First look South Park - Stagione 17

Cartman sfida l'agenzia di Sicurezza Nazionale nel primo episodio della nuova stagione di South Park!

Articolo a cura di

L'attesa è stata straziante! Avevamo salutato South Park praticamente un anno fa convinti che sarebbe ritornato come di consueto in Primavera e invece Comedy Central ha deciso dopo oltre 15 anni di variare la forma secondo la quale è organizzata ciascuna stagione. Così anzichè trasmettere 7 puntate in Primavera e altrettante in Autunno, da South Park - Stagione 17 si è pensato ad un unico ciclo di puntate (10 per la precisione) da gustarsi di settimana in settimana tra Settembre e Novembre.
Un cambio strutturale che dobbiamo ancora interiorizzare, ma sulle prime ci sembra un po' un controsenso lanciare South Park nel mese televisivo americano più caldo, quando ogni sera ci sono una marea di nuovi pilot!
Per fortuna che la nuova stagione dello show animato creato da Trey Parker e Matt Stone porta con sé un'importante novità: una sigla rinnovata, cucita attorno al contrasto tra personaggi 2d ed ambientazioni 3d, fondendo così avanzate tecniche d'animazione con lo stile grezzo di South Park e i suoi tanti livelli di parallasse!

Let's go, let's gov

Il primo episodio della stagione 17 è di gusto dolceamaro. Perchè pur partendo da premesse sfiziose finisce per dilatarsi enormemente in due sotto-storie di basso spessore narrativo e con un finale unico dal sapore decisamente idiota.
Ma andiamo con ordine! Tutti temiamo che Apple, Google o nel caso di Eric Cartman il governo degli Stati Uniti d'America spiino costantemente le nostre mail, l'account Twitter e i messaggini spediti alla morosa. Per il grassottello questi timori diventano asfissianti interrogativi, che devono essere risolti andando a consultare direttamente la fonte del problema: l'agenzia di Sicurezza Nazionale, l'NSA.
Parallelamente Butters rimane anch'esso colpito dalla percezione che il Governo ci osservi in ogni momento, ma anziché considerarlo negativamente alla stregua di un Grande Fratello orwelliano, egli finisce per trattarlo come un angelo custode, trovando per giunta inediti rituali per comunicare con esso!
La trama di Cartman e quella di Butters hanno come minimo comun denominatore il rapporto tra Governo e cittadini. Un tema serissimo, sul quale si può ironizzare ugualmente: spesso l'isteria per l'invasione della privacy è dovuta a un nostro deliberato abbattimento di qualsiasi barriera tra la vita privata e quella pubblica, condividendo ogni cosa che ci passa per la mente su Facebook/Twitter (South Park scherza su questa pratica con il social network Shitter) o divulgando dettagli intimi parlando ad esempio al cellulare via vivavoce anche nei luoghi affollati (le vedete in giro alcune persone che tengono lo smartphone in orizzontale anziché all'orecchio?).
Nella puntata di esordio della Stagione 17 ci sono tutti questi spunti, messi in campo già nei primi minuti, ma poi le loro conseguenze sembrano declinate più in forma comica che satirica.

South Park - Stagione 17 Fuori il governo dai nostri smartphone, esclama a pieni polmoni Eric Cartman. A un anno dall'ultimo episodio, complice una nuova organizzazione del palinsesto, South Park è ritornato con un ciclo di 10 episodi inediti. Il primo di questi, intitolato "Let's go, let's gov", prende di mira l'NSA ed il sospetto che il governo degli Stati Uniti tenga sotto controllo le attività sul web di tutti ma proprio tutti i cittadini a stelle e strisce: ci sono buoni spunti e qualche divertente gag spalmata lungo i 20 minuti, ma il risultato finale è abbondantemente inferiore all'episodio di qualche stagione fa HumancentiPad, anch'esso dedicato all'isteria tecnologica che di questi tempi sembra contagiarci un po' tutti!