che è invece interessante è la sfida lanciata dai due ricercatori alla società moralista e bigotta dell'epoca, è entrare nel privato dei vari personaggi e coglierne i pruriti o le inibizioni, è vedere l'inizio di un ripensamento del rapporto uomo-donna e una nuova concezione del ruolo femminile (si, anche in ambito sessuale). A tal proposito ad esempio, forte e curioso è il contrasto tra la frigida e posata Libby e l'esuberante, maliziosa Virginia che vive il sesso con piacere e libertà, spoglia da quei condizionamenti che volevano la donna puritana e virginale. Anche il suo modo di relazionarsi agli uomini, senza il pensiero fisso del matrimonio e della vita coniugale, risulta nuovo per l'epoca e offre spunti interessanti. Così come interessante è la posizione del Dottor Masters, studioso del sesso, ma assolutamente "castigato" e probabilmente frustrato a letto.
Insomma, spunti interessanti ce ne sono, non per soddisfare la curiosità morbosa del pubblico, ma per gettare uno sguardo sui costumi sessuali dell'epoca, di cui teniamo traccia attraverso le esperienze dei protagonisti e, ovviamente, mediante il lavoro scientifico che si prenderà la briga di studiare "praticamente" la sessualità grazie all'aiuto di volontari che davanti ai due studiosi si "esibiranno" in atti sessuali di vario genere.

Masters of Sex - Stagione 1 Il pilot di questa nuova serie della Showtime, nonostante si sia perso in diversi momenti favorendo qua e là uno sbadiglio, ha del promettente potenziale che non possiamo ignorare. Se il sesso è ciò che si cerca, meglio cambiare canale, ma la storia potrebbe avere sviluppi degni di nota. La visione della seconda puntata è perciò d'obbligo.